camera identify
Prova Gratis
tab list
PictureThis
Italiano
arrow
English
繁體中文
日本語
Español
Français
Deutsch
Pусский
Português
Italiano
한국어
Nederlands
العربية
Svenska
Polskie
ภาษาไทย
Bahasa Melayu
Bahasa Indonesia
PictureThis
Search
Cerca Piante
Prova Gratis
Global
Italiano
English
繁體中文
日本語
Español
Français
Deutsch
Pусский
Português
Italiano
한국어
Nederlands
العربية
Svenska
Polskie
ภาษาไทย
Bahasa Melayu
Bahasa Indonesia
Questa pagina è più bella nell'app
care_about care_about
Su
care_basic_guide care_basic_guide
Cura di Base
care_advanced_guide care_advanced_guide
Cura Avanzata
care_scenes care_scenes
Ulteriori istruzioni
care_pet_and_diseases care_pet_and_diseases
Parassiti e Malattie
care_more_info care_more_info
Maggiori informazioni
care_faq care_faq
Domande Frequenti

Come coltivare e curare Echinocereus Engelmannii

symbolism

Simbolismo

Resistenza
Acqua
Acqua
Ogni 3 settimane
Luce Solare
Luce Solare
Pieno sole
Echinocereus engelmannii
Echinocereus engelmannii
Echinocereus engelmannii
Echinocereus engelmannii
Echinocereus engelmannii
care_basic_guide

Guida di Base per la Cura

feedback
Feedback
Cultivation:WaterDetail

Come innaffiare Echinocereus engelmannii?

Cultivation:WaterDetail
icon
Scopri l'apporto idrico ideale della tua pianta
Utilizza il nostro calcolatore per scoprire di quanta acqua hanno bisogno le tue piante per una salute ottimale.
Cosa devo fare se innaffio troppo o troppo poco il mio Echinocereus engelmannii?
Echinocereus engelmannii Echinocereus engelmannii e altre piante grasse possono sopportare lunghi periodi senza acqua, quindi è insolito trovare una di queste piante che soffre di sommersione. Tuttavia, se in qualche modo vi siete dimenticati della vostra pianta e avete trascurato di annaffiarla per un mese o più, probabilmente troverete il vostro Echinocereus engelmannii assetato o con qualche danno dovuto alla mancanza d'acqua. È molto facile riconoscere un Echinocereus engelmannii poco irrigato. Le piante hanno un aspetto scarno e raggrinzito. Alcune possono essersi completamente seccate, diventare marroni e croccanti o cadere dalla pianta. E naturalmente il terreno sarà completamente secco. Se il vostro Echinocereus engelmannii ha sete ed è poco irrigato, dategli acqua in abbondanza il prima possibile. Immergere interamente il vaso in acqua per circa 5-10 minuti è un buon modo per assicurarsi che il terreno e la pianta siano reidratati correttamente. Quando con il dito si percepisce un senso di umidità sulla superficie del terreno, significa che l'innaffiatura è stata eseguita correttamente. Innaffiature eccessive Echinocereus engelmannii L'irrigazione eccessiva è pericolosa per Echinocereus engelmannii e può essere fatale per la pianta se non si pone rimedio alla situazione. Un'eccessiva umidità nel tempo porta al marciume radicale, che impedisce alle radici di assorbire le sostanze nutritive e l'acqua dal terreno. Il marciume radicale si verifica quando le condizioni di umidità permettono a funghi e batteri di prosperare nel terreno e di nutrirsi delle radici. Quando ci si accorge che la pianta è eccessivamente annaffiata, è meglio cambiare le condizioni di coltivazione, collocandola in un luogo con una maggiore ventilazione e regolando la frequenza dell'acqua, ad esempio. I sintomi dell'eccessiva irrigazione sono organi gialli, gonfi e traslucidi, che possono anche aprirsi per l'eccessivo riempimento d'acqua. Se il problema persiste senza essere trattato, la pianta può diventare marrone o nera e cadere al minimo tocco. Assicuratevi di controllare il terreno per determinare se il colpevole è l'eccessiva irrigazione, poiché altri problemi possono causare sintomi simili. È un po' difficile (ma non impossibile) salvare una pianta innaffiata eccessivamente. Il segreto è prenderla in tempo, prima che si verifichino danni ingenti. Se le radici marciscono, è probabile che l'intera pianta muoia. Se si sospetta di aver annaffiato troppo la pianta Echinocereus engelmannii, il primo passo è toglierla dal vaso e controllare le radici e il terreno. Dopo aver tolto la pianta dal vaso, rimuovete delicatamente il terriccio umido intorno alle radici e poi sciacquatele con acqua a temperatura ambiente. Questa operazione aiuta a rimuovere i funghi che potrebbero annidarsi nel terreno e consente di valutare meglio lo stato di salute delle radici. Se la vostra pianta ha già sviluppato un marciume radicale, vedrete radici di colore marrone scuro o nero, molli, mollicce o viscide. Se la maggior parte delle radici è già colpita da marciume radicale, potrebbe non essere possibile salvare la pianta. In questo caso, è meglio rimuovere gli steli sani e cercare di utilizzarli per propagare un nuovo Echinocereus engelmannii. Se invece solo una parte delle radici ha ceduto al marciume e ne rimangono altre sane, c'è la possibilità di salvarla. Utilizzate uno strumento da taglio sterilizzato per rimuovere le radici dall'aspetto malsano. Una volta rimaste solo le radici sode e chiare, è bene immergerle in un fungicida per eliminare le spore residue. Dopodiché potete rinvasare il vostro Echinocereus engelmannii in un terriccio fresco e non drenante. Anche se questa operazione non è sempre sufficiente a salvare una succulenta con marciume radicale, nella maggior parte dei casi la pianta si riprenderà completamente e ricomincerà a crescere a partire dalla stagione vegetativa successiva.
Continua a leggere more
Con quale frequenza devo annaffiare il mio Echinocereus engelmannii?
Non c'è una regola fissa per stabilire la frequenza dell'irrigazione Echinocereus engelmannii. Il modo migliore per stabilirlo è controllare il terreno e annaffiare solo quando è asciutto. Potete infilare il dito nel vaso o usare un misuratore di umidità per controllare il terreno sotto la superficie. Se piantate in un vaso profondo, potete farlo con un bastoncino o una bacchetta. Se sembra anche solo un po' umido, aspettate qualche giorno e ricontrollate. La maggior parte delle persone ha bisogno di annaffiare Echinocereus engelmannii ogni due settimane circa in estate e una volta al mese in inverno, ma ci sono diversi fattori che possono cambiare la frequenza. La sezione seguente elenca alcune considerazioni che possono aiutare a determinare la frequenza dell'irrigazione.
Continua a leggere more
Cosa devo considerare quando innaffio il mio Echinocereus engelmannii?
Ci sono diverse condizioni ambientali che influiscono sulla necessità di annaffiare il vostro Echinocereus engelmannii, tra cui le dimensioni del contenitore, il tipo di terreno, la temperatura e l'umidità. Innanzitutto, il contenitore e il terriccio utilizzati determinano la frequenza e la quantità d'acqua da utilizzare ogni volta. Assicuratevi di utilizzare un contenitore con molti fori di drenaggio sul fondo, in modo che l'acqua in eccesso possa fuoriuscire dal vaso. Un contenitore piccolo ha meno spazio per il terriccio e quindi non trattiene l'umidità, mentre un vaso più grande rimarrà umido più a lungo e dovrà essere innaffiato meno spesso. È importante non tenere il Echinocereus engelmannii in un vaso troppo grande, perché questo può portare facilmente a un'eccessiva irrigazione. Quando si effettua un rinvaso, si consiglia di passare a un vaso di una sola misura più grande di quello attuale. Un contenitore poco profondo è più adatto di uno profondo, poiché Echinocereus engelmannii ha un apparato radicale poco profondo. Echinocereus engelmannii La pianta dovrà essere annaffiata meno spesso in inverno e più spesso durante la stagione di crescita attiva, in primavera e in autunno. Durante l'inverno, la crescita rallenta notevolmente e la pianta non consuma molta energia o acqua. L'acqua che si perde per evaporazione nell'aria più fresca dell'inverno è minore, il che significa che il terreno rimane umido molto più a lungo rispetto all'estate. Questo vale anche per il clima generale intorno a casa vostra. Se vivete in una zona umida con molte piogge, dovrete annaffiare meno spesso rispetto a chi vive in un clima secco e arido. Ricordate che le condizioni di una stessa località geografica possono variare notevolmente in base alla stagione e all'uso del riscaldamento e dell'aria condizionata. Piantagione all'aperto Se Echinocereus engelmannii viene piantato nel terreno, dopo aver creato un apparato radicale, non dovrebbe aver bisogno di acqua supplementare oltre a quella che riceve attraverso le precipitazioni e la rugiada. Tuttavia, in caso di lunghi periodi di siccità, si consiglia di annaffiare occasionalmente. In altre zone dove il Echinocereus engelmannii può essere coltivato solo in contenitore, questa pianta può essere spostata all'esterno in primavera e in estate, quando la temperatura è adeguata, per poi essere riportata all'interno quando le temperature iniziano a scendere. Un Echinocereus engelmannii in vaso tenuto all'esterno di solito ha bisogno di più acqua rispetto alla stessa pianta tenuta in casa, perché c'è molta più esposizione al sole anche in un portico ombreggiato.
Continua a leggere more
Come innaffiare Echinocereus engelmannii?
Il modo migliore per annaffiare Echinocereus engelmannii è quello di bagnarlo a fondo e poi lasciarlo asciugare prima di annaffiarlo di nuovo. Poiché questa pianta tollera un po' la siccità, si può lasciare che si asciughi abbastanza prima di annaffiare di nuovo. È sempre meglio dare a questo tipo di pianta poca acqua piuttosto che troppa. Quando annaffiate, assicuratevi che il terriccio sia ben bagnato in tutto il vaso. Non versate l'acqua in un solo punto, ma cercate di girare intorno a tutto il bordo della fioriera per essere sicuri di bagnare tutti i lati della pianta. La giusta quantità d'acqua dipende dalle dimensioni del contenitore e dalla quantità d'acqua assorbita dal terreno. Date al vostro Echinocereus engelmannii una quantità d'acqua sufficiente a farla defluire dai fori di drenaggio e poi (idealmente) lasciate l'acqua drenata nel sottovaso per circa 20-30 minuti affinché si assorba nelle sacche asciutte del terreno. Dopodiché, scartate l'acqua in eccesso ancora presente nel sottovaso per evitare che il terreno si impregni d'acqua. Anche l'irrigazione dal basso è un metodo eccellente per Echinocereus engelmannii, in quanto si può essere certi che il terreno venga inumidito a fondo. Questo processo consiste nel mettere il vaso in un sottovaso d'acqua e lasciare che il terreno assorba l'umidità attraverso i fori di drenaggio. Saprete che il terreno ha assorbito abbastanza acqua quando lo strato superiore sarà umido. Questa operazione richiede un po' più di tempo rispetto all'irrigazione dall'alto, ma è quasi infallibile per ottenere una distribuzione uniforme dell'acqua in tutto il vaso. L'habitat originario di Echinocereus engelmannii è relativamente secco e poco piovoso, ma quando piove il terreno si inumidisce completamente. È quindi possibile imitare questa situazione innaffiando la pianta dal basso quando il terreno è completamente asciutto. Per Echinocereus engelmannii è meglio un'annaffiatura profonda del terreno piuttosto che un'annaffiatura leggera e frequente.
Continua a leggere more
left right
Cultivation:FertilizerDetail

Come concimare Echinocereus engelmannii?

Cultivation:FertilizerDetail
icon
Concimazione intelligente per una crescita rigogliosa
Scopri il concime giusto e i consigli per la cura delle piante, per farle fiorire in ogni stagione.
Perché devo concimare il mio Echinocereus engelmannii?
Fertilizzazione Echinocereus engelmannii aggiunge sostanze nutritive al terreno di coltura. Anche se immagazzina acqua e sostanze nutritive, l'applicazione di nutrimento per piante durante la stagione di crescita aiuta a sostenere una crescita sana. La concimazione può anche incoraggiare gli esemplari maturi a produrre fioriture durante la stagione di crescita.
Continua a leggere more
Quando è il momento migliore per concimare il mio Echinocereus engelmannii?
Sebbene tutte le piante traggano beneficio da un apporto supplementare di sostanze nutritive, Echinocereus engelmannii necessita solo di una leggera dose di fertilizzante durante la stagione di crescita. La frequenza di concimazione dovrebbe essere di 1-2 volte l'anno. Si consiglia di concimare Echinocereus engelmannii in primavera e in autunno, ma non in inverno ed estate, quando è dormiente. Fate attenzione alle piante rinvasate: è bene ridurre la quantità di fertilizzante. È anche una buona idea aspettare un paio di mesi dopo il rinvaso prima di iniziare ad applicare il fertilizzante.
Continua a leggere more
Quando dovrei evitare di concimare il mio Echinocereus engelmannii?
Come la maggior parte delle piante, Echinocereus engelmannii ha un periodo di dormienza ed è il momento in cui si desidera interrompere le applicazioni di fertilizzante. In estate e in inverno, la pianta cessa di crescere ed è in questo periodo che è bene sospendere le applicazioni di fertilizzante. È anche una buona idea interrompere la concimazione per i primi due mesi dopo il rinvaso in primavera.
Continua a leggere more
Di che tipo di fertilizzante ha bisogno il mio Echinocereus engelmannii?
Per la concimazione di Echinocereus engelmannii è meglio utilizzare un fertilizzante liquido formulato per piante grasse e cactus. Diluire il fertilizzante con acqua fino a metà. Non si vuole che il fertilizzante si accumuli nel terreno. Applicare il fertilizzante alla base della pianta e innaffiare abbondantemente, assicurandosi che l'umidità in eccesso scoli dal contenitore o penetri nel terreno.
Continua a leggere more
Come posso concimare il mio Echinocereus engelmannii?
È più facile usare un fertilizzante liquido quando si concima Echinocereus engelmannii, ma un'altra opzione è rappresentata dai granuli. Seguite le indicazioni sulla confezione, assicurandovi di diluire i fertilizzanti liquidi a metà. Sia che si usino i granuli sia che si usi il concime liquido, applicatelo sempre al terreno. Coprite i granuli con un sottile strato di terra e acqua, indipendentemente dal tipo di fertilizzante utilizzato.
Continua a leggere more
Cosa succede se fertilizzo troppo il mio Echinocereus engelmannii?
La concimazione eccessiva di Echinocereus engelmannii è un problema comune a giardinieri nuovi ed esperti. La pianta ha un basso fabbisogno nutrizionale ed è facile applicare un po' troppo fertilizzante. Un'eccessiva concimazione di Echinocereus engelmannii può bruciare le sensibili radici della pianta, causandone il lento decadimento. Senza il suo apparato radicale, la pianta non può assorbire le sostanze nutritive e l'umidità.
Continua a leggere more
left right
Cultivation:SunlightDetail

Quali sono i requisiti di luce solare per Echinocereus engelmannii?

Cultivation:SunlightDetail
icon
Ottimizza la salute delle piante con un'illuminazione ideale
Trova i posti migliori per ottimizzare la loro salute, semplicemente usando il tuo telefono.
Di quanta luce solare ha bisogno Echinocereus engelmannii per crescere?
Echinocereus engelmannii dovrebbe ricevere almeno 6 ore di sole al giorno, e preferibilmente di più. Il numero minimo effettivo di ore può variare a seconda dell'intensità della luce solare e di altri fattori ambientali, ma è improbabile che il Echinocereus engelmannii riceva troppa luce solare. Se la cavano bene con un massimo di 14 ore di sole al giorno.
Continua a leggere more
Di che tipo di luce solare ha bisogno Echinocereus engelmannii?
Echinocereus engelmannii ha bisogno di molta luce solare. Essendo piante da pieno sole, possono prosperare quando ricevono luce diretta o un sole indiretto e luminoso. Alcuni tipi possono sopravvivere con il sole parziale, ma in genere è meglio avere più luce solare.
Continua a leggere more
Devo proteggere Echinocereus engelmannii dall'esposizione al sole?
Echinocereus engelmannii La pianta di solito cresce in alcuni dei luoghi più caldi e soleggiati del mondo e si è ben adattata a questo tipo di ambiente, per cui non ha bisogno di essere protetta dal sole. Tuttavia, bisogna fare attenzione a spostare improvvisamente la pianta in un luogo molto soleggiato se il vostro Echinocereus engelmannii non è abituato. Le piante hanno bisogno di tempo per adattarsi a condizioni diverse, quindi iniziate a spostare la pianta al sole per un paio d'ore al giorno, poi allungate gradualmente l'esposizione al sole. Una volta adattata, la maggior parte dei tipi di Echinocereus engelmannii sta bene in pieno sole e non ha bisogno di protezione.
Continua a leggere more
Cosa succederà se Echinocereus engelmannii non riceve abbastanza luce solare?
Senza una quantità sufficiente di luce solare, Echinocereus engelmannii non riesce a crescere e a prosperare. I sintomi più comuni di una luce solare insufficiente includono una colorazione pallida, foglie appassite e caduta delle foglie. Echinocereus engelmannii può anche presentare un'eziolatura (chiamata anche "legginess"). Questa condizione si verifica quando la pianta cerca di allungarsi verso la fonte di luce, provocando un aspetto rado e steli deboli.
Continua a leggere more
Cosa succede se Echinocereus engelmannii riceve troppa luce solare?
Echinocereus engelmannii Le piante di questo tipo possono sviluppare sfumature di rosso, rosa o arancione per proteggersi dall'eccesso di luce solare, per cui molte persone amano provocare un leggero stress solare a queste piante durante l'estate. Questo non è dannoso e le piante tornano alla loro colorazione normale quando i livelli di luce diminuiscono dall'autunno alla primavera. Se viene portato troppo rapidamente al sole diretto, Echinocereus engelmannii può soffrire di scottature. Si tratta di macchie bianche o marroni sulle foglie più alte che sono state esposte al sole. Una pianta bruciata dal sole deve essere spostata in una posizione più ombreggiata e annaffiata se necessario. Le foglie danneggiate dal sole possono essere rimosse e col tempo dovrebbero essere sostituite da una nuova crescita.
Continua a leggere more
Il sito Echinocereus engelmannii ha bisogno di cure particolari per quanto riguarda la luce solare durante le sue diverse fasi di crescita?
Come per la maggior parte delle piante, i giovani Echinocereus engelmannii sono più sensibili alla forte luce solare e al calore rispetto agli esemplari maturi. Inoltre, subito dopo il trapianto, è necessario proteggerle dal sole diretto, con un'ombra o mantenendo il contenitore in una posizione più ombreggiata fino a quando la pianta non si sarà stabilita e non sarà cresciuta.
Continua a leggere more
Ci sono delle precauzioni o dei consigli per la luce del sole e per Echinocereus engelmannii?
È meglio innaffiare Echinocereus engelmannii al mattino, soprattutto nei mesi estivi. Se l'acqua si deposita sulle foglie o sulla chioma della pianta, può bruciarla quando l'acqua si riscalda. È anche meglio non annaffiare la sera, perché le temperature notturne più fresche rallentano l'evaporazione e funghi o batteri possono svilupparsi in condizioni di umidità. Echinocereus engelmannii Le piante coltivate in vaso dovrebbero essere ruotate di tanto in tanto per mantenere una crescita simmetrica. Le piante crescono normalmente verso la fonte di luce, quindi possono svilupparsi molto più rapidamente su un lato rispetto all'altro se non vengono ruotate. Se Echinocereus engelmannii si lascia impolverare, non sarà in grado di accedere alla luce solare per creare energia. La polvere agisce come una barriera, quindi la pianta può mostrare segni di luce insufficiente anche se si trova in una posizione soleggiata. Per evitare questo problema, tenete pulite le foglie e gli steli strofinandoli periodicamente con un panno umido.
Continua a leggere more
left right
Cultivation:PruningDetail

Come potare Echinocereus engelmannii ?

Cultivation:PruningDetail
icon
Potatura semplificata
Le nostre guide facili da seguire aiutano le tue piante a crescere più sane e forti in poco tempo.
close
care_advanced_guide

Guida avanzata alla cura

feedback
Feedback
Cultivation:WaterAndHardinessDetail

Qual è l'intervallo di temperatura ideale per Echinocereus engelmannii?

Cultivation:WaterAndHardinessDetail
icon
Scopri il clima perfetto di ogni pianta
Usa la nostra app per trovare la temperatura ideale per far fiorire le tue piante tutto l'anno.
Qual è la temperatura ideale per il vostro Echinocereus engelmannii?
È più indicato mantenere il sito Echinocereus engelmannii in un particolare intervallo di condizioni. Le temperature di 75-90℉ (25-32℃) sono ideali per la pianta. All'inizio della stagione invernale, la temperatura non dovrebbe scendere sotto i 75℉(25℃) per Echinocereus engelmannii. È possibile anche spostarlo in casa, in quanto sarà più protetto dagli estremi. Nonostante ciò, il Echinocereus engelmannii può sopravvivere a temperature estreme. A volte può sopravvivere a temperature basse come 50℉ (15℃), ma non è l'ideale. È consigliabile portarlo all'interno se si prevedono condizioni invernali all'esterno.
Continua a leggere more
Come devo regolare la temperatura del mio Echinocereus engelmannii durante le diverse fasi di crescita?
Echinocereus engelmannii ha diverse fasi di crescita. Nella prima fase, il seme dormiente cresce e si trasforma in una piantina. Per crescere, i semi dormienti hanno bisogno di condizioni adeguate nell'ambiente circostante, poiché per germinare hanno bisogno di una temperatura di 75-90℉ (25-32℃). Il periodo ideale per una crescita vigorosa è l'estate, poiché la temperatura più adatta è di circa 85℉(30℃). È possibile adattare la collocazione di Echinocereus engelmannii dall'interno alla luce del sole durante i caldi mesi estivi per ricevere una quantità sufficiente di luce solare.
Continua a leggere more
Come posso mantenere il mio Echinocereus engelmannii caldo nelle stagioni fredde?
È consigliabile portare il Echinocereus engelmannii al chiuso per evitare le rigide condizioni invernali. Le persone optano per l'acquisto di diversi tipi di luci di coltivazione per fornire una luce solare sufficiente alla pianta. Tuttavia, se la vostra casa non è estremamente buia, non è essenziale acquistare queste luci. Tenete le piante in un luogo in cui ricevano la maggior quantità di luce solare possibile. La luce deve essere sufficiente per far prosperare Echinocereus engelmannii in inverno. Se avete diverse Echinocereus engelmannii, tenetele in rotazione in modo che tutte ricevano abbastanza luce solare. Se vivete in zone settentrionali con clima rigido, evitate di posizionare Echinocereus engelmannii troppo vicino alla finestra. Il freddo potrebbe essere estremo per loro e quindi potrebbero danneggiarsi.
Continua a leggere more
Cosa succede al mio Echinocereus engelmannii quando la temperatura è troppo alta o troppo bassa?
La pianta di Echinocereus engelmannii può crescere meglio in estate e a temperature calde di 90℉(32℃), ma è necessario proteggerla dalle temperature estreme durante i climi caldi. Tuttavia, durante l'inverno, è meglio tenere la pianta all'asciutto. Echinocereus engelmannii si trova bene nei climi temperati con temperature comprese tra 75-90℉ (25-32℃). Tuttavia, alcuni giardinieri possono esporre il loro Echinocereus engelmannii a temperature estreme, causando stress alle piante. Sebbene le temperature elevate comprese tra 90℉ e 95℉ (32-35℃) possano aiutare a mantenere i colori intensi di Echinocereus engelmannii, è necessario fare attenzione quando si tenta questo tipo di esperimento. Durante la calda stagione estiva, le temperature estremamente elevate possono bruciare Echinocereus engelmannii danneggiando il fusto e l'apparato radicale. Durante le ore più calde della giornata (quando la temperatura è estremamente elevata), prendete in considerazione la possibilità di spostare la pianta in un luogo ombreggiato o di proteggerla con un telo ombreggiante.
Continua a leggere more
Come devo regolare la temperatura del mio Echinocereus engelmannii nelle diverse stagioni?
In estate, le alte temperature rallentano la crescita di Echinocereus engelmannii per sopravvivere a temperature troppo elevate. Con l'arrivo dei periodi più freschi e delle piogge, Echinocereus engelmannii inizia a crescere. Se il luogo in cui vivete ha estati calde e inverni tiepidi con maggiori precipitazioni, non dovete cambiare nulla. Tuttavia, se vivete in un luogo con inverni freddi, dovreste lasciare che il vostro Echinocereus engelmannii cresca di più in estate e si riposi in inverno. Questo perché in inverno non c'è abbastanza luce solare per la crescita di Echinocereus engelmannii. Se vivete in un luogo con temperature rigide, potete aiutare Echinocereus engelmannii a entrare in dormienza abbassando la temperatura a 50℉-75℉ (15℃-25℃).
Continua a leggere more
Come posso mantenere caldo il mio Echinocereus engelmannii senza un cuscinetto riscaldante?
Per resistere alle temperature esterne, come soluzione, potete isolare il vostro Echinocereus engelmannii con teli antigelo, coperture per filari, tende, ecc. Potete anche pacciamare il vostro Echinocereus engelmannii con piccole rocce. La pacciamatura del terreno di Echinocereus engelmannii fornirà calore alle piante e non permetterà di annaffiare eccessivamente la pianta.
Continua a leggere more
Come posso proteggere il mio Echinocereus engelmannii dai danni causati dalla temperatura?
Echinocereus engelmannii è adattata alla luce del sole e richiede una quantità sufficiente di luce solare per una crescita sana. È possibile collocarla in un ambiente esterno senza alcuna ombra. Tuttavia, Echinocereus engelmannii non dovrebbe essere tenuto a lungo alla luce del sole durante la calda estate, quando è necessario metterlo all'ombra per evitare che la temperatura estrema lo danneggi. Se l'inverno è estremo nella nostra zona, è necessario tenere il Echinocereus engelmannii in casa per evitare che si congeli.
Continua a leggere more
Quali sono i consigli e le precauzioni per mantenere il mio Echinocereus engelmannii alla giusta temperatura?
Aumentate l'acqua e il fertilizzante durante la crescita delle piante in primavera e in estate. Evitare che le piante ricevano troppa luce solare. Per raffreddare le piante, spruzzate acqua intorno a loro quando la temperatura è eccezionalmente alta, ma non mettete l'acqua sul fusto.
Continua a leggere more
left right
Cultivation:SoilDetail

Qual è il terreno migliore per Echinocereus engelmannii?

Cultivation:SoilDetail
Cultivation:PropagationDetail

Come propagare Echinocereus engelmannii?

Riproduzione

Echinocereus engelmannii è una pianta deliziosa. Se volete averne di più, potete propagarle come segue. La stagione di crescita attiva, durante la primavera e l'estate, è il momento migliore per propagare Echinocereus engelmannii. Durante questo periodo, le piante stanno generando molta energia per la nuova crescita e dovrebbero avere molti steli che possono essere utilizzati per la propagazione. Inoltre, in questa stagione possono recuperare le talee prelevate rispetto alle stagioni autunnali e invernali, che sono più lente. Di seguito sono elencati i preparativi necessari per la propagazione. Forbici o coltelli affilati Soluzione di candeggina diluita o alcol isopropilico per pulire gli strumenti Vaso o vassoio da vivaio con fori di drenaggio Terriccio speciale per piante grasse Sacchetto di plastica trasparente o cupola di umidità per coprire le talee Ormone radicante (facoltativo ma consigliato) guanti da giardinaggio Fasi: Fase 1: Preparare i contenitori riempiendoli con il materiale da piantagione inumidito, lasciando circa mezzo centimetro di spazio dalla cima del contenitore. Fase 2: Scegliere le parti sane per la propagazione. Tagliate i nodi sani del fusto; i nodi non devono essere una nuova crescita, perché non è facile che riesca. È necessario utilizzare un coltello pulito per rompere o tagliare lo stelo intatto nel punto in cui si trova il nodo. Fase 3: Lasciatevele per 1-2 settimane, poiché è necessario attendere che le ferite del taglio si asciughino prima di prelevare le talee. Immergere l'estremità inferiore della talea nella polvere radicante (se utilizzata) secondo le indicazioni. Fase 4: inserire gli steli in un substrato sciolto e arieggiato, tenendoli inclinati, ciascuno a circa un terzo del percorso nel substrato. Innaffiate abbondantemente una volta dopo la messa a dimora, dopodiché aspettate che il terreno sia asciutto per 5 cm sotto la superficie prima di annaffiare di nuovo. Fase 5: collocare la pianta in un luogo in cui le talee possano ricevere luce, ma non la luce diretta del sole, che potrebbe essere troppo intensa per le talee. Innaffiate di tanto in tanto e non lasciate che Echinocereus engelmannii si asciughi. La maggior parte delle specie inizierà a produrre radici in circa 3 settimane. Dopo la radicazione, la pianta svilupperà gradualmente nuove foglie; a questo punto è possibile iniziare a indurire la Echinocereus engelmannii pianta. L'indurimento consiste nell'esporre gradualmente le Echinocereus engelmannii piante alla luce del sole, in modo che abbiano il tempo di adattarsi prima di essere spostate definitivamente all'esterno. L'indurimento di solito dura da 1 a 2 settimane, a seconda delle condizioni esterne e del tipo di Echinocereus engelmannii. Dopo questo periodo, Echinocereus engelmannii può essere piantato in contenitori o direttamente nel terreno. Se la pianta produce semi, può essere propagata seminandoli. Seminare i semi di Echinocereus engelmannii solo con tempo caldo, preferibilmente nelle ultime settimane di primavera, dopo che è passato il pericolo di gelo o di abbassamento delle temperature. Anche nella stagione calda, assicuratevi che il terreno sia sufficientemente riscaldato, poiché un terreno più freddo può ostacolare la germinazione e la crescita. Se volete seminare i semi in anticipo, dovete farlo in casa per ottenere una germinazione di successo.Per seminare Echinocereus engelmannii nel vostro terreno di coltura, non avete bisogno di molti strumenti extra per portare a termine il lavoro. Indossate i guanti da giardinaggio e iniziate! Semi sani e pieni, il tasso di germinazione di questi semi sarà più alto. Terreno di coltura con terriccio diviso in file Fertilizzante o compost (facoltativo) un divisore o un paletto Un flacone spray per idratare il terreno Un pezzo di pellicola di plastica (facoltativo) Fase 1: Preparare il terreno: Mescolate il terreno con il fertilizzante organico. Si consiglia di utilizzare un fertilizzante completamente marcio, il cui volume non deve superare un quarto del volume del terreno. Fase 2: cospargere le piante nel terreno. Fase 3: dopo la semina, innaffiare bene il terreno del contenitore per fornire acqua sufficiente alla germinazione dei semi. Fase 4: pacciamare la superficie del terriccio del contenitore per idratare il terreno e favorire la germinazione dei semi. Utilizzate una bomboletta spray per spruzzare il terreno con acqua quando il terreno è relativamente asciutto. Continuate così fino alla germinazione dei semi. Nota: prima che i semi germoglino, possono essere tenuti in un luogo con poca luce. Ma dopo la germinazione dei semi, è necessario aggiungere luce alla pianta per tempo, altrimenti la crescita sarà eccessiva.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
close
Cultivation:PropagationDetail
Cultivation:PlantingDetail

Come piantare Echinocereus engelmannii?

Cultivation:PlantingDetail
Cultivation:HarvestDetail

Come raccogliere Echinocereus engelmannii?

Cultivation:HarvestDetail
PlantCare:TransplantSummary

Come trapiantare Echinocereus engelmannii?

PlantCare:TransplantSummary
icon
Semplifica il trapianto delle piante
Comprendi i tempi, le tecniche e i suggerimenti migliori per spostare con successo i tuoi amici frondosi.
seasonal-tip

Misure precauzionali stagionali

Durante il picco della crescita in primavera, estate e autunno, aumenta l'acqua e il fertilizzante. Evita l'esposizione alla luce solare nei periodi estivi più caldi. Spruzza l'acqua attorno alla pianta per rinfrescarla quando la temperatura è troppo alta, ma evita di lasciare acqua sugli steli. Evita che l'acqua ristagni nel terreno. In inverno, innaffia la pianta il meno possibile o smetti del tutto, e non usare il fertilizzante.
seasonal-tip
care_scenes

Ulteriori informazioni su Echinocereus Engelmannii Crescita e cura

feedback
Feedback
Guida alle cure di base
Trapianto
2-3 feet
Il momento ottimale per trapiantare echinocereus engelmannii è durante i periodi più freschi, poiché la fase di dormienza riduce lo stress. Scegli una posizione soleggiata con un ottimo drenaggio. Se il trapianto è necessario, maneggiare con cura per evitare danni alle radici.
Tecniche di trapianto
care_pet_and_diseases

Parassiti e malattie comuni

feedback
Feedback
Problemi comuni relativi a Echinocereus engelmannii, basati su 10 milioni di casi reali
icon
Cura e previeni le malattie delle piante.
Il medico delle piante con IA ti aiuta a diagnosticare i problemi delle piante in pochi secondi.
Cicatrici
Cicatrici Cicatrici
Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Soluzioni: In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni: Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Carenza di luce
Carenza di luce Carenza di luce
Carenza di luce
La mancanza di luce solare fa sì che gli steli e le foglie si allunghino e appaiano di colore più chiaro.
Soluzioni: Carenza di luce può essere affrontato solo aumentando la disponibilità di luce e queste misure fermeranno solo un'ulteriore etoliazione; la distorsione di corrente non può essere invertita. Sposta la pianta in una posizione in cui riceve più luce. Controlla i requisiti per specie specifiche, poiché troppa luce solare può bruciare una pianta. Introdurre un'adeguata illuminazione artificiale. Alcune persone scelgono di potare gli steli più lunghi in modo che la pianta possa concentrarsi su una nuova crescita sana sotto l'illuminazione migliore.
Muffa nel terreno
Muffa nel terreno Muffa nel terreno
Muffa nel terreno
I funghi del suolo compaiono a causa dell'umidità ambientale e sono generalmente innocui per le piante.
Soluzioni: Misure da adottare per rimuovere muffa nel terreno : Rimuovere fisicamente muffe/funghi - rimuovere e smaltire i funghi. Per rimuovere la muffa, raschiare 1/8" di terreno dalla superficie. Aggiungi uno strato di sabbia o ghiaia - l'aggiunta di 1/4" di sabbia o ghiaia sulla superficie del terreno scoraggerà la nuova crescita di funghi Cospargi un trattamento antimicotico intorno alle piante : questo non deve essere un fungicida commerciale, poiché molti coltivatori giurano su rimedi completamente naturali come cannella e bicarbonato di sodio Alcuni tipi di muffe contengono tossine che possono essere dannose per l'uomo o irritare chi soffre di allergie o asma. Indossare una maschera antipolvere durante l'esecuzione di queste attività.
Marciume del fusto
Marciume del fusto Marciume del fusto
Marciume del fusto
L'infezione batterica può far sì che gli steli diventino morbidi e marci.
Soluzioni: Se la pianta viene infettata solo leggermente, a volte può essere salvata. Questo vale principalmente per le piante d'appartamento che vengono coltivate in vaso. Ecco cosa fare. Rimuovi la pianta dal vaso e scuoti delicatamente quanto più terreno possibile. Utilizzando strumenti di potatura che sono stati disinfettati, rimuovere eventuali foglie e radici malate. Assicurati che la nuova pentola abbia dei buoni fori di drenaggio e lavala con una parte di candeggina e nove parti di acqua per assicurarti che sia completamente pulita e igienizzata. Immergi le radici della pianta nel fungicida per eliminare le spore fungine rimaste prima di invasare nel terreno di coltura pulito. Innaffia la pianta solo quando il pollice superiore del terreno è asciutto e non lasciare mai che la pianta sieda nell'acqua. Per le piante che crescono nel terreno, è meglio rimuovere le piante infette e distruggerle. Non piantare nello stesso punto fino a quando il terreno non si è asciugato e non è stato trattato con un fungicida.
close
Cicatrici
plant poor
Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le cicatrici in una pianta si formano quando questa subisce un trauma e sviluppa tessuti al di sotto o intorno alla superficie ferita per proteggerla. Si crea, in poche parole, una crosta protettiva sulla ferita.
Diverse sono le cause che potrebbero provocarle:
  1. Persone o animali, passandovi vicino, possono urtare e danneggiare la pianta.
  2. Organismi patogeni come insetti, batteri o funghi, possono danneggiare la pianta. Gli insetti possono aggredire la pianta per cibarsi delle sue parti o pungerla per suggere la linfa o deporre le loro uova, mentre i batteri e i funghi possono aggredirla causando necrosi o formazione di vesciche.
  3. Le potature possono lasciare ferite sulla pianta, soprattutto se mal eseguite.
  4. L'eccessiva esposizione al sole e/o al calore può causare la bruciatura dei tessuti della pianta (specialmente sulle foglie ma anche su rami e fusto), soprattutto se il suolo è secco.
Soluzioni
Soluzioni
In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni:
  1. Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali.
  2. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita.
  3. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli.
  4. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Prevenzione
Prevenzione
Per una corretta prevenzione:
  1. Utilizza sempre piante adatte ai diversi tipi di clima, terreno o altre condizioni ambientali.
  2. Esamina le piante prima dell’impianto cercando di individuare la presenza di organismi patogeni e limitarne la diffusione.
  3. Esegui correttamente le potature e contatta, quando possibile, personale esperto.
  4. Controlla periodicamente la tua pianta per individuare sintomi di stress e prevenire la formazione di ferite e cicatrici.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Carenza di luce
plant poor
Carenza di luce
La mancanza di luce solare fa sì che gli steli e le foglie si allunghino e appaiano di colore più chiaro.
Panoramica
Panoramica
Tutte le piante richiedono luce e se non la ricevono nelle quantità di cui hanno bisogno, ciò distorce la loro crescita in un processo noto come eziolazione. In sostanza, le piante eziolate stanno deviando tutta la loro energia per diventare più alte nel disperato tentativo di raggiungere una posizione in cui possano soddisfare le loro esigenze di luce. Molti altri fattori di crescita sono danneggiati da questo, e così le piante prive di luce possono diventare deboli e distorte fino a diventare quasi irriconoscibili. i sintomi del carenza di luce sono più comunemente osservati nelle piante d'appartamento, ma possono essere colpiti anche gli esemplari all'aperto.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Sebbene i sintomi varino nelle diverse piante, i sintomi generali del carenza di luce sono facili da individuare.
  1. Gli steli delle piante crescono alti e allampanati.
  2. Ci sono meno foglie e sia le foglie che gli steli tendono ad avere un aspetto pallido e insipido. Ciò è dovuto alla carenza di clorofilla.
  3. Tutte le parti della pianta si indeboliscono e possono cadere, poiché l'energia viene deviata verso una crescita troppo rapida mentre la pianta si allunga verso qualsiasi fonte di luce.
Causa della malattia
Causa della malattia
Le piante hanno bisogno della luce solare in quantità variabili per la fotosintesi, un processo che produce energia per la crescita e la produzione di frutta e fiori. Carenza di luce fa sì che una pianta devii tutta l'energia verso la crescita (apicale) verso l'alto per trovare una luce migliore. Gli ormoni vegetali chiamati auxine vengono trasportati dalla punta della pianta in crescita attiva verso il basso, per sopprimere la crescita laterale. Un calo del pH cellulare innesca le espansine, proteine della parete cellulare non enzimatiche, per allentare le pareti cellulari e consentire loro di allungarsi. Questo allungamento si traduce nell'anormale allungamento degli steli, in particolare degli internodi, o nella "leggerezza" delle piante che si osserva nelle piante etoliate.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Muffa nel terreno
plant poor
Muffa nel terreno
I funghi del suolo compaiono a causa dell'umidità ambientale e sono generalmente innocui per le piante.
Panoramica
Panoramica
Se c'è muffa nel terreno attorno alle piante, questo non è necessariamente un motivo di panico. La muffa può verificarsi per diversi motivi. Il più delle volte, è innocuo. I microrganismi che esistono nelle muffe sono, infatti, necessari per una sana vita vegetale. Detto questo, può essere antiestetico e, in alcuni casi, dannoso per alcune piante. È importante capire perché potrebbe formarsi della muffa. È solo dopo che le potenziali cause sono state identificate che si possono adottare misure per impedire la diffusione o la comparsa della muffa in futuro.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Il segno più evidente del muffa nel terreno è, ovviamente, la muffa osservata sulla superficie del terreno. Questo può essere sfocato e di colore bianco, giallo o grigio. Altri sintomi possono includere:
  • Funghi
  • Piante appassite
  • Le piante hanno una crescita stentata
  • Il suolo ha uno strano odore di "off".
  • Caduta prematura delle foglie o marciume di fiori/fiori/frutti
  • L'acqua in eccesso fuoriesce dai fori di drenaggio
Sebbene muffa nel terreno non danneggi sempre la crescita di una pianta, può indicare la presenza di un problema più grande che deve essere affrontato (e questi problemi spesso possono danneggiare le piante).
Causa della malattia
Causa della malattia
Ci sono diverse cause per muffa nel terreno . Capire perché la muffa sta crescendo dovrebbe essere il primo passo per decidere la migliore linea d'azione. Alcune potenziali cause includono:
  • Irrigazione eccessiva: i funghi consumano acqua in eccesso, quindi la presenza di muffe indica che c'è acqua che le piante non usano prontamente
  • Scarso drenaggio : ciò può essere causato da un terreno denso e compatto, dalla mancanza di fori di drenaggio o da una dimensione del vaso inadeguata
  • Scarsa circolazione dell'aria - questo è comune nelle piante coltivate al chiuso, specialmente in inverno quando le finestre sono chiuse
  • Terreno contaminato - mentre tutto il terreno contiene microrganismi, il terreno può contenere spore fungine che portano alla crescita di muffe
  • Le foglie in decomposizione sulla superficie del terreno alimentano lo stampo
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Marciume del fusto
plant poor
Marciume del fusto
L'infezione batterica può far sì che gli steli diventino morbidi e marci.
Panoramica
Panoramica
Marciume del fusto è una malattia grave e può colpire molti diversi tipi di piante. può essere particolarmente diffuso quando la temperatura del terreno supera i 60°F e c'è molta umidità nel terreno. Ciò potrebbe essere dovuto a piogge insolitamente abbondanti o a troppa irrigazione. Una volta che la putrefazione dello stelo si è insediata, è molto difficile sbarazzarsi della malattia e la maggior parte delle piante colpite dovrà essere scartata. Questo è particolarmente vero per verdure, erbe aromatiche e altre piante erbacee che hanno steli morbidi. Questo è il motivo per cui è importante garantire che il terreno utilizzato per la coltivazione di queste piante sia ben drenato e che si evitino eccessi di irrigazione. L'uso di buone pratiche culturali aiuta anche a frenare questi tipi di malattie fungine.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le piante che sono state colpite dal marciume del fusto mostreranno prima un ingiallimento delle foglie inferiori. Questo è seguito da evidente avvizzimento e crescita stentata. Se si esamina da vicino lo stelo della pianta colpita, si noteranno delle macchie scure che iniziano vicino alla base e si spostano verso l'alto. Se le radici delle piante colpite vengono esaminate, appariranno scure e pastose invece che bianche e dall'aspetto sano. Alla fine, l'intera pianta appassirà e morirà.
Causa della malattia
Causa della malattia
Marciume del fusto è causato da una varietà di agenti patogeni fungini presenti nel suolo. Il tipo di fungo dipende dalla specie di pianta colpita. Due funghi responsabili della putrefazione dello stelo sono Rhizoctonia e Fusarium . Questi agenti patogeni fungini vivono nel suolo e migrano verso la pianta quando le condizioni sono ottimali. Ciò include clima caldo e umido ed eccessiva umidità del suolo. Comunemente, le piantine di ortaggi sono colpite da questi funghi. Sclerotinia sclerotiorum è un altro fungo che causa marciume del fusto nelle piante. Questo fungo ha una gamma di ospiti di oltre 350 diverse specie di piante. Le piante più sensibili a questo fungo includono molte varietà vegetali come cetrioli, fagioli, coriandolo, carote, cavoli, meloni, lattuga, piselli, cipolle, pomodori, zucche e zucca. Questo fungo può produrre sintomi diversi in specie diverse. In alcuni casi, il fungo provoca macchie irregolari su steli e altro materiale vegetale che sembrano imbevuti d'acqua. Su altre specie vegetali, il fungo appare come lesioni secche che crescono e cingono lo stelo della pianta. Il terzo tipo di fungo che causa marciume del fusto è Phytophthora capsici . Le piante che appartengono alla famiglia dei cetrioli sono più suscettibili a questa infezione fungina. Questo fungo si manifesta come lesioni imbevute d'acqua sugli steli che poi diventano marroni e cingono lo stelo. Tutti questi agenti patogeni fungini vengono trasmessi alla pianta dagli schizzi d'acqua dal terreno fino alla pianta. Questo perché le spore fungine vivono nel terreno dove aspettano le giuste condizioni per infettare le piante.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
care_more_info

Altro su Echinocereus Engelmannii

feedback
Feedback
Tipo di pianta
Tipo di pianta
Pianta grassa
Durata di Vita
Durata di Vita
Perenne
Diametro della Corona
Diametro della Corona
5 a 10 cm
Periodo di fioritura
Periodo di fioritura
Primavera, Inizio estate
Altezza della Pianta
Altezza della Pianta
30 a 60 cm
icon
Identifica le piante in un attimo
Identifica istantaneamente le piante con l'AI: scatta una foto e ottieni risultati precisi in pochi secondi.
icon
Trova le amiche verdi perfette per te.
Progetta la tua oasi verde in base ai tuoi criteri: tipo di piante, sicurezza degli animali domestici, livello di competenza, ubicazione e altro ancora.
care_faq

Problemi Comuni

feedback
Feedback

Perché questo stelo carnoso è sempre più sottile man mano che cresce?

more more
Se lo stelo è troppo sottile, le cause possono essere insufficiente luce solare, troppo poca acqua, o mancanza di fertilizzazione. Sposta il vaso in un punto più luminoso, ma fa' attenzione che il sole non bruci la pianta. Aumenta la quantità di acqua e fertilizzante.

Come gestisco il marciume radicale o dello stelo?

more more
L'acqua in eccesso spesso porta al marciume radicale o dello stelo. Evita che l'acqua si accumuli nel terreno. Pota le radici e gli steli marciti, e sposta la pianta in un nuovo vaso in un punto ben ventilato. Il terreno non dovrebbe essere troppo compatto e dovrebbe essere il più possibile permeabile all'aria.

Perché la mia pianta di echinocereus engelmannii non fiorisce mai?

more more
Come prima cosa, per la tua pianta potrebbe non essere il momento di fiorire. Il periodo tra quando nascono le piantine e la fioritura può andare dai 2 ai 20 anni o più. Inoltre, la pianta può aver bisogno di più luce solare, calore o fertilizzante. Aumenta l'esposizione alla luce solare e dai più fertilizzante in modo appropriato, usando fertilizzanti con fosforo e potassio, o acquista un fertilizzante speciale specifico per la fioritura delle piante di echinocereus engelmannii.

Perché la mia pianta di echinocereus engelmannii è diventata gialla?

more more
Le piante di echinocereus engelmannii si ingialliscono se viene data loro troppa acqua, troppo poca luce solare, o a causa dei parassiti. Una pianta di echinocereus engelmannii non richiede molta acqua, e se gliene viene data troppa può risultare nell'anossia o nel marciume radicale. In generale, non deve essere innaffiata spesso. Fallo solo quando il terreno è completamente secco. Ricorda di rimuovere anche l'acqua presente nel sottovaso. Puoi aumentare l'esposizione alla luce solare, ma evita che sia luce diretta perché potrebbe bruciare la pianta. Se c'è qualche parassita, toglilo con l'alcool. Se si tratta di una vera e propria infestazione, spruzza del pesticida.
plant

Un botanico in tasca

plant
plant

App

plant
close
product icon
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
La tua Guida Definitiva per le Piante
Identifica, coltiva e nutri nel modo migliore!
product icon
17.000 specie locali e 400.000 specie mondiali studiate
product icon
Quasi 5 anni di ricerche
product icon
Più di 80 studiosi di botanica e giardinaggio
ad
ad
Un botanico in tasca
Scan the QR code with your phone camera to download the app
close
title
Un botanico in tasca
qrcode
Scansiona il codice QR per effettuare il download
Su
Cura di Base
Cura Avanzata
Ulteriori istruzioni
Parassiti e Malattie
Maggiori informazioni
Domande Frequenti
Echinocereus engelmannii
Echinocereus engelmannii
Echinocereus engelmannii
Echinocereus engelmannii
Echinocereus engelmannii

Come coltivare e curare Echinocereus Engelmannii

icon
Identifica istantaneamente le piante con un semplice clic
Scatta una foto per ottenere l'identificazione istantanea delle piante, ottenendo informazioni rapide sulla prevenzione delle malattie, il trattamento, la tossicità, la cura, gli utilizzi e il simbolismo, ecc.
Scarica l'App
symbolism

Simbolismo

Resistenza
Acqua
Ogni 3 settimane
Acqua
Luce Solare
Pieno sole
Luce Solare
care_basic_guide

Guida di Base per la Cura

feedback
Cultivation:WaterDetail

Come innaffiare Echinocereus engelmannii?

Cultivation:WaterDetail
icon
Scopri l'apporto idrico ideale della tua pianta
Utilizza il nostro calcolatore per scoprire di quanta acqua hanno bisogno le tue piante per una salute ottimale.
Scarica l'App
Cosa devo fare se innaffio troppo o troppo poco il mio Echinocereus engelmannii?
more
Con quale frequenza devo annaffiare il mio Echinocereus engelmannii?
more
Cosa devo considerare quando innaffio il mio Echinocereus engelmannii?
more
Come innaffiare Echinocereus engelmannii?
more
Mostra di più more
Cultivation:FertilizerDetail

Come concimare Echinocereus engelmannii?

Cultivation:FertilizerDetail
icon
Concimazione intelligente per una crescita rigogliosa
Scopri il concime giusto e i consigli per la cura delle piante, per farle fiorire in ogni stagione.
Scarica l'App
Perché devo concimare il mio Echinocereus engelmannii?
more
Quando è il momento migliore per concimare il mio Echinocereus engelmannii?
more
Quando dovrei evitare di concimare il mio Echinocereus engelmannii?
more
Di che tipo di fertilizzante ha bisogno il mio Echinocereus engelmannii?
more
Mostra di più more
Cultivation:SunlightDetail

Quali sono i requisiti di luce solare per Echinocereus engelmannii?

Cultivation:SunlightDetail
icon
Ottimizza la salute delle piante con un'illuminazione ideale
Trova i posti migliori per ottimizzare la loro salute, semplicemente usando il tuo telefono.
Scarica l'App
Di quanta luce solare ha bisogno Echinocereus engelmannii per crescere?
more
Di che tipo di luce solare ha bisogno Echinocereus engelmannii?
more
Devo proteggere Echinocereus engelmannii dall'esposizione al sole?
more
Cosa succederà se Echinocereus engelmannii non riceve abbastanza luce solare?
more
Mostra di più more
Cultivation:PruningDetail

Come potare Echinocereus engelmannii ?

Cultivation:PruningDetail
icon
Potatura semplificata
Le nostre guide facili da seguire aiutano le tue piante a crescere più sane e forti in poco tempo.
Scarica l'App
close
care_advanced_guide

Guida avanzata alla cura

feedback
Cultivation:WaterAndHardinessDetail

Qual è l'intervallo di temperatura ideale per Echinocereus engelmannii?

Cultivation:WaterAndHardinessDetail
icon
Scopri il clima perfetto di ogni pianta
Usa la nostra app per trovare la temperatura ideale per far fiorire le tue piante tutto l'anno.
Scarica l'App
Qual è la temperatura ideale per il vostro Echinocereus engelmannii?
more
Come devo regolare la temperatura del mio Echinocereus engelmannii durante le diverse fasi di crescita?
more
Come posso mantenere il mio Echinocereus engelmannii caldo nelle stagioni fredde?
more
Cosa succede al mio Echinocereus engelmannii quando la temperatura è troppo alta o troppo bassa?
more
Mostra di più more
Cultivation:SoilDetail

Qual è il terreno migliore per Echinocereus engelmannii?

Cultivation:SoilDetail
Cultivation:PropagationDetail

Come propagare Echinocereus engelmannii?

Cultivation:PropagationDetail
close

Riproduzione

Echinocereus engelmannii è una pianta deliziosa. Se volete averne di più, potete propagarle come segue. La stagione di crescita attiva, durante la primavera e l'estate, è il momento migliore per propagare Echinocereus engelmannii. Durante questo periodo, le piante stanno generando molta energia per la nuova crescita e dovrebbero avere molti steli che possono essere utilizzati per la propagazione. Inoltre, in questa stagione possono recuperare le talee prelevate rispetto alle stagioni autunnali e invernali, che sono più lente. Di seguito sono elencati i preparativi necessari per la propagazione. Forbici o coltelli affilati Soluzione di candeggina diluita o alcol isopropilico per pulire gli strumenti Vaso o vassoio da vivaio con fori di drenaggio Terriccio speciale per piante grasse Sacchetto di plastica trasparente o cupola di umidità per coprire le talee Ormone radicante (facoltativo ma consigliato) guanti da giardinaggio Fasi: Fase 1: Preparare i contenitori riempiendoli con il materiale da piantagione inumidito, lasciando circa mezzo centimetro di spazio dalla cima del contenitore. Fase 2: Scegliere le parti sane per la propagazione. Tagliate i nodi sani del fusto; i nodi non devono essere una nuova crescita, perché non è facile che riesca. È necessario utilizzare un coltello pulito per rompere o tagliare lo stelo intatto nel punto in cui si trova il nodo. Fase 3: Lasciatevele per 1-2 settimane, poiché è necessario attendere che le ferite del taglio si asciughino prima di prelevare le talee. Immergere l'estremità inferiore della talea nella polvere radicante (se utilizzata) secondo le indicazioni. Fase 4: inserire gli steli in un substrato sciolto e arieggiato, tenendoli inclinati, ciascuno a circa un terzo del percorso nel substrato. Innaffiate abbondantemente una volta dopo la messa a dimora, dopodiché aspettate che il terreno sia asciutto per 5 cm sotto la superficie prima di annaffiare di nuovo. Fase 5: collocare la pianta in un luogo in cui le talee possano ricevere luce, ma non la luce diretta del sole, che potrebbe essere troppo intensa per le talee. Innaffiate di tanto in tanto e non lasciate che Echinocereus engelmannii si asciughi. La maggior parte delle specie inizierà a produrre radici in circa 3 settimane. Dopo la radicazione, la pianta svilupperà gradualmente nuove foglie; a questo punto è possibile iniziare a indurire la Echinocereus engelmannii pianta. L'indurimento consiste nell'esporre gradualmente le Echinocereus engelmannii piante alla luce del sole, in modo che abbiano il tempo di adattarsi prima di essere spostate definitivamente all'esterno. L'indurimento di solito dura da 1 a 2 settimane, a seconda delle condizioni esterne e del tipo di Echinocereus engelmannii. Dopo questo periodo, Echinocereus engelmannii può essere piantato in contenitori o direttamente nel terreno. Se la pianta produce semi, può essere propagata seminandoli. Seminare i semi di Echinocereus engelmannii solo con tempo caldo, preferibilmente nelle ultime settimane di primavera, dopo che è passato il pericolo di gelo o di abbassamento delle temperature. Anche nella stagione calda, assicuratevi che il terreno sia sufficientemente riscaldato, poiché un terreno più freddo può ostacolare la germinazione e la crescita. Se volete seminare i semi in anticipo, dovete farlo in casa per ottenere una germinazione di successo.Per seminare Echinocereus engelmannii nel vostro terreno di coltura, non avete bisogno di molti strumenti extra per portare a termine il lavoro. Indossate i guanti da giardinaggio e iniziate! Semi sani e pieni, il tasso di germinazione di questi semi sarà più alto. Terreno di coltura con terriccio diviso in file Fertilizzante o compost (facoltativo) un divisore o un paletto Un flacone spray per idratare il terreno Un pezzo di pellicola di plastica (facoltativo) Fase 1: Preparare il terreno: Mescolate il terreno con il fertilizzante organico. Si consiglia di utilizzare un fertilizzante completamente marcio, il cui volume non deve superare un quarto del volume del terreno. Fase 2: cospargere le piante nel terreno. Fase 3: dopo la semina, innaffiare bene il terreno del contenitore per fornire acqua sufficiente alla germinazione dei semi. Fase 4: pacciamare la superficie del terriccio del contenitore per idratare il terreno e favorire la germinazione dei semi. Utilizzate una bomboletta spray per spruzzare il terreno con acqua quando il terreno è relativamente asciutto. Continuate così fino alla germinazione dei semi. Nota: prima che i semi germoglino, possono essere tenuti in un luogo con poca luce. Ma dopo la germinazione dei semi, è necessario aggiungere luce alla pianta per tempo, altrimenti la crescita sarà eccessiva.
Mostra di più
more
Sblocca le guide complete per imparare a curare più di 10.000 specie
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
Cultivation:PlantingDetail

Come piantare Echinocereus engelmannii?

Cultivation:PlantingDetail
Cultivation:HarvestDetail

Come raccogliere Echinocereus engelmannii?

Cultivation:HarvestDetail
PlantCare:TransplantSummary

Come trapiantare Echinocereus engelmannii?

PlantCare:TransplantSummary
icon
Semplifica il trapianto delle piante
Comprendi i tempi, le tecniche e i suggerimenti migliori per spostare con successo i tuoi amici frondosi.
Scarica l'App
seasonal-tip

Misure precauzionali stagionali

care_scenes

Ulteriori informazioni su Echinocereus Engelmannii Crescita e cura

feedback
Guida alle cure di base
care_pet_and_diseases

Parassiti e malattie comuni

feedback
Problemi comuni relativi a Echinocereus engelmannii, basati su 10 milioni di casi reali
icon
Autodiagnosi e prevenzione delle malattie delle piante
Il medico AI per le piante ti aiuta a diagnosticare i problemi delle piante in pochi secondi.
Scarica l'App
Cicatrici
Cicatrici Cicatrici Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Soluzioni: In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni: Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Scopri di più su Cicatrici more
Carenza di luce
Carenza di luce Carenza di luce Carenza di luce
La mancanza di luce solare fa sì che gli steli e le foglie si allunghino e appaiano di colore più chiaro.
Soluzioni: Carenza di luce può essere affrontato solo aumentando la disponibilità di luce e queste misure fermeranno solo un'ulteriore etoliazione; la distorsione di corrente non può essere invertita. Sposta la pianta in una posizione in cui riceve più luce. Controlla i requisiti per specie specifiche, poiché troppa luce solare può bruciare una pianta. Introdurre un'adeguata illuminazione artificiale. Alcune persone scelgono di potare gli steli più lunghi in modo che la pianta possa concentrarsi su una nuova crescita sana sotto l'illuminazione migliore.
Scopri di più su Carenza di luce more
Muffa nel terreno
Muffa nel terreno Muffa nel terreno Muffa nel terreno
I funghi del suolo compaiono a causa dell'umidità ambientale e sono generalmente innocui per le piante.
Soluzioni: Misure da adottare per rimuovere muffa nel terreno : Rimuovere fisicamente muffe/funghi - rimuovere e smaltire i funghi. Per rimuovere la muffa, raschiare 1/8" di terreno dalla superficie. Aggiungi uno strato di sabbia o ghiaia - l'aggiunta di 1/4" di sabbia o ghiaia sulla superficie del terreno scoraggerà la nuova crescita di funghi Cospargi un trattamento antimicotico intorno alle piante : questo non deve essere un fungicida commerciale, poiché molti coltivatori giurano su rimedi completamente naturali come cannella e bicarbonato di sodio Alcuni tipi di muffe contengono tossine che possono essere dannose per l'uomo o irritare chi soffre di allergie o asma. Indossare una maschera antipolvere durante l'esecuzione di queste attività.
Scopri di più su Muffa nel terreno more
Marciume del fusto
Marciume del fusto Marciume del fusto Marciume del fusto
L'infezione batterica può far sì che gli steli diventino morbidi e marci.
Soluzioni: Se la pianta viene infettata solo leggermente, a volte può essere salvata. Questo vale principalmente per le piante d'appartamento che vengono coltivate in vaso. Ecco cosa fare. Rimuovi la pianta dal vaso e scuoti delicatamente quanto più terreno possibile. Utilizzando strumenti di potatura che sono stati disinfettati, rimuovere eventuali foglie e radici malate. Assicurati che la nuova pentola abbia dei buoni fori di drenaggio e lavala con una parte di candeggina e nove parti di acqua per assicurarti che sia completamente pulita e igienizzata. Immergi le radici della pianta nel fungicida per eliminare le spore fungine rimaste prima di invasare nel terreno di coltura pulito. Innaffia la pianta solo quando il pollice superiore del terreno è asciutto e non lasciare mai che la pianta sieda nell'acqua. Per le piante che crescono nel terreno, è meglio rimuovere le piante infette e distruggerle. Non piantare nello stesso punto fino a quando il terreno non si è asciugato e non è stato trattato con un fungicida.
Scopri di più su Marciume del fusto more
close
Cicatrici
plant poor
Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le cicatrici in una pianta si formano quando questa subisce un trauma e sviluppa tessuti al di sotto o intorno alla superficie ferita per proteggerla. Si crea, in poche parole, una crosta protettiva sulla ferita.
Diverse sono le cause che potrebbero provocarle:
  1. Persone o animali, passandovi vicino, possono urtare e danneggiare la pianta.
  2. Organismi patogeni come insetti, batteri o funghi, possono danneggiare la pianta. Gli insetti possono aggredire la pianta per cibarsi delle sue parti o pungerla per suggere la linfa o deporre le loro uova, mentre i batteri e i funghi possono aggredirla causando necrosi o formazione di vesciche.
  3. Le potature possono lasciare ferite sulla pianta, soprattutto se mal eseguite.
  4. L'eccessiva esposizione al sole e/o al calore può causare la bruciatura dei tessuti della pianta (specialmente sulle foglie ma anche su rami e fusto), soprattutto se il suolo è secco.
Soluzioni
Soluzioni
In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni:
  1. Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali.
  2. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita.
  3. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli.
  4. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Prevenzione
Prevenzione
Per una corretta prevenzione:
  1. Utilizza sempre piante adatte ai diversi tipi di clima, terreno o altre condizioni ambientali.
  2. Esamina le piante prima dell’impianto cercando di individuare la presenza di organismi patogeni e limitarne la diffusione.
  3. Esegui correttamente le potature e contatta, quando possibile, personale esperto.
  4. Controlla periodicamente la tua pianta per individuare sintomi di stress e prevenire la formazione di ferite e cicatrici.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Carenza di luce
plant poor
Carenza di luce
La mancanza di luce solare fa sì che gli steli e le foglie si allunghino e appaiano di colore più chiaro.
Panoramica
Panoramica
Tutte le piante richiedono luce e se non la ricevono nelle quantità di cui hanno bisogno, ciò distorce la loro crescita in un processo noto come eziolazione. In sostanza, le piante eziolate stanno deviando tutta la loro energia per diventare più alte nel disperato tentativo di raggiungere una posizione in cui possano soddisfare le loro esigenze di luce. Molti altri fattori di crescita sono danneggiati da questo, e così le piante prive di luce possono diventare deboli e distorte fino a diventare quasi irriconoscibili. i sintomi del carenza di luce sono più comunemente osservati nelle piante d'appartamento, ma possono essere colpiti anche gli esemplari all'aperto.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Sebbene i sintomi varino nelle diverse piante, i sintomi generali del carenza di luce sono facili da individuare.
  1. Gli steli delle piante crescono alti e allampanati.
  2. Ci sono meno foglie e sia le foglie che gli steli tendono ad avere un aspetto pallido e insipido. Ciò è dovuto alla carenza di clorofilla.
  3. Tutte le parti della pianta si indeboliscono e possono cadere, poiché l'energia viene deviata verso una crescita troppo rapida mentre la pianta si allunga verso qualsiasi fonte di luce.
Causa della malattia
Causa della malattia
Le piante hanno bisogno della luce solare in quantità variabili per la fotosintesi, un processo che produce energia per la crescita e la produzione di frutta e fiori. Carenza di luce fa sì che una pianta devii tutta l'energia verso la crescita (apicale) verso l'alto per trovare una luce migliore. Gli ormoni vegetali chiamati auxine vengono trasportati dalla punta della pianta in crescita attiva verso il basso, per sopprimere la crescita laterale. Un calo del pH cellulare innesca le espansine, proteine della parete cellulare non enzimatiche, per allentare le pareti cellulari e consentire loro di allungarsi. Questo allungamento si traduce nell'anormale allungamento degli steli, in particolare degli internodi, o nella "leggerezza" delle piante che si osserva nelle piante etoliate.
Soluzioni
Soluzioni
Carenza di luce può essere affrontato solo aumentando la disponibilità di luce e queste misure fermeranno solo un'ulteriore etoliazione; la distorsione di corrente non può essere invertita.
  • Sposta la pianta in una posizione in cui riceve più luce. Controlla i requisiti per specie specifiche, poiché troppa luce solare può bruciare una pianta.
  • Introdurre un'adeguata illuminazione artificiale.
  • Alcune persone scelgono di potare gli steli più lunghi in modo che la pianta possa concentrarsi su una nuova crescita sana sotto l'illuminazione migliore.
Prevenzione
Prevenzione
Per evitare l'eziolazione, fornire una quantità adeguata di luce fin dall'inizio.
  1. Scegli una posizione che corrisponda alle esigenze di illuminazione ideali di ogni pianta . Molte piante da interno funzionano meglio dentro o vicino a una finestra esposta a sud, che fornirà le ore di luce solare più lunghe. Le piante da fiore e quelle con foglie colorate in genere necessitano di più luce rispetto alle piante puramente verdi, poiché la fotosintesi si verifica nelle porzioni verdi delle foglie.
  2. Seleziona piante con esigenze di luce che corrispondono alle condizioni di un luogo . Alcune cultivar e varietà richiedono meno luce di altre.
  3. Usa una lampada da coltivazione . Le posizioni più buie possono richiedere un'illuminazione artificiale. Una luce crescente può anche diventare più necessaria durante l'inverno, quando le ore di luce solare sono più brevi.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Muffa nel terreno
plant poor
Muffa nel terreno
I funghi del suolo compaiono a causa dell'umidità ambientale e sono generalmente innocui per le piante.
Panoramica
Panoramica
Se c'è muffa nel terreno attorno alle piante, questo non è necessariamente un motivo di panico. La muffa può verificarsi per diversi motivi. Il più delle volte, è innocuo. I microrganismi che esistono nelle muffe sono, infatti, necessari per una sana vita vegetale. Detto questo, può essere antiestetico e, in alcuni casi, dannoso per alcune piante. È importante capire perché potrebbe formarsi della muffa. È solo dopo che le potenziali cause sono state identificate che si possono adottare misure per impedire la diffusione o la comparsa della muffa in futuro.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Il segno più evidente del muffa nel terreno è, ovviamente, la muffa osservata sulla superficie del terreno. Questo può essere sfocato e di colore bianco, giallo o grigio. Altri sintomi possono includere:
  • Funghi
  • Piante appassite
  • Le piante hanno una crescita stentata
  • Il suolo ha uno strano odore di "off".
  • Caduta prematura delle foglie o marciume di fiori/fiori/frutti
  • L'acqua in eccesso fuoriesce dai fori di drenaggio
Sebbene muffa nel terreno non danneggi sempre la crescita di una pianta, può indicare la presenza di un problema più grande che deve essere affrontato (e questi problemi spesso possono danneggiare le piante).
Causa della malattia
Causa della malattia
Ci sono diverse cause per muffa nel terreno . Capire perché la muffa sta crescendo dovrebbe essere il primo passo per decidere la migliore linea d'azione. Alcune potenziali cause includono:
  • Irrigazione eccessiva: i funghi consumano acqua in eccesso, quindi la presenza di muffe indica che c'è acqua che le piante non usano prontamente
  • Scarso drenaggio : ciò può essere causato da un terreno denso e compatto, dalla mancanza di fori di drenaggio o da una dimensione del vaso inadeguata
  • Scarsa circolazione dell'aria - questo è comune nelle piante coltivate al chiuso, specialmente in inverno quando le finestre sono chiuse
  • Terreno contaminato - mentre tutto il terreno contiene microrganismi, il terreno può contenere spore fungine che portano alla crescita di muffe
  • Le foglie in decomposizione sulla superficie del terreno alimentano lo stampo
Soluzioni
Soluzioni
Misure da adottare per rimuovere muffa nel terreno :
  • Rimuovere fisicamente muffe/funghi - rimuovere e smaltire i funghi. Per rimuovere la muffa, raschiare 1/8" di terreno dalla superficie.
  • Aggiungi uno strato di sabbia o ghiaia - l'aggiunta di 1/4" di sabbia o ghiaia sulla superficie del terreno scoraggerà la nuova crescita di funghi
  • Cospargi un trattamento antimicotico intorno alle piante : questo non deve essere un fungicida commerciale, poiché molti coltivatori giurano su rimedi completamente naturali come cannella e bicarbonato di sodio
Alcuni tipi di muffe contengono tossine che possono essere dannose per l'uomo o irritare chi soffre di allergie o asma. Indossare una maschera antipolvere durante l'esecuzione di queste attività.
Prevenzione
Prevenzione
Segui queste pratiche per impedire la formazione di muffa nel terreno .
  • Limitare l'umidità : evitare di mantenere umido il terreno e lasciarlo asciugare tra un'annaffiatura e l'altra. L'irrigazione dal fondo dei vasi con drenaggio può consentire al terreno superficiale di rimanere asciutto.
  • Fornire aerazione - aumentare il flusso d'aria intorno alle piante usando un ventilatore o un vento.
  • Rinvasare : se il contenitore è troppo piccolo o manca di un adeguato drenaggio, trapianta la pianta in un nuovo contenitore con un miglior drenaggio.
  • Applicare uno strato di sabbia - applicare 0,25 pollici di sabbia sopra il terreno.
  • Usa un terriccio - quando piantati, usa solo un terriccio invece del normale terriccio, poiché è appositamente formulato per la corretta ritenzione dell'umidità.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Marciume del fusto
plant poor
Marciume del fusto
L'infezione batterica può far sì che gli steli diventino morbidi e marci.
Panoramica
Panoramica
Marciume del fusto è una malattia grave e può colpire molti diversi tipi di piante. può essere particolarmente diffuso quando la temperatura del terreno supera i 60°F e c'è molta umidità nel terreno. Ciò potrebbe essere dovuto a piogge insolitamente abbondanti o a troppa irrigazione. Una volta che la putrefazione dello stelo si è insediata, è molto difficile sbarazzarsi della malattia e la maggior parte delle piante colpite dovrà essere scartata. Questo è particolarmente vero per verdure, erbe aromatiche e altre piante erbacee che hanno steli morbidi. Questo è il motivo per cui è importante garantire che il terreno utilizzato per la coltivazione di queste piante sia ben drenato e che si evitino eccessi di irrigazione. L'uso di buone pratiche culturali aiuta anche a frenare questi tipi di malattie fungine.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le piante che sono state colpite dal marciume del fusto mostreranno prima un ingiallimento delle foglie inferiori. Questo è seguito da evidente avvizzimento e crescita stentata. Se si esamina da vicino lo stelo della pianta colpita, si noteranno delle macchie scure che iniziano vicino alla base e si spostano verso l'alto. Se le radici delle piante colpite vengono esaminate, appariranno scure e pastose invece che bianche e dall'aspetto sano. Alla fine, l'intera pianta appassirà e morirà.
Causa della malattia
Causa della malattia
Marciume del fusto è causato da una varietà di agenti patogeni fungini presenti nel suolo. Il tipo di fungo dipende dalla specie di pianta colpita. Due funghi responsabili della putrefazione dello stelo sono Rhizoctonia e Fusarium . Questi agenti patogeni fungini vivono nel suolo e migrano verso la pianta quando le condizioni sono ottimali. Ciò include clima caldo e umido ed eccessiva umidità del suolo. Comunemente, le piantine di ortaggi sono colpite da questi funghi. Sclerotinia sclerotiorum è un altro fungo che causa marciume del fusto nelle piante. Questo fungo ha una gamma di ospiti di oltre 350 diverse specie di piante. Le piante più sensibili a questo fungo includono molte varietà vegetali come cetrioli, fagioli, coriandolo, carote, cavoli, meloni, lattuga, piselli, cipolle, pomodori, zucche e zucca. Questo fungo può produrre sintomi diversi in specie diverse. In alcuni casi, il fungo provoca macchie irregolari su steli e altro materiale vegetale che sembrano imbevuti d'acqua. Su altre specie vegetali, il fungo appare come lesioni secche che crescono e cingono lo stelo della pianta. Il terzo tipo di fungo che causa marciume del fusto è Phytophthora capsici . Le piante che appartengono alla famiglia dei cetrioli sono più suscettibili a questa infezione fungina. Questo fungo si manifesta come lesioni imbevute d'acqua sugli steli che poi diventano marroni e cingono lo stelo. Tutti questi agenti patogeni fungini vengono trasmessi alla pianta dagli schizzi d'acqua dal terreno fino alla pianta. Questo perché le spore fungine vivono nel terreno dove aspettano le giuste condizioni per infettare le piante.
Soluzioni
Soluzioni
Se la pianta viene infettata solo leggermente, a volte può essere salvata. Questo vale principalmente per le piante d'appartamento che vengono coltivate in vaso. Ecco cosa fare.
  1. Rimuovi la pianta dal vaso e scuoti delicatamente quanto più terreno possibile.
  2. Utilizzando strumenti di potatura che sono stati disinfettati, rimuovere eventuali foglie e radici malate.
  3. Assicurati che la nuova pentola abbia dei buoni fori di drenaggio e lavala con una parte di candeggina e nove parti di acqua per assicurarti che sia completamente pulita e igienizzata.
  4. Immergi le radici della pianta nel fungicida per eliminare le spore fungine rimaste prima di invasare nel terreno di coltura pulito.
  5. Innaffia la pianta solo quando il pollice superiore del terreno è asciutto e non lasciare mai che la pianta sieda nell'acqua.
Per le piante che crescono nel terreno, è meglio rimuovere le piante infette e distruggerle. Non piantare nello stesso punto fino a quando il terreno non si è asciugato e non è stato trattato con un fungicida.
Prevenzione
Prevenzione
Per giardini esterni :
  1. Rastrellare accuratamente il giardino in primavera aiuterà a ridurre gli agenti patogeni che potrebbero vivere nel terreno.
  2. L'uso di un fungicida di rame sulle piante in primavera ridurrà la crescita dei funghi e preverrà la diffusione dell'infezione.
  3. Posizionare uno strato pesante di pacciame sopra il terreno impedirà anche agli agenti patogeni di schizzare sugli steli delle piante.
  4. Posiziona le piante alla distanza consigliata per incoraggiare un migliore flusso d'aria tra di loro.
  5. Innaffia le piante alla base invece che sopra la testa per prevenire l'umidità eccessiva sul fogliame.
Per piante da interno :
  1. Evita di annaffiare eccessivamente le piante d'appartamento e assicurati che le radici non si trovino nell'acqua.
  2. Assicurati che le piante d'appartamento ricevano un'adeguata circolazione d'aria e luce.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
care_more_info

Altro su Echinocereus Engelmannii

feedback
Tipo di pianta
Tipo di pianta
Pianta grassa
Durata di Vita
Durata di Vita
Perenne
Diametro della Corona
Diametro della Corona
5 a 10 cm
Periodo di fioritura
Periodo di fioritura
Primavera, Inizio estate
Altezza della Pianta
Altezza della Pianta
30 a 60 cm
icon
Identifica le piante in un attimo
Identifica istantaneamente le piante con l'AI: scatta una foto e ottieni risultati precisi in pochi secondi.
Scarica l'App
icon
Trova le amiche verdi perfette per te.
Progetta la tua oasi verde in base ai tuoi criteri: tipo di piante, sicurezza degli animali domestici, livello di competenza, ubicazione e altro ancora.
Scarica l'App
care_faq

Problemi Comuni

feedback

Perché questo stelo carnoso è sempre più sottile man mano che cresce?

more more
Se lo stelo è troppo sottile, le cause possono essere insufficiente luce solare, troppo poca acqua, o mancanza di fertilizzazione. Sposta il vaso in un punto più luminoso, ma fa' attenzione che il sole non bruci la pianta. Aumenta la quantità di acqua e fertilizzante.

Come gestisco il marciume radicale o dello stelo?

more more
L'acqua in eccesso spesso porta al marciume radicale o dello stelo. Evita che l'acqua si accumuli nel terreno. Pota le radici e gli steli marciti, e sposta la pianta in un nuovo vaso in un punto ben ventilato. Il terreno non dovrebbe essere troppo compatto e dovrebbe essere il più possibile permeabile all'aria.

Perché la mia pianta di echinocereus engelmannii non fiorisce mai?

more more
Come prima cosa, per la tua pianta potrebbe non essere il momento di fiorire. Il periodo tra quando nascono le piantine e la fioritura può andare dai 2 ai 20 anni o più. Inoltre, la pianta può aver bisogno di più luce solare, calore o fertilizzante. Aumenta l'esposizione alla luce solare e dai più fertilizzante in modo appropriato, usando fertilizzanti con fosforo e potassio, o acquista un fertilizzante speciale specifico per la fioritura delle piante di echinocereus engelmannii.

Perché la mia pianta di echinocereus engelmannii è diventata gialla?

more more
Le piante di echinocereus engelmannii si ingialliscono se viene data loro troppa acqua, troppo poca luce solare, o a causa dei parassiti. Una pianta di echinocereus engelmannii non richiede molta acqua, e se gliene viene data troppa può risultare nell'anossia o nel marciume radicale. In generale, non deve essere innaffiata spesso. Fallo solo quando il terreno è completamente secco. Ricorda di rimuovere anche l'acqua presente nel sottovaso. Puoi aumentare l'esposizione alla luce solare, ma evita che sia luce diretta perché potrebbe bruciare la pianta. Se c'è qualche parassita, toglilo con l'alcool. Se si tratta di una vera e propria infestazione, spruzza del pesticida.
product icon close
La tua Guida Definitiva per le Piante
Identifica, coltiva e nutri nel modo migliore!
product icon
17.000 specie locali e 400.000 specie mondiali studiate
product icon
Quasi 5 anni di ricerche
product icon
Più di 80 studiosi di botanica e giardinaggio
ad
product icon close
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
Strumento per la Gestione dei Cookie
Oltre a gestire i cookie tramite il tuo browser o dispositivo, puoi modificare le impostazioni dei cookie qui sotto.
Cookie necessari
I cookie necessari abilitano le funzionalità principali. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie e può essere disabilitato solo modificando le preferenze del browser.
Cookie analitici
I cookie analitici ci aiutano a migliorare la nostra applicazione e il nostro sito web raccogliendo e segnalando informazioni sul suo utilizzo.
Nome del Cookie Fonte Scopo Durata di vita
_ga Google Analytics Questi cookie sono impostati in virtù del nostro utilizzo di Google Analytics. Essi sono usati per raccogliere informazioni sull'utilizzo della nostra applicazione e del nostro sito web. I cookie raccolgono informazioni specifiche, come il tuo indirizzo IP, dati relativi al tuo dispositivo e altre informazioni sull'utilizzo dell'applicazione o del sito web. Si prega di notare che il trattamento dei dati viene svolto essenzialmente da Google LLC e Google può utilizzare i dati raccolti dai cookie per propri scopi (ad es. profilazione) e lo combinerà con altri dati come il tuo Account Google. Per ulteriori informazioni su come Google elabora i tuoi dati e sull'approccio di Google alla privacy, nonché sulla tutela dei tuoi dati, dai un'occhiata a questo link. 1 Anno
_pta PictureThis Analytics Utilizziamo questi cookie per raccogliere informazioni su come utilizzi il nostro sito, monitorare le prestazioni del sito e migliorare le prestazioni del nostro sito, i nostri servizi e la tua esperienza. 1 Anno
Nome del Cookie
_ga
Fonte
Google Analytics
Scopo
Questi cookie sono impostati in virtù del nostro utilizzo di Google Analytics. Essi sono usati per raccogliere informazioni sull'utilizzo della nostra applicazione e del nostro sito web. I cookie raccolgono informazioni specifiche, come il tuo indirizzo IP, dati relativi al tuo dispositivo e altre informazioni sull'utilizzo dell'applicazione o del sito web. Si prega di notare che il trattamento dei dati viene svolto essenzialmente da Google LLC e Google può utilizzare i dati raccolti dai cookie per propri scopi (ad es. profilazione) e lo combinerà con altri dati come il tuo Account Google. Per ulteriori informazioni su come Google elabora i tuoi dati e sull'approccio di Google alla privacy, nonché sulla tutela dei tuoi dati, dai un'occhiata a questo link.
Durata di vita
1 Anno

Nome del Cookie
_pta
Fonte
PictureThis Analytics
Scopo
Utilizziamo questi cookie per raccogliere informazioni su come utilizzi il nostro sito, monitorare le prestazioni del sito e migliorare le prestazioni del nostro sito, i nostri servizi e la tua esperienza.
Durata di vita
1 Anno
Cookie di Marketing
I cookie di marketing vengono utilizzati dalle società pubblicitarie per pubblicare annunci pertinenti ai tuoi interessi.
Nome del Cookie Fonte Scopo Durata di vita
_fbp Pixel di Facebook Un monitoraggio dei pixel di conversione che utilizziamo per le campagne di retargeting. Scopri di più qui. 1 Anno
_adj Adjust Questo cookie fornisce servizi mobili di analisi e attribuzione che ci consentono di misurare e analizzare l'efficacia delle campagne di marketing, determinati eventi e azioni all'interno dell'Applicazione. Scopri di più qui. 1 Anno
Nome del Cookie
_fbp
Fonte
Pixel di Facebook
Scopo
Un monitoraggio dei pixel di conversione che utilizziamo per le campagne di retargeting. Scopri di più qui.
Durata di vita
1 Anno

Nome del Cookie
_adj
Fonte
Adjust
Scopo
Questo cookie fornisce servizi mobili di analisi e attribuzione che ci consentono di misurare e analizzare l'efficacia delle campagne di marketing, determinati eventi e azioni all'interno dell'Applicazione. Scopri di più qui.
Durata di vita
1 Anno
Questa pagina è più bella nell'app
Aperto