PictureThis
camera identify
Usa l'App
tab list
Home Identifica Applicazione
Italiano
English
繁體中文
日本語
Español
Français
Deutsch
Pусский
Português
Italiano
한국어
Nederlands
العربية
Svenska
Polskie
ภาษาไทย
Bahasa Melayu
Bahasa Indonesia
Scarica l'App
Questa pagina è più bella nell'app
care_about care_about
Su
care_basic_guide care_basic_guide
Cura di Base
care_advanced_guide care_advanced_guide
Cura Avanzata
care_scenes care_scenes
Ulteriori istruzioni
care_pet_and_diseases care_pet_and_diseases
Parassiti e Malattie
care_more_info care_more_info
Maggiori informazioni
care_faq care_faq
Domande Frequenti

Come Prendersi Cura di Phalaenopsis Equestris

La phalaenopsis equestris è una delle orchidee da interno più popolari e vendute come piante da vaso, grazie alla facilità di fioritura in condizioni artificiali. È stata tra le prime orchidee tropicali delle collezioni di epoca vittoriana. Il suo nome scientifico Phalaenopsis equestris deriva dal greco e significa “simile a una farfalla” riferendosi alla forma del fiore.
Acqua
Acqua
Ogni settimana
Luce Solare
Luce Solare
Sole parziale
Phalaenopsis equestris
Phalaenopsis equestris
care_basic_guide

Guida di Base per la Cura

Cultivation:WaterDetail

Come innaffiare Phalaenopsis equestris?

La phalaenopsis equestris è una pianta relativamente resistente alla siccità. L'irrigazione eccessiva può danneggiarne le radici. Se il terreno è eccessivamente bagnato, le radici crescono a fatica e tendono a marcire. Puoi annaffiare la pianta al mattino, due volte a settimana. Poiché la sua crescita rallenta in inverno, devi annaffiarla solo una volta alla settimana.
Assicurati che sia ben ventilata dopo l'irrigazione in modo che l'eventuale acqua rimasta sulle foglie evapori. Questo aiuta a prevenire l'insorgere di parassiti e malattie. Se l'aria è troppo secca, puoi spruzzare la pianta con acqua pulita per aumentare l'umidità circostante. Se le radici diventano marrone scuro o nere, questo potrebbe essere un segno precoce che stanno marcendo. Dovresti ridurre la frequenza dell'irrigazione e tagliare prontamente eventuali radici marce.
Cultivation:WaterDetail
waterreminders

Non saltare mai più un'attività di manutenzione!

La cura delle piante è più facile che mai con il nostro promemoria smart personalizzato.
Cosa devo fare se innaffio troppo o troppo poco il mio Phalaenopsis equestris?
Innaffiature eccessive Phalaenopsis equestris I sintomi di un'eccessiva irrigazione includono foglie flosce e raggrinzite, ingiallimento o decadimento e una generale incapacità di crescere. Quando i proprietari di Phalaenopsis equestris vedono che le foglie della loro pianta sono flosce e raggrinzite, a volte pensano che sia un segno che la pianta non riceve abbastanza acqua e continuano ad aggiungerne. Questo non fa altro che aggravare il problema, quindi è importante guardare oltre le foglie per identificare cosa sta accadendo alle radici. Le radici sane di Phalaenopsis equestris sono di colore verde argenteo, verde o bianco e sono sode al tatto. Quando Phalaenopsis equestris è stato annaffiato troppo, le radici appaiono molli, flosce e di colore marrone o nero. Per salvare un Phalaenopsis equestris eccessivamente annaffiato, tagliate le radici marce con un coltello sterile o con delle cesoie da giardino e rinvasatelo in un nuovo terreno di coltura. È sempre meglio evitare di annaffiare troppo, perché è possibile che non si riesca a salvare la pianta in caso di marciume radicale, quindi è bene essere prudenti con l'acqua per evitare questo problema. Innaffiature insufficienti Phalaenopsis equestris Sfortunatamente, i sintomi iniziali delle innaffiature insufficienti e delle innaffiature eccessive sono quasi identici Phalaenopsis equestris. Controllate il terreno di coltura con il dito o con un misuratore di umidità per capire quanta acqua viene trattenuta. Potrebbe essere necessario aumentare la frequenza delle innaffiature per tornare in carreggiata. Ancora una volta, il modo migliore per capire la situazione è osservare le radici. Le radici non irrigate sembrano croccanti, marroni e fragili. Le radici sane sono flessibili e verdi, quindi la differenza dovrebbe essere evidente. Fortunatamente è facile rianimare un Phalaenopsis equestris assetato, a patto che la pianta abbia ancora delle radici sane. Eliminate i pezzi di radici secche o morte, perché non saranno in grado di tornare in vita. Quindi rinvasate la pianta e annaffiate abbondantemente. Nel giro di una o due settimane, le foglie raggrinzite e flosce dovrebbero iniziare a rassodarsi e ad avere un aspetto sano. Se le foglie sono troppo danneggiate per essere rivitalizzate dopo averle annaffiate a fondo, possono essere rimosse per fare spazio alla nuova crescita.
Continua a leggere more
Con quale frequenza devo annaffiare il mio Phalaenopsis equestris?
Indipendentemente dal tipo di substrato utilizzato, Phalaenopsis equestris deve essere annaffiato quando la miscela è per lo più ma non completamente asciutta. Ciò può variare a seconda delle condizioni ambientali, ma in genere si tratta di una o due volte a settimana in estate e di una volta ogni due settimane in inverno.
Continua a leggere more
Come innaffiare Phalaenopsis equestris?
Phalaenopsis equestris è una pianta epiteta, il che significa che non cresce nel terreno come la maggior parte delle piante. Per coltivare una Phalaenopsis equestris felice e sana, è necessario scegliere con cura il substrato di coltivazione. Indipendentemente dal substrato in cui Phalaenopsis equestris cresce, il contenitore deve avere molti fori di drenaggio. Phalaenopsis equestris vasi sono progettati specificamente per contenere un terriccio consistente con molta ventilazione rispetto ad altri vasi per piante. Inoltre, tendono a essere alti e stretti, per consentire all'aria di circolare intorno al centro delle radici, non solo ai bordi. Un terriccio popolare per Phalaenopsis equestris e altri Phalaenopsis equestris è la corteccia. In genere proviene da abeti e drena molto bene. Poiché Phalaenopsis equestris cresce sulla corteccia in natura, è logico che si trovino bene con un substrato simile quando vengono coltivate in casa. Lo svantaggio dell'uso della corteccia è che la pianta deve essere annaffiata più spesso, poiché la corteccia si asciuga rapidamente. L'altro substrato comune per le orchidee è il muschio di sfagno. La maggior parte degli esemplari Phalaenopsis equestris coltivati in commercio viene venduta con il muschio, perché è leggero, economico e consente ai vivai di annaffiare meno spesso. Purtroppo, il muschio di sfagno non è molto tollerante per chi non è esperto di orchidee. Essendo estremamente assorbente, il muschio rischia di trattenere troppa acqua vicino alle radici, causando il marciume delle stesse. Se il vostro Phalaenopsis equestris è piantato nello sfagno e pensate di mantenerlo così, siate molto prudenti nell'annaffiare. In generale, quando si tratta di annaffiare meno è meglio, ed è piuttosto difficile far regredire il marciume radicale una volta che si è instaurato. Si consiglia di innaffiare il Phalaenopsis equestris dal basso, per evitare di spruzzare l'acqua su foglie, fusto e fiori. Per annaffiare dal basso, mettete il vaso in un contenitore d'acqua e lasciate che le radici assorbano l'umidità per 10-15 minuti. In genere, è possibile interrompere questo processo quando la superficie dello sfagno è bagnata. Drenare accuratamente prima di rimettere il Phalaenopsis equestris nella sua normale collocazione, poiché queste piante odiano stare nell'acqua.
Continua a leggere more
Cultivation:FertilizerDetail

Come concimare Phalaenopsis equestris?

La phalaenopsis equestris cresce in modo rigoglioso in primavera e in estate. Fertilizza una volta ogni due settimane con un fertilizzante con un rapporto NPK di 30-10-10. In autunno e in inverno, puoi concimarla una volta al mese e ridurre il dosaggio del fertilizzante azotato per rallentare la crescita delle foglie, il che aiuterà con la differenziazione delle gemme floreali. Usa un fertilizzante composto bilanciato prima della stagione della fioritura, ad esempio un fertilizzante con un rapporto NPK di 20-20-20.
Cultivation:FertilizerDetail
Perché devo concimare il mio Phalaenopsis equestris?
I fertilizzanti, e i nutrienti del terreno in generale, sono una forma essenziale di carburante che il vostro Phalaenopsis equestris utilizzerà per mantenere una crescita sana. In generale, le piante utilizzano le sostanze nutritive presenti nel terreno per sviluppare nuovo materiale vegetale e mantenere in buone condizioni i componenti esistenti. Per la Phalaenopsis equestris, in particolare, la concimazione è necessaria per aiutare questa pianta a mostrare la versione migliore dei suoi fiori. Poiché i fiori sono la principale forma di attrazione di questa pianta, la maggior parte dei giardinieri vorrà fare tutto il possibile per garantire che i fiori appaiano nella loro forma migliore. La concimazione è uno dei modi più affidabili per aiutare il vostro Phalaenopsis equestris a produrre le migliori fioriture possibili.
Continua a leggere more
Quando è il momento migliore per concimare il mio Phalaenopsis equestris?
Il Phalaenopsis equestris attraversa due fasi principali nel corso dell'anno. La prima è la fase di dormienza, durante la quale la pianta non cresce affatto. Questa fase dormiente si svolge durante l'inverno. L'altra fase è quella della crescita attiva, che si svolge in primavera e in autunno, quando il vostro Phalaenopsis equestris avrà più bisogno di concimazione. In genere, è meglio concimare il vostro Phalaenopsis equestris a partire dai mesi primaverili. Dovreste ripetere la concimazione circa una volta al mese per il resto della primavera e per la maggior parte dell'estate. Con l'avvicinarsi dell'autunno, si può iniziare a ridurre il tasso di concimazione.
Continua a leggere more
Quando dovrei evitare di concimare il mio Phalaenopsis equestris?
Si vuole sostenere la crescita di Phalaenopsis equestris, ma non si vuole nemmeno provocare una bruciatura delle radici. La pianta cresce attivamente in primavera e in estate, ed è in questo periodo che sono necessari i nutrienti extra. In autunno e in inverno, la pianta entra nella fase di dormienza. È il momento di smettere di concimare.
Continua a leggere more
Di che tipo di fertilizzante ha bisogno il mio Phalaenopsis equestris?
Il fertilizzante ideale per un Phalaenopsis equestris è una miscela relativamente equilibrata dei tre principali nutrienti per le piante, con quantità leggermente superiori di fosforo. In alternativa, alcuni giardinieri scelgono di migliorare il terreno di Phalaenopsis equestris aggiungendo materiali organici come compost, getti di vermi e letame. I fertilizzanti possono essere di diverse forme e la maggior parte di essi funzionerà bene per il vostro Phalaenopsis equestris. Tuttavia, alcuni dei migliori fertilizzanti per Phalaenopsis equestris sono disponibili in forma liquida o in polvere. Indipendentemente dal tipo di fertilizzante utilizzato, bisogna assicurarsi di diluirlo e di applicarlo durante l'irrigazione del Phalaenopsis equestris.
Continua a leggere more
Come posso concimare il mio Phalaenopsis equestris?
Una volta trovato il fertilizzante adatto e appreso il programma di concimazione ideale per il vostro Phalaenopsis equestris, siete pronti a imparare come applicare il fertilizzante. Per nutrire il vostro Phalaenopsis equestris, il metodo più affidabile è quello di mescolare il fertilizzante liquido con acqua prima di applicarlo al terreno. Ogni fertilizzante può avere indicazioni diverse su come nutrire le piante. Di solito, è meglio seguire le indicazioni del produttore su come utilizzare il fertilizzante prodotto. Queste istruzioni dovrebbero includere informazioni su come diluire correttamente il fertilizzante per evitare una sovraconcimazione. Mescolare il fertilizzante con l'acqua è un processo semplice e, una volta completato, non resta che versare la miscela nel terreno in cui vive il vostro Phalaenopsis equestris.
Continua a leggere more
Cosa succede se fertilizzo troppo il mio Phalaenopsis equestris?
La sovraconcimazione è un aspetto da tenere in considerazione quando ci si prende cura di qualsiasi pianta, ma è particolarmente importante quando si coltiva una Phalaenopsis equestris. Una Phalaenopsis equestris, se sovraconcimata, mostrerà chiari segni di sofferenza che, a volte, possono essere così gravi da portare alla morte della pianta. Phalaenopsis equestris sovraconcimato probabilmente mostrerà anche uno scolorimento delle foglie, compreso l'imbrunimento. Nel peggiore dei casi, una concimazione eccessiva sottrae umidità alle radici della pianta, causandone il rapido declino.
Continua a leggere more
left right
Cultivation:SunlightDetail

Quali sono i requisiti di luce solare per Phalaenopsis equestris?

Alla phalaenopsis equestris piace la luce solaresufficiente, che dona alle sue foglie un bellissimo color verde smeraldo. Tuttavia, la luce solare molto intensa potrebbe bruciare le sue foglie. Pertanto, è meglio posizionare la pianta su un davanzale e lasciare che la luce del sole passi attraverso il vetro. Se la luce solare è insufficiente, le foglie perdono la loro lucentezza e diventano di color verde scuro, gli steli si allungano e ci sono meno gemme di fiori. Tuttavia, se la luce del sole è troppo intensa, le sue foglie verranno bruciate dal sole.
Cultivation:SunlightDetail
lightmeter

Scopri quanta luce ricevono realmente le tue piante.

Trova i punti migliori per ottimizzare la loro salute, semplicemente usando il tuo telefono.
Di quante ore di luce solare ha bisogno Phalaenopsis equestris per crescere?
Le orchidee epifite che preferiscono il sole parziale hanno bisogno di 3-6 ore di luce diretta al giorno. Dovrebbero essere collocate in una posizione che riceva il sole al mattino e un po' d'ombra nel pomeriggio per evitare il surriscaldamento. Le orchidee che ricevono troppo sole diretto potrebbero scottare le foglie e seccarsi se non ricevono abbastanza umidità per sopportare il caldo.
Continua a leggere more
Cosa succederà se Phalaenopsis equestris non riceve abbastanza luce solare?
Se le orchidee epifite che preferiscono il sole parziale non ricevono abbastanza luce solare, potrebbero non produrre tante fioriture come in condizioni ideali. Inoltre, le loro foglie potrebbero assumere un colore verde più scuro del normale. I giardinieri dovrebbero assicurarsi che le loro piante ricevano abbastanza luce indiretta e ombra per evitare danni alle foglie e ai fiori.
Continua a leggere more
Cosa succede se Phalaenopsis equestris riceve troppa luce solare?
Le orchidee epifite che preferiscono il sole parziale possono sviluppare foglie bruciate dal sole e seccarsi se ricevono troppa luce solare diretta. I giardinieri dovrebbero fornire alle loro piante ombra e luce indiretta a sufficienza per evitare danni alle foglie e ai fiori. Dovrebbero anche assicurarsi che le piante ricevano abbastanza umidità per sostenerle durante il caldo. I giardinieri possono proteggere le loro piante collocandole in una posizione che riceva il sole al mattino e un po' d'ombra nel pomeriggio. Possono anche utilizzare tende o persiane trasparenti per fornire alle piante luce indiretta e ombra a sufficienza. Le orchidee epifite che preferiscono il sole parziale devono essere annaffiate regolarmente per mantenere i livelli di umidità e la salute di foglie e fiori. Fornendo alle piante luce, umidità e ombra a sufficienza, i giardinieri possono godere di splendide fioriture delle loro orchidee epifite per tutto l'anno.
Continua a leggere more
Cultivation:PruningDetail

Come potare Phalaenopsis equestris ?

Elimina tutte le foglie malate o morte della phalaenopsis equestris in modo tempestivo per impedire la diffusione di parassiti e malattie. Anche i fiori appassiti dovrebbero essere tagliati prontamente in modo da non consumare più nutrienti. Se tutti i fiori di un peduncolo sono appassiti, puoi tagliare l'intero peduncolo per concentrare i nutrienti e aiutare la pianta a fiorire di nuovo.
Cultivation:PruningDetail
Il mio Phalaenopsis equestris ha bisogno di essere potato?
L'obiettivo abituale per il Phalaenopsis equestris è quello di farlo crescere il più grande e pieno possibile. Sebbene la pianta non richieda una potatura costante, può trarre beneficio dalla rimozione dei fiori vecchi e delle foglie danneggiate, morte o malate. Si possono anche tagliare le foglie se la pianta comincia a diventare troppo grande per il vaso e lo spazio in cui la si tiene.
Continua a leggere more
Quando è il momento migliore per potare il mio Phalaenopsis equestris?
Phalaenopsis equestris non hanno un ciclo di dormienza invernale alle temperature adatte. Per questo motivo, la loro crescita rallenta con l'accorciarsi delle giornate, ma le foglie non muoiono. Cosa significa questo per la potatura? Significa che non c'è una stagione specifica in cui è meglio potare. L'ideale è aspettare che il fiore sbocci prima di potarlo, il che può richiedere circa un mese dopo la comparsa del fiore. La potatura a testa morta va effettuata verso la fine della primavera o quando solo pochi fiori sono sbiaditi. Dovreste sempre potare le foglie marroni o gialle quando le notate. Durante la fase di crescita, prestate attenzione alle foglie potenzialmente malate e rimuovetele se necessario.
Continua a leggere more
Cosa devo fare dopo la potatura di Phalaenopsis equestris?
Dopo la potatura, i fusti e le foglie devono essere smaltiti compostando quelli sani o buttando via le parti malate. Prima o dopo la potatura si può anche concimare, per dare a Phalaenopsis equestris un piccolo apporto vitaminico che le fornisca le sostanze nutritive necessarie per proteggersi meglio da eventuali agenti patogeni o malattie vicine. Una volta terminata la potatura, non sono necessarie molte cure successive. Potrebbe beneficiare di una leggera annaffiatura e di un po' di concime liquido per incoraggiare la fioritura e la crescita.
Continua a leggere more
Come posso potare il mio Phalaenopsis equestris durante le diverse fasi di crescita?
È probabile che non stiate ottenendo il Phalaenopsis equestris da seme, il che significa che state già ottenendo una pianta matura. Poiché la pianta non ha un vero e proprio ciclo di dormienza, esistono solo due fasi: la fioritura e la non fioritura. Durante la fioritura, è necessario rimuovere solo le foglie gialle o morte e tagliare le punte marroni delle foglie. Evitate di eseguire troppe potature in questo periodo, perché potrebbero stressare la pianta. È comunque opportuno rimuovere le foglie malate o morte per mantenere la pianta presentabile. Il momento migliore per la potatura è dopo che i fiori sono già appassiti. È possibile rimuovere contemporaneamente sia i fiori esauriti sia le foglie vecchie e ingiallite. Se notate una grande quantità di foglie gialle, è possibile che stiate innaffiando troppo la vostra pianta o che non le stiate dando abbastanza nutrimento. Anche se le foglie gialle o marroni non sono sempre sinonimo di un problema, se notate un gran numero di foglie che cambiano colore, di solito significa che c'è un problema nella pianta.
Continua a leggere more
Come posso potare il mio Phalaenopsis equestris durante le diverse stagioni?
Essendo una pianta sempreverde, Phalaenopsis equestris non ha gli stessi cicli di quelle che si trovano nelle zone più fredde. Le foglie rimangono verdi per tutto l'anno, e questo è uno dei tanti motivi per cui è una pianta d'appartamento molto apprezzata. Se si desidera togliere la testa al fiore, è bene farlo dopo che i fiori sono già appassiti. Durante la fase di crescita, prestate attenzione alle foglie potenzialmente malate e rimuovetele se necessario.
Continua a leggere more
Ci sono istruzioni per la potatura del mio Phalaenopsis equestris?
Il modo in cui si pota il Phalaenopsis equestris dipende dal fatto che si tratti di una cura generale o di un'operazione a testa morta. Per la cura generale, è sufficiente tagliare i fiori già morti. Assicuratevi di avvicinarvi il più possibile alla base e di tagliare con un angolo di 45 gradi. Ripetete l'operazione per tutti gli steli con fiori appassiti. Successivamente, tagliate le foglie esterne vecchie e ingiallite. Se volete semplicemente sfoltire la pianta, iniziate dalla foglia più esterna e procedete verso l'interno. Evitate di rimuovere più del 30% delle foglie in una volta sola. Durante la fase di crescita, prestate attenzione alle foglie potenzialmente malate e rimuovetele se necessario.
Continua a leggere more
left right
close
care_advanced_guide

Guida avanzata alla cura

Cultivation:WaterAndHardinessDetail

Qual è l'intervallo di temperatura ideale per Phalaenopsis equestris?

La phalaenopsis equestris proviene da regioni tropicali e preferisce naturalmente temperature calde. La temperatura dovrebbe essere mantenuta intorno a 22 a 30 ℃ durante il giorno e 20 a 22 ℃ di notte. La temperatura diurna aiuta la pianta ad accumulare sostanze nutritive.
Una temperatura troppo alta potrebbe impedire alla phalaenopsis equestris di produrre boccioli di fiori, quindi è consigliabile mantenere la temperatura durante il giorno sotto i28 ℃ durante il periodo prima della fioritura. La phalaenopsis equestris può sopravvivere a temperature elevate come 35 ℃ con elevata umidità, ma tali condizioni, se perdurano per troppo tempo, possono provocare una crescita eccessiva e le foglie diventano sottili e morbide fino a cadere.a
La phalaenopsis equestris è un'epifita, nel senso che cresce attaccata a tronchi d'albero o scogliere nel suo habitat di origine. Nei giorni in cui la pioggia è scarsa, può assorbire l'acqua attraverso le sue foglie e le radici aeree, catturando l'umidità presente nell'aria, rendendola relativamente resistente alla siccità. Se nel suolo si accumula troppa acqua, le radici della phalaenopsis equestris potrebbero avere difficoltà a respirare e quindi essere portate a marcire.
Cultivation:WaterAndHardinessDetail
Qual è la temperatura ottimale per Phalaenopsis equestris?
Sebbene Phalaenopsis equestris e Phalaenopsis equestris richiedano livelli diversi di manutenzione, entrambe crescono al meglio entro lo stesso intervallo di temperatura. Per far prosperare le piante da clima caldo, è consigliabile mantenerle tra i 75-90℉ (25-32℃). Phalaenopsis equestris può sopportare alcune temperature al di fuori di questo intervallo, ma se possibile, mantenete l'ambiente di coltivazione entro alcuni gradi da questi limiti. Per quanto riguarda le temperature più alte e più basse che Phalaenopsis equestris è in grado di sopportare, queste si collocano tra i 50℉ (15℃) del limite inferiore e i 95℉(35℃) del limite superiore. Poiché Phalaenopsis equestris preferisce un clima più caldo, crescendo tradizionalmente in estate se piantato all'aperto, l'intervallo di temperatura più basso è il più importante da evitare. Se si scende al di sotto dei 70℉ (25℃) si avrà una crescita rallentata e se si scende al di sotto dei 50℉ (15℃) si inizierà a danneggiare e persino a uccidere le piante.
Continua a leggere more
Il sito Phalaenopsis equestris richiede temperature diverse per le varie fasi di crescita?
Le Phalaenopsis equestris non fioriscono o fioriscono se tenute a basse temperature, quindi assicuratevi di mantenere un range costante per permettere loro di fiorire al massimo delle loro potenzialità. Anche gli sbalzi di temperatura sono dannosi, indipendentemente dalla fase di crescita in cui si trovano. Scendere sotto i 70℉ (25℃) e sopra i 90℉ (32℃) può rallentare e ostacolare la fase di crescita di Phalaenopsis equestris, mentre rimanere sotto i 50℉ (15℃) per lunghi periodi di tempo può impedirle di fiorire del tutto. Phalaenopsis equestris non è resistente e quindi ha bisogno di un ambiente ben curato per crescere correttamente. Dovrete mantenere il maggior controllo possibile sulla temperatura. Phalaenopsis equestris dovrà anche attraversare un periodo di raffreddamento, di cui parleremo più avanti.
Continua a leggere more
Tre consigli per tenere sotto controllo la temperatura di Phalaenopsis equestris
Suggerimento n. 1: dopo la fioritura, Phalaenopsis equestris necessita di un periodo di raffreddamento Se coltivata all'esterno, Phalaenopsis equestris attraversa un periodo di raffreddamento necessario per l'inverno. Se coltivato in casa o in serra, si deve seguire la stessa regola, ma può avvenire in qualsiasi stagione. Se fatto correttamente, il vostro Phalaenopsis equestris può fiorire più volte all'anno. Mantenete il vostro Phalaenopsis equestris tra i 75-90℉ (25-32℃) durante questo periodo di raffreddamento per ottenere un effetto ottimale. Suggerimento n. 2: Phalaenopsis equestris preferisce il freddo di notte Mentre è probabile che coltiviate la vostra Phalaenopsis equestris dove potete mantenerla all'interno dell'intervallo di temperatura ottimale e darle la giusta quantità di luce, la Phalaenopsis equestris preferisce temperature più fredde di notte quando viene coltivata all'aperto. Questo intervallo di temperatura è solitamente compreso tra 50~75℉(15-25℃). A causa della mancanza di controllo climatico che la coltivazione all'aperto comporta, di solito è impossibile controllare se Phalaenopsis equestris rimane in questo intervallo. Suggerimento n. 3: Osservare i segni dei danni da freddo Poiché Phalaenopsis equestris ama le temperature più alte e non ha la resistenza delle piante invernali, è particolarmente suscettibile ai danni da freddo. Dovrete assicurarvi di monitorare attentamente la temperatura del vostro spazio di coltivazione. Qualsiasi temperatura inferiore a 50℉ (15℃) inizierà a danneggiare le piante, e un'esposizione eccessiva al freddo può ucciderle del tutto. Osservate i segni di questo danno: se il vostro Phalaenopsis equestris inizia a scolorire il fogliame e gli steli, significa che il freddo è eccessivo. Se ampie sezioni di Phalaenopsis equestris si seccano e diventano marroni, significa che i tessuti stanno morendo. Spostate immediatamente Phalaenopsis equestris in un ambiente più caldo; in alcuni casi, possono riprendersi.
Continua a leggere more
Il sito Phalaenopsis equestris ha bisogno di temperature diverse a seconda delle stagioni?
A meno che non intendiate coltivare Phalaenopsis equestris all'esterno, non dovrete preoccuparvi di temperature diverse per le varie stagioni. Se non riuscite a trovare spazio in casa o in una serra e dovete utilizzare uno spazio esterno, assicuratevi di coltivarle in estate. Dovrete anche controllare che la vostra zona raggiunga, ma non superi, temperature comprese tra 75-90℉ (25-32℃). È quasi impossibile controllare le condizioni climatiche esterne in questo modo, quindi è quasi sempre meglio utilizzare uno spazio interno o una serra. Phalaenopsis equestris preferisce la maggior quantità possibile di luce solare, quindi è necessario scegliere un'area che riceva un'ampia illuminazione naturale. Una serra è la migliore delle due opzioni; queste strutture permettono a Phalaenopsis equestris di ottenere la maggior quantità possibile di luce solare diretta, pur mantenendo le alte temperature di cui ha bisogno.
Continua a leggere more
Qual è il modo migliore per mantenere la giusta temperatura per Phalaenopsis equestris?
Il modo migliore per mantenere la giusta temperatura per Phalaenopsis equestris è collocarli in un ambiente climatizzato. Può trattarsi di una stanza all'interno della vostra casa, a patto che abbiate un condizionatore o dei ventilatori per garantire che l'area rimanga all'interno dell'intervallo di temperatura ottimale. Se vivete in una regione più fredda, dovrete assicurarvi di avere un sistema di riscaldamento di qualità. Phalaenopsis equestris dà il meglio di sé in un ambiente caldo, quindi dovrete assicurarvi di avere la possibilità di riscaldare una stanza a temperature fino a 75℉ (25℃). Se non è possibile riscaldare una stanza della casa a queste temperature, è meglio considerare la possibilità di collocare il sito Phalaenopsis equestris all'interno di una serra. Una serra può farvi risparmiare sul riscaldamento, poiché la struttura si riscalda naturalmente quando la luce del sole passa attraverso i suoi pannelli di vetro trasparente o opaco. Questo mantiene la serra alla giusta temperatura, assicurando che Phalaenopsis equestris cresca nel miglior ambiente possibile.
Continua a leggere more
left right
Cultivation:SoilDetail

Qual è il terreno migliore per Phalaenopsis equestris?

Come epifita, le radici della phalaenopsis equestris hanno bisogno di molta aria, quindi è preferibile un terreno con buona permeabilità e drenaggio. La maggior parte dei vivai vendono speciali mix di invasature di orchidee, ma puoi cimentarti tu stesso mescolando 4-6 parti di scaglie di corteccia di pino, 1 parte di perlite, 1 parte di torba e 1 parte di carbone orticolo. Alcune delle piante di phalaenopsis equestris in vaso che puoi acquistare sono piantate nel muschio. I vantaggi del muschio sono la sua leggerezza e permeabilità, è facile da trasportare e consente alle radici di continuare a respirare.
Cultivation:SoilDetail
Cultivation:PropagationDetail

Come propagare Phalaenopsis equestris?

Phalaenopsis equestris può riprodursi per divisione o taglio.
Allevamento in divisione : le piante di phalaenopsis equestris con più steli sono più adatte per la divisione. Procede dopo la fioritura e quando si divide la pianta, viene scavata con cura le radici per dividere le radici in più pezzi. Utilizzare uno strumento pulito e non dimenticare di disinfettare la superficie della fenditura con un disinfettante. Quindi piantare i pezzi divisi in un contenitore e metterli in un luogo fresco. Prima che le nuove radici crescano, dai loro molta acqua per evitare che si secchino.
Riproduzione di talee : fallo prima della fioritura. Scegli uno stelo sano e spesso, elimina le foglie e taglialo in due piccoli segmenti. Quindi inserire il lato inferiore direttamente nel substrato e mantenerlo umido, e le radici cresceranno dopo circa 2-3 mesi. Puoi anche adagiare l'intero gambo su un substrato umido, le radici cresceranno e si taglieranno a pezzi dopo la germinazione. Sostituisci i tagli della radice tagliata in vasi per favorire la crescita. A volte gli steli possono marcire in un ambiente caldo, quindi puoi tagliarli e ripiantarli.

Riproduzione

Quando coltivate Phalaenopsis equestris, vi interesserà sapere come ottenere più Phalaenopsis equestris gratuitamente. Se volete propagare la vostra Phalaenopsis equestris, potete seguire il metodo riportato nell'articolo qui sotto. Potete propagare questa pianta per divisione. Potete dividere le piante in primavera o in autunno. Se si divide in primavera, è meglio farlo all'inizio della stagione per dare alla pianta maggiori possibilità di adattarsi alla divisione prima dell'arrivo del caldo estivo. Lo stesso vale per l'autunno: si dovrebbe dividere abbastanza presto per dare alla pianta il tempo di riprendersi prima dell'arrivo delle fredde temperature invernali. Dividere una pianta non è un'operazione difficile, ma è molto più facile se si hanno a disposizione gli strumenti giusti. Ecco un elenco di base di ciò di cui avrete bisogno:
  1. Una pala da scavo o un coltello (preferibilmente con una lama appuntita piuttosto che piatta)
  2. Una soluzione di candeggina diluita o alcool isopropilico per pulire gli strumenti
  3. Una fonte d'acqua (tubo da giardino, annaffiatoio, ecc.)
Fasi: Fase 1: con la pala scavare intorno all'intera pianta madre e sollevarla dal terreno. Fase 2: Allentare e separare le radici principali per avere un'idea più precisa di dove dividere la pianta. Fase 3: Per separare Phalaenopsis equestris si può tirare solo la parte fuori terra della pianta, se è più facile. Se l'apparato radicale è strettamente avvolto, usate la pala o il coltello per tagliare la zolla di terra e dividere la pianta in due parti. Ripetete l'operazione se avete una pianta grande che volete dividere più di una volta. Per sterilizzare gli strumenti prima dell'uso è necessario utilizzare una soluzione di candeggina diluita o alcool isopropilico. Fase 4: Attendere che le ferite causate dalla divisione della pianta si asciughino e ripiantare la pianta madre nel suo posto originale. Trapiantate la parte divisa in un nuovo luogo di crescita. Potete propagare questa pianta con i germogli, se li trovate sul gambo. Prima di poter propagare una Phalaenopsis equestris, dovrete aspettare che la pianta diventi matura con un gambo lungo. Una volta che il vostro Phalaenopsis equestris è sufficientemente maturo, inizierà a sviluppare gemme sul gambo, poi svilupperà foglie e un sistema di radici. Una volta che le radici inizieranno a svilupparsi, potrete facilmente rimuovere le cime dal Phalaenopsis equestris e propagare un clone della pianta madre. Cosa vi serve: Avere il giusto set di strumenti vi renderà molto più facile propagare il vostro Phalaenopsis equestris. Gli elementi essenziali che dovrete raccogliere prima di iniziare il processo sono i seguenti
  1. Un piccolo paio di forbici o cesoie per potatura
  2. soluzione di candeggina diluita o alcool isopropilico per pulire gli utensili
  3. terriccio per vasi
  4. Un contenitore da giardino di dimensioni medio-piccole
Fasi: Fase 1: Aspettate che il vostro Phalaenopsis equestris maturo abbia sviluppato gemme con foglie sane e alcune radici lunghe qualche centimetro ciascuna. Fase 2: Con le forbici o le cesoie tagliate il gambo del fiore e rimuovete i boccioli. Gli strumenti devono essere sterilizzati prima della potatura. Fase 3: tagliare le parti di gambo in eccesso che rimangono attaccate sopra o sotto i boccioli. Fase 4: riempire il contenitore da giardino con il terriccio. Fase 5: Piantare i germogli nel contenitore. Fase 6: Aggiungere l'acqua nel contenitore senza farla toccare alla pianta stessa, perché potrebbe causare facilmente il marciume.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
close
Cultivation:PropagationDetail
Cultivation:PlantingDetail

Come piantare Phalaenopsis equestris?

Se desideri continuare a coltivare la tua phalaenopsis equestris dopo la stagione della fioritura, ti consigliamo di sostituire il terreno. Quando i fiori appassiscono, taglia i peduncoli per evitare che vengano consumati ulteriori nutrienti.
Prendi la pianta dal vaso, scarta il vecchio terreno, risciacqua le radici della pianta e taglia tutte le radici vecchie malate, morte o troppo lunghe. Asciuga le radici e avvolgile nel muschio di torba, né troppo stretto né troppo morbido. Infine, rinvasa la pianta. Consigliamo un'annaffiatura consistente il secondo giorno successivo al rinvaso.
Cultivation:PlantingDetail
Cultivation:HarvestDetail

Come raccogliere Phalaenopsis equestris?

Puoi tagliare i fiori di phalaenopsis equestris per composizioni floreali. Una volta che fiorisce con 4-5 fiori, tagliali alla base del peduncolo usando delle forbici da giardinaggio affilate. Metti i fiori in un vaso pieno di acqua pulita in modo che non si disidratino. Puoi tagliare l'estremità del peduncolo con un angolo di 45° per aumentare l'area di assorbimento dell'acqua. È meglio raccogliere i fiori al mattino quando il loro contenuto di acqua è più elevato e perdono acqua più lentamente.
Cultivation:HarvestDetail
care_scenes

Ulteriori informazioni su Phalaenopsis Equestris Crescita e cura

Guida alle cure di base
Scopri di più
Luminosità
Sole parziale
Phalaenopsis equestris è originaria del sottobosco delle foreste tropicali o tra le rocce, che offrono ombra naturale. Preferisce il sole parziale, ma può tollerare anche il pieno sole, adattandosi bene a condizioni di luce variabili.
Tips per l’illuminazione
Temperatura
5 43 ℃
Phalaenopsis equestris prospera in ambienti caldi. Cresce meglio a temperature moderatamente elevate, ma non eccessivamente calde e umide. La luce solare aiuta a riscaldare la pianta e favorisce la fioritura. Tuttavia, l'esposizione prolungata alla luce diretta del sole durante l'estate può portare a scottature, quindi è importante controllare la quantità di luce solare che riceve in questa stagione. La pianta di solito non tollera bene le temperature fredde, quindi richiede una protezione adeguata e temperature più elevate durante l'inverno per evitare il congelamento.
Temp ideale per crescita
Orientamento secondo il feng shui
Sud
care_pet_and_diseases

Parassiti e malattie comuni

Problemi comuni relativi a Phalaenopsis equestris, basati su 10 milioni di casi reali
Cicatrici
Cicatrici Cicatrici
Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Soluzioni: In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni: Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Ingiallimento e appassimento fogliare
Ingiallimento e appassimento fogliare Ingiallimento e appassimento fogliare
Ingiallimento e appassimento fogliare
L'invecchiamento naturale può far ingiallire e seccare le foglie.
Soluzioni: Se l'ingiallimento e l'essiccazione di foglie e fiori è una progressione naturale dovuta all'età, non si può fare nulla per rallentare o fermare il processo. Una volta che gli ormoni all'interno della pianta iniziano il processo di senescenza, è irreversibile.
Appassimento dopo la fioritura
Appassimento dopo la fioritura Appassimento dopo la fioritura
Appassimento dopo la fioritura
I fiori appassiranno gradualmente dopo che la pianta avrà finito di fiorire.
Soluzioni: Controlla il terriccio o il terriccio. Le trame grossolane possono consentire all'acqua di defluire troppo rapidamente, impedendo alla pianta di assorbire abbastanza. Se il terreno e le radici sembrano molto asciutti, aggiungi muschio di sfagno o altri mezzi che trattengono l'acqua. Innaffia secondo le raccomandazioni per ciascuna specie di pianta. La bassa umidità può essere corretta nebulizzando regolarmente la pianta o posizionandola vicino a un umidificatore. Anche tenerlo vicino ad altre piante aiuta. Mantenere l'ambiente coerente in termini di temperatura, umidità e illuminazione. Tienilo lontano da prese d'aria, riscaldatori e condizionatori d'aria ed evita di spostarlo in luoghi in cui subirà uno shock termico. Il caldo, il calore secco e le correnti fredde sono problematici per molte piante. Soprattutto se la pianta è all'esterno, potrebbe essere soggetta a calore o leggero stress. Prova a spostarlo in una posizione più ombreggiata.
Carenza di acqua
Carenza di acqua Carenza di acqua
Carenza di acqua
Un'irrigazione insufficiente farà appassire e ingiallire le foglie della pianta, quindi gradualmente si asciugheranno e cadranno. Nei casi più gravi, questo porterà alla morte della pianta.
Soluzioni: Il modo più semplice (e più ovvio) per affrontare carenza di acqua è idratare completamente la pianta. Tuttavia, questo deve essere fatto con attenzione. Un errore comune che fanno molti giardinieri è bagnare le loro piante sott'acqua con l'acqua. Questo può sopraffare le radici della pianta e scioccare il suo sistema, qualcosa che può essere anche più dannoso della mancanza di acqua per cominciare. Invece, annaffia accuratamente e lentamente, facendo delle pause per lasciare che l'acqua si satura lentamente attraverso il terreno per arrivare alle radici. Utilizzare acqua a temperatura ambiente, poiché l'acqua fredda potrebbe essere uno shock eccessivo. In futuro, ridurre il tempo tra le annaffiature. Una buona regola pratica è controllare il terreno intorno a ogni pianta ogni giorno. Se è asciutto fino ad almeno due pollici in basso, è il momento di annaffiare. Se una pianta in vaso si asciuga ripetutamente molto rapidamente, anche il rinvaso in un contenitore a drenaggio più lento potrebbe essere una buona idea.
autodiagnose

Cura e previeni le malattie delle piante.

Il medico delle piante con IA ti aiuta a diagnosticare i problemi delle piante in pochi secondi.
close
Cicatrici
plant poor
Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le cicatrici in una pianta si formano quando questa subisce un trauma e sviluppa tessuti al di sotto o intorno alla superficie ferita per proteggerla. Si crea, in poche parole, una crosta protettiva sulla ferita.
Diverse sono le cause che potrebbero provocarle:
  1. Persone o animali, passandovi vicino, possono urtare e danneggiare la pianta.
  2. Organismi patogeni come insetti, batteri o funghi, possono danneggiare la pianta. Gli insetti possono aggredire la pianta per cibarsi delle sue parti o pungerla per suggere la linfa o deporre le loro uova, mentre i batteri e i funghi possono aggredirla causando necrosi o formazione di vesciche.
  3. Le potature possono lasciare ferite sulla pianta, soprattutto se mal eseguite.
  4. L'eccessiva esposizione al sole e/o al calore può causare la bruciatura dei tessuti della pianta (specialmente sulle foglie ma anche su rami e fusto), soprattutto se il suolo è secco.
Soluzioni
Soluzioni
In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni:
  1. Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali.
  2. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita.
  3. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli.
  4. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Prevenzione
Prevenzione
Per una corretta prevenzione:
  1. Utilizza sempre piante adatte ai diversi tipi di clima, terreno o altre condizioni ambientali.
  2. Esamina le piante prima dell’impianto cercando di individuare la presenza di organismi patogeni e limitarne la diffusione.
  3. Esegui correttamente le potature e contatta, quando possibile, personale esperto.
  4. Controlla periodicamente la tua pianta per individuare sintomi di stress e prevenire la formazione di ferite e cicatrici.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Ingiallimento e appassimento fogliare
plant poor
Ingiallimento e appassimento fogliare
L'invecchiamento naturale può far ingiallire e seccare le foglie.
Panoramica
Panoramica
Indipendentemente dal tipo di pianta o da dove viene coltivata, a un certo punto comincerà a prendere ingiallimento e appassimento fogliare . Questo è un processo naturale e inevitabile che si verifica quando la pianta ha completato tutti i passaggi della sua vita. Le piante annuali subiscono questo processo alla fine di una singola stagione di crescita. Le piante perenni vivono per più anni, se non decine o centinaia di anni, ma alla fine mostreranno comunque questi sintomi.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Quando le piante hanno progredito attraverso le loro fasi di sviluppo naturali e si stanno avvicinando alla fine del loro ciclo di vita, iniziano a mostrare segni di declino. Le foglie inizieranno a ingiallire e a cadere, e nel tempo diventeranno marrone come la carta e si asciugheranno. Una volta completamente asciutte, le foglie iniziano a cadere dalla pianta fino a quando l'intera pianta non si è asciugata.
Causa della malattia
Causa della malattia
Alla fine della sua vita, la codifica genetica all'interno della pianta aumenta la produzione di etilene, un fitormone che controlla la senescenza o l'invecchiamento naturale e la morte. La divisione cellulare si interrompe e la pianta inizia a catabolizzare le risorse da utilizzare in altre parti della pianta. Quando ciò accade, i tessuti iniziano a ingiallire e ad asciugarsi fino a quando l'intera pianta non si secca e muore.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Appassimento dopo la fioritura
plant poor
Appassimento dopo la fioritura
I fiori appassiranno gradualmente dopo che la pianta avrà finito di fiorire.
Panoramica
Panoramica
Appassimento dopo la fioritura a volte è un processo di invecchiamento naturale del fiore, mentre altre volte può indicare un problema. Le orchidee, ad esempio, possono fiorire da due settimane a tre mesi, quindi l'appassimento dopo pochi giorni rappresenta un problema per la maggior parte delle varietà. Questo può accadere praticamente a qualsiasi pianta da fiore ornamentale, ma quelle con radici poco profonde e tolleranza limitata alla siccità, al pieno sole e alla bassa umidità sono più suscettibili. Questo è un problema comune e spesso ha una soluzione facile. A volte, tuttavia, è il risultato di cause più gravi come parassiti o malattie dell'apparato radicale.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
  • All'inizio, i fiori possono sembrare un po' flosci.
  • I petali possono iniziare ad apparire secchi e diventare marroni.
  • Alla fine potrebbero far cadere la pianta tutti insieme.
Causa della malattia
Causa della malattia
Le fioriture appassite possono essere un segno di un apparato radicale malsano. Qualsiasi condizione che impedisca alla pianta di assorbire acqua e nutrimento a sufficienza può provocare fioriture avvizzite e talvolta altri sintomi. Se la pianta non ha abbastanza acqua, non può mantenere una pressione adeguata all'interno di steli, foglie e fiori, facendoli appassire. Ciò può derivare da danni fisici, ad esempio dalla rottura delle radici durante il rinvaso o dall'attacco di insetti come le larve. Se hai rinvasato di recente la tua pianta, una probabile causa è un danno fisico alle radici. Se vedi insetti, potrebbero mangiare foglie, radici o fiori. Le infezioni fungine possono anche causare marciume e danni alle radici, impedendo l'assorbimento di acqua e nutrienti. Infine, le fioriture avvizzite possono derivare semplicemente dall'età. Se non sono visibili altri sintomi, potrebbe semplicemente segnalare la fine naturale della durata della vita del fiore. Se sembra prematuro, ciò può essere causato da fattori ambientali: acqua, umidità, luce o stress. L'irrigazione insufficiente è una causa comune. Allo stesso modo, le piante adattate all'umidità elevata si seccano facilmente quando l'umidità è bassa, come durante l'inverno o nei climi secchi. Troppa luce può anche stressare le piante che hanno bisogno di ombra, facendo appassire le fioriture.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Carenza di acqua
plant poor
Carenza di acqua
Un'irrigazione insufficiente farà appassire e ingiallire le foglie della pianta, quindi gradualmente si asciugheranno e cadranno. Nei casi più gravi, questo porterà alla morte della pianta.
Panoramica
Panoramica
piante di carenza di acqua è uno dei modi più rapidi per ucciderle. Questo è qualcosa di cui la maggior parte dei giardinieri è ben consapevole. Sfortunatamente, sapere esattamente di quanta acqua ha bisogno una pianta può essere complicato, soprattutto considerando che l'immersione e l'irrigazione eccessiva presentano sintomi simili nelle piante. Pertanto, è importante essere vigili e attenti alle esigenze individuali di ogni pianta.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Come accennato in precedenza, l'eccesso di acqua e l'immersione subacquea presentano sintomi simili nelle piante. Questi sintomi includono scarsa crescita, foglie appassite, defogliazione e punte o margini delle foglie marroni. In definitiva, sia l'immersione che l'eccesso di acqua possono portare alla morte di una pianta. Il modo più semplice per determinare se una pianta ha troppa acqua o troppo poca è guardare le foglie. Se carenza di acqua è il colpevole, le foglie appariranno marroni e croccanti, mentre se è troppo abbondante, appariranno di colore giallo o verde pallido. Quando questo problema inizia per la prima volta, potrebbero non esserci sintomi evidenti, in particolare nelle piante resistenti o resistenti alla siccità. Tuttavia, inizieranno ad appassire una volta che inizieranno a soffrire di mancanza d'acqua. I bordi delle foglie della pianta diventeranno marroni o arricciati. Il terreno che si stacca dai bordi della fioriera è un segno rivelatore o uno stelo croccante e fragile. Il carenza di acqua prolungato può causare un rallentamento della crescita di una pianta. Le foglie potrebbero cadere e anche la pianta può essere più suscettibile alle infestazioni di parassiti.
Causa della malattia
Causa della malattia
Carenza di acqua è causato, semplicemente, dal non annaffiare le piante spesso o abbastanza in profondità. Esiste un rischio maggiore di carenza di acqua se si verifica una di queste situazioni:
  • Caldo estremo e clima secco (quando si coltiva all'aperto)
  • Coltiva le luci o l'illuminazione per interni troppo luminosa o intensa per il tipo di pianta
  • Utilizzo di substrati di coltivazione a drenaggio rapido come la sabbia
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
care_more_info

Altro su Phalaenopsis Equestris

Tipo di pianta
Tipo di pianta
Erba medicinale
Durata di Vita
Durata di Vita
Perenne
Diametro della Corona
Diametro della Corona
35 cm
Colore della foglia
Colore della foglia
Verde
Diametro del Fiore
Diametro del Fiore
2.5 a 5 cm
Altezza della Pianta
Altezza della Pianta
30 cm
plantfinder

Trova le amiche verdi perfette per te.

Progetta la tua oasi verde in base ai tuoi criteri: tipo di piante, sicurezza degli animali domestici, livello di competenza, ubicazione e altro ancora.
care_faq

Problemi Comuni

Perché i fiori di phalaenopsis equestris appassiscono?

more more
L'appassimento potrebbe essere causato da basse temperature o disidratazione. Quando la phalaenopsis equestris fiorisce, è meglio mantenere la temperatura interna sopra i 15 ℃. Se la temperatura scende sotto i 5 ℃, i fiori di specie intolleranti al freddo potrebbero appassire irreversibilmente entro poche ore. Se la disidratazione è la causa del leggero avvizzimento dei fiori, talvolta basta annaffiare la pianta per farla tornare sana. Tuttavia, se i fiori rimangono disidratati per troppo tempo, appassiranno e moriranno.

Perché le foglie della mia phalaenopsis equestris stanno ingiallendo?

more more
Le foglie inferiori iniziano naturalmente a ingiallire leggermente man mano che la pianta cresce. Tuttavia, se le foglie vicino alla cima della pianta iniziano a ingiallire, ciò potrebbe accadere per diversi motivi. Potrebbe essere il risultato di una illuminazione eccessiva, temperatura troppo bassa o di un apparato radicale marcio. Per risolvere questo problema, ti consigliamo di esporre la pianta solo alla luce diffusa, di mantenere la temperatura interna intorno ai 22 a 30 ℃ e di utilizzare terreno con un buon drenaggio.
plant

Un botanico in tasca

plant
plant

App

plant
close
product icon
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
La tua Guida Definitiva per le Piante
Identifica, coltiva e nutri nel modo migliore!
product icon
17.000 specie locali e 400.000 specie mondiali studiate
product icon
Quasi 5 anni di ricerche
product icon
Più di 80 studiosi di botanica e giardinaggio
ad
ad
Un botanico in tasca
Scan the QR code with your phone camera to download the app
close
title
Un botanico in tasca
qrcode
Scansiona il codice QR per effettuare il download
Su
Cura di Base
Cura Avanzata
Ulteriori istruzioni
Parassiti e Malattie
Maggiori informazioni
Domande Frequenti
Phalaenopsis equestris
Phalaenopsis equestris

Come Prendersi Cura di Phalaenopsis Equestris

La phalaenopsis equestris è una delle orchidee da interno più popolari e vendute come piante da vaso, grazie alla facilità di fioritura in condizioni artificiali. È stata tra le prime orchidee tropicali delle collezioni di epoca vittoriana. Il suo nome scientifico Phalaenopsis equestris deriva dal greco e significa “simile a una farfalla” riferendosi alla forma del fiore.
Acqua
Ogni settimana
Acqua
Luce Solare
Sole parziale
Luce Solare
care_basic_guide

Guida di Base per la Cura

Cultivation:WaterDetail

Come innaffiare Phalaenopsis equestris?

Cultivation:WaterDetail
La phalaenopsis equestris è una pianta relativamente resistente alla siccità. L'irrigazione eccessiva può danneggiarne le radici. Se il terreno è eccessivamente bagnato, le radici crescono a fatica e tendono a marcire. Puoi annaffiare la pianta al mattino, due volte a settimana. Poiché la sua crescita rallenta in inverno, devi annaffiarla solo una volta alla settimana.
Assicurati che sia ben ventilata dopo l'irrigazione in modo che l'eventuale acqua rimasta sulle foglie evapori. Questo aiuta a prevenire l'insorgere di parassiti e malattie. Se l'aria è troppo secca, puoi spruzzare la pianta con acqua pulita per aumentare l'umidità circostante. Se le radici diventano marrone scuro o nere, questo potrebbe essere un segno precoce che stanno marcendo. Dovresti ridurre la frequenza dell'irrigazione e tagliare prontamente eventuali radici marce.
waterreminders

Non saltare mai più un'attività di manutenzione!

La cura delle piante è più facile che mai con il nostro promemoria smart personalizzato.
Cosa devo fare se innaffio troppo o troppo poco il mio Phalaenopsis equestris?
more
Con quale frequenza devo annaffiare il mio Phalaenopsis equestris?
more
Come innaffiare Phalaenopsis equestris?
more
Cultivation:FertilizerDetail

Come concimare Phalaenopsis equestris?

Cultivation:FertilizerDetail
La phalaenopsis equestris cresce in modo rigoglioso in primavera e in estate. Fertilizza una volta ogni due settimane con un fertilizzante con un rapporto NPK di 30-10-10. In autunno e in inverno, puoi concimarla una volta al mese e ridurre il dosaggio del fertilizzante azotato per rallentare la crescita delle foglie, il che aiuterà con la differenziazione delle gemme floreali. Usa un fertilizzante composto bilanciato prima della stagione della fioritura, ad esempio un fertilizzante con un rapporto NPK di 20-20-20.
Perché devo concimare il mio Phalaenopsis equestris?
more
Quando è il momento migliore per concimare il mio Phalaenopsis equestris?
more
Quando dovrei evitare di concimare il mio Phalaenopsis equestris?
more
Di che tipo di fertilizzante ha bisogno il mio Phalaenopsis equestris?
more
Mostra di più more
Cultivation:SunlightDetail

Quali sono i requisiti di luce solare per Phalaenopsis equestris?

Cultivation:SunlightDetail
Alla phalaenopsis equestris piace la luce solaresufficiente, che dona alle sue foglie un bellissimo color verde smeraldo. Tuttavia, la luce solare molto intensa potrebbe bruciare le sue foglie. Pertanto, è meglio posizionare la pianta su un davanzale e lasciare che la luce del sole passi attraverso il vetro. Se la luce solare è insufficiente, le foglie perdono la loro lucentezza e diventano di color verde scuro, gli steli si allungano e ci sono meno gemme di fiori. Tuttavia, se la luce del sole è troppo intensa, le sue foglie verranno bruciate dal sole.
lightmeter

Scopri quanta luce ricevono realmente le tue piante.

Trova i punti migliori per ottimizzare la loro salute, semplicemente usando il tuo telefono.
Di quante ore di luce solare ha bisogno Phalaenopsis equestris per crescere?
more
Cosa succederà se Phalaenopsis equestris non riceve abbastanza luce solare?
more
Cosa succede se Phalaenopsis equestris riceve troppa luce solare?
more
Cultivation:PruningDetail

Come potare Phalaenopsis equestris ?

Cultivation:PruningDetail
Elimina tutte le foglie malate o morte della phalaenopsis equestris in modo tempestivo per impedire la diffusione di parassiti e malattie. Anche i fiori appassiti dovrebbero essere tagliati prontamente in modo da non consumare più nutrienti. Se tutti i fiori di un peduncolo sono appassiti, puoi tagliare l'intero peduncolo per concentrare i nutrienti e aiutare la pianta a fiorire di nuovo.
Il mio Phalaenopsis equestris ha bisogno di essere potato?
more
Quando è il momento migliore per potare il mio Phalaenopsis equestris?
more
Cosa devo fare dopo la potatura di Phalaenopsis equestris?
more
Come posso potare il mio Phalaenopsis equestris durante le diverse fasi di crescita?
more
Mostra di più more
close
care_advanced_guide

Guida avanzata alla cura

Cultivation:WaterAndHardinessDetail

Qual è l'intervallo di temperatura ideale per Phalaenopsis equestris?

Cultivation:WaterAndHardinessDetail
La phalaenopsis equestris proviene da regioni tropicali e preferisce naturalmente temperature calde. La temperatura dovrebbe essere mantenuta intorno a 22 a 30 ℃ durante il giorno e 20 a 22 ℃ di notte. La temperatura diurna aiuta la pianta ad accumulare sostanze nutritive.
Una temperatura troppo alta potrebbe impedire alla phalaenopsis equestris di produrre boccioli di fiori, quindi è consigliabile mantenere la temperatura durante il giorno sotto i28 ℃ durante il periodo prima della fioritura. La phalaenopsis equestris può sopravvivere a temperature elevate come 35 ℃ con elevata umidità, ma tali condizioni, se perdurano per troppo tempo, possono provocare una crescita eccessiva e le foglie diventano sottili e morbide fino a cadere.a
La phalaenopsis equestris è un'epifita, nel senso che cresce attaccata a tronchi d'albero o scogliere nel suo habitat di origine. Nei giorni in cui la pioggia è scarsa, può assorbire l'acqua attraverso le sue foglie e le radici aeree, catturando l'umidità presente nell'aria, rendendola relativamente resistente alla siccità. Se nel suolo si accumula troppa acqua, le radici della phalaenopsis equestris potrebbero avere difficoltà a respirare e quindi essere portate a marcire.
Qual è la temperatura ottimale per Phalaenopsis equestris?
more
Il sito Phalaenopsis equestris richiede temperature diverse per le varie fasi di crescita?
more
Tre consigli per tenere sotto controllo la temperatura di Phalaenopsis equestris
more
Il sito Phalaenopsis equestris ha bisogno di temperature diverse a seconda delle stagioni?
more
Mostra di più more
Cultivation:SoilDetail

Qual è il terreno migliore per Phalaenopsis equestris?

Cultivation:SoilDetail
Come epifita, le radici della phalaenopsis equestris hanno bisogno di molta aria, quindi è preferibile un terreno con buona permeabilità e drenaggio. La maggior parte dei vivai vendono speciali mix di invasature di orchidee, ma puoi cimentarti tu stesso mescolando 4-6 parti di scaglie di corteccia di pino, 1 parte di perlite, 1 parte di torba e 1 parte di carbone orticolo. Alcune delle piante di phalaenopsis equestris in vaso che puoi acquistare sono piantate nel muschio. I vantaggi del muschio sono la sua leggerezza e permeabilità, è facile da trasportare e consente alle radici di continuare a respirare.
Cultivation:PropagationDetail

Come propagare Phalaenopsis equestris?

Cultivation:PropagationDetail
Phalaenopsis equestris può riprodursi per divisione o taglio.
Allevamento in divisione : le piante di phalaenopsis equestris con più steli sono più adatte per la divisione. Procede dopo la fioritura e quando si divide la pianta, viene scavata con cura le radici per dividere le radici in più pezzi. Utilizzare uno strumento pulito e non dimenticare di disinfettare la superficie della fenditura con un disinfettante. Quindi piantare i pezzi divisi in un contenitore e metterli in un luogo fresco. Prima che le nuove radici crescano, dai loro molta acqua per evitare che si secchino.
Riproduzione di talee : fallo prima della fioritura. Scegli uno stelo sano e spesso, elimina le foglie e taglialo in due piccoli segmenti. Quindi inserire il lato inferiore direttamente nel substrato e mantenerlo umido, e le radici cresceranno dopo circa 2-3 mesi. Puoi anche adagiare l'intero gambo su un substrato umido, le radici cresceranno e si taglieranno a pezzi dopo la germinazione. Sostituisci i tagli della radice tagliata in vasi per favorire la crescita. A volte gli steli possono marcire in un ambiente caldo, quindi puoi tagliarli e ripiantarli.
close

Riproduzione

Quando coltivate Phalaenopsis equestris, vi interesserà sapere come ottenere più Phalaenopsis equestris gratuitamente. Se volete propagare la vostra Phalaenopsis equestris, potete seguire il metodo riportato nell'articolo qui sotto. Potete propagare questa pianta per divisione. Potete dividere le piante in primavera o in autunno. Se si divide in primavera, è meglio farlo all'inizio della stagione per dare alla pianta maggiori possibilità di adattarsi alla divisione prima dell'arrivo del caldo estivo. Lo stesso vale per l'autunno: si dovrebbe dividere abbastanza presto per dare alla pianta il tempo di riprendersi prima dell'arrivo delle fredde temperature invernali. Dividere una pianta non è un'operazione difficile, ma è molto più facile se si hanno a disposizione gli strumenti giusti. Ecco un elenco di base di ciò di cui avrete bisogno:
  1. Una pala da scavo o un coltello (preferibilmente con una lama appuntita piuttosto che piatta)
  2. Una soluzione di candeggina diluita o alcool isopropilico per pulire gli strumenti
  3. Una fonte d'acqua (tubo da giardino, annaffiatoio, ecc.)
Fasi: Fase 1: con la pala scavare intorno all'intera pianta madre e sollevarla dal terreno. Fase 2: Allentare e separare le radici principali per avere un'idea più precisa di dove dividere la pianta. Fase 3: Per separare Phalaenopsis equestris si può tirare solo la parte fuori terra della pianta, se è più facile. Se l'apparato radicale è strettamente avvolto, usate la pala o il coltello per tagliare la zolla di terra e dividere la pianta in due parti. Ripetete l'operazione se avete una pianta grande che volete dividere più di una volta. Per sterilizzare gli strumenti prima dell'uso è necessario utilizzare una soluzione di candeggina diluita o alcool isopropilico. Fase 4: Attendere che le ferite causate dalla divisione della pianta si asciughino e ripiantare la pianta madre nel suo posto originale. Trapiantate la parte divisa in un nuovo luogo di crescita. Potete propagare questa pianta con i germogli, se li trovate sul gambo. Prima di poter propagare una Phalaenopsis equestris, dovrete aspettare che la pianta diventi matura con un gambo lungo. Una volta che il vostro Phalaenopsis equestris è sufficientemente maturo, inizierà a sviluppare gemme sul gambo, poi svilupperà foglie e un sistema di radici. Una volta che le radici inizieranno a svilupparsi, potrete facilmente rimuovere le cime dal Phalaenopsis equestris e propagare un clone della pianta madre. Cosa vi serve: Avere il giusto set di strumenti vi renderà molto più facile propagare il vostro Phalaenopsis equestris. Gli elementi essenziali che dovrete raccogliere prima di iniziare il processo sono i seguenti
  1. Un piccolo paio di forbici o cesoie per potatura
  2. soluzione di candeggina diluita o alcool isopropilico per pulire gli utensili
  3. terriccio per vasi
  4. Un contenitore da giardino di dimensioni medio-piccole
Fasi: Fase 1: Aspettate che il vostro Phalaenopsis equestris maturo abbia sviluppato gemme con foglie sane e alcune radici lunghe qualche centimetro ciascuna. Fase 2: Con le forbici o le cesoie tagliate il gambo del fiore e rimuovete i boccioli. Gli strumenti devono essere sterilizzati prima della potatura. Fase 3: tagliare le parti di gambo in eccesso che rimangono attaccate sopra o sotto i boccioli. Fase 4: riempire il contenitore da giardino con il terriccio. Fase 5: Piantare i germogli nel contenitore. Fase 6: Aggiungere l'acqua nel contenitore senza farla toccare alla pianta stessa, perché potrebbe causare facilmente il marciume.
Mostra di più
more
Sblocca le guide complete per imparare a curare più di 10.000 specie
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
Cultivation:PlantingDetail

Come piantare Phalaenopsis equestris?

Cultivation:PlantingDetail
Se desideri continuare a coltivare la tua phalaenopsis equestris dopo la stagione della fioritura, ti consigliamo di sostituire il terreno. Quando i fiori appassiscono, taglia i peduncoli per evitare che vengano consumati ulteriori nutrienti.
Prendi la pianta dal vaso, scarta il vecchio terreno, risciacqua le radici della pianta e taglia tutte le radici vecchie malate, morte o troppo lunghe. Asciuga le radici e avvolgile nel muschio di torba, né troppo stretto né troppo morbido. Infine, rinvasa la pianta. Consigliamo un'annaffiatura consistente il secondo giorno successivo al rinvaso.
Cultivation:HarvestDetail

Come raccogliere Phalaenopsis equestris?

Cultivation:HarvestDetail
Puoi tagliare i fiori di phalaenopsis equestris per composizioni floreali. Una volta che fiorisce con 4-5 fiori, tagliali alla base del peduncolo usando delle forbici da giardinaggio affilate. Metti i fiori in un vaso pieno di acqua pulita in modo che non si disidratino. Puoi tagliare l'estremità del peduncolo con un angolo di 45° per aumentare l'area di assorbimento dell'acqua. È meglio raccogliere i fiori al mattino quando il loro contenuto di acqua è più elevato e perdono acqua più lentamente.
care_scenes

Ulteriori informazioni su Phalaenopsis Equestris Crescita e cura

Guida alle cure di base
Scopri di più
care_pet_and_diseases

Parassiti e malattie comuni

Problemi comuni relativi a Phalaenopsis equestris, basati su 10 milioni di casi reali
Cicatrici
Cicatrici Cicatrici Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Soluzioni: In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni: Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Learn More About the Cicatrici more
Ingiallimento e appassimento fogliare
Ingiallimento e appassimento fogliare Ingiallimento e appassimento fogliare Ingiallimento e appassimento fogliare
L'invecchiamento naturale può far ingiallire e seccare le foglie.
Soluzioni: Se l'ingiallimento e l'essiccazione di foglie e fiori è una progressione naturale dovuta all'età, non si può fare nulla per rallentare o fermare il processo. Una volta che gli ormoni all'interno della pianta iniziano il processo di senescenza, è irreversibile.
Learn More About the Ingiallimento e appassimento fogliare more
Appassimento dopo la fioritura
Appassimento dopo la fioritura Appassimento dopo la fioritura Appassimento dopo la fioritura
I fiori appassiranno gradualmente dopo che la pianta avrà finito di fiorire.
Soluzioni: Controlla il terriccio o il terriccio. Le trame grossolane possono consentire all'acqua di defluire troppo rapidamente, impedendo alla pianta di assorbire abbastanza. Se il terreno e le radici sembrano molto asciutti, aggiungi muschio di sfagno o altri mezzi che trattengono l'acqua. Innaffia secondo le raccomandazioni per ciascuna specie di pianta. La bassa umidità può essere corretta nebulizzando regolarmente la pianta o posizionandola vicino a un umidificatore. Anche tenerlo vicino ad altre piante aiuta. Mantenere l'ambiente coerente in termini di temperatura, umidità e illuminazione. Tienilo lontano da prese d'aria, riscaldatori e condizionatori d'aria ed evita di spostarlo in luoghi in cui subirà uno shock termico. Il caldo, il calore secco e le correnti fredde sono problematici per molte piante. Soprattutto se la pianta è all'esterno, potrebbe essere soggetta a calore o leggero stress. Prova a spostarlo in una posizione più ombreggiata.
Learn More About the Appassimento dopo la fioritura more
Carenza di acqua
Carenza di acqua Carenza di acqua Carenza di acqua
Un'irrigazione insufficiente farà appassire e ingiallire le foglie della pianta, quindi gradualmente si asciugheranno e cadranno. Nei casi più gravi, questo porterà alla morte della pianta.
Soluzioni: Il modo più semplice (e più ovvio) per affrontare carenza di acqua è idratare completamente la pianta. Tuttavia, questo deve essere fatto con attenzione. Un errore comune che fanno molti giardinieri è bagnare le loro piante sott'acqua con l'acqua. Questo può sopraffare le radici della pianta e scioccare il suo sistema, qualcosa che può essere anche più dannoso della mancanza di acqua per cominciare. Invece, annaffia accuratamente e lentamente, facendo delle pause per lasciare che l'acqua si satura lentamente attraverso il terreno per arrivare alle radici. Utilizzare acqua a temperatura ambiente, poiché l'acqua fredda potrebbe essere uno shock eccessivo. In futuro, ridurre il tempo tra le annaffiature. Una buona regola pratica è controllare il terreno intorno a ogni pianta ogni giorno. Se è asciutto fino ad almeno due pollici in basso, è il momento di annaffiare. Se una pianta in vaso si asciuga ripetutamente molto rapidamente, anche il rinvaso in un contenitore a drenaggio più lento potrebbe essere una buona idea.
Learn More About the Carenza di acqua more
autodiagnose

Cura e previeni le malattie delle piante.

Il medico delle piante con IA ti aiuta a diagnosticare i problemi delle piante in pochi secondi.
close
Cicatrici
plant poor
Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le cicatrici in una pianta si formano quando questa subisce un trauma e sviluppa tessuti al di sotto o intorno alla superficie ferita per proteggerla. Si crea, in poche parole, una crosta protettiva sulla ferita.
Diverse sono le cause che potrebbero provocarle:
  1. Persone o animali, passandovi vicino, possono urtare e danneggiare la pianta.
  2. Organismi patogeni come insetti, batteri o funghi, possono danneggiare la pianta. Gli insetti possono aggredire la pianta per cibarsi delle sue parti o pungerla per suggere la linfa o deporre le loro uova, mentre i batteri e i funghi possono aggredirla causando necrosi o formazione di vesciche.
  3. Le potature possono lasciare ferite sulla pianta, soprattutto se mal eseguite.
  4. L'eccessiva esposizione al sole e/o al calore può causare la bruciatura dei tessuti della pianta (specialmente sulle foglie ma anche su rami e fusto), soprattutto se il suolo è secco.
Soluzioni
Soluzioni
In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni:
  1. Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali.
  2. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita.
  3. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli.
  4. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Prevenzione
Prevenzione
Per una corretta prevenzione:
  1. Utilizza sempre piante adatte ai diversi tipi di clima, terreno o altre condizioni ambientali.
  2. Esamina le piante prima dell’impianto cercando di individuare la presenza di organismi patogeni e limitarne la diffusione.
  3. Esegui correttamente le potature e contatta, quando possibile, personale esperto.
  4. Controlla periodicamente la tua pianta per individuare sintomi di stress e prevenire la formazione di ferite e cicatrici.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Ingiallimento e appassimento fogliare
plant poor
Ingiallimento e appassimento fogliare
L'invecchiamento naturale può far ingiallire e seccare le foglie.
Panoramica
Panoramica
Indipendentemente dal tipo di pianta o da dove viene coltivata, a un certo punto comincerà a prendere ingiallimento e appassimento fogliare . Questo è un processo naturale e inevitabile che si verifica quando la pianta ha completato tutti i passaggi della sua vita. Le piante annuali subiscono questo processo alla fine di una singola stagione di crescita. Le piante perenni vivono per più anni, se non decine o centinaia di anni, ma alla fine mostreranno comunque questi sintomi.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Quando le piante hanno progredito attraverso le loro fasi di sviluppo naturali e si stanno avvicinando alla fine del loro ciclo di vita, iniziano a mostrare segni di declino. Le foglie inizieranno a ingiallire e a cadere, e nel tempo diventeranno marrone come la carta e si asciugheranno. Una volta completamente asciutte, le foglie iniziano a cadere dalla pianta fino a quando l'intera pianta non si è asciugata.
Causa della malattia
Causa della malattia
Alla fine della sua vita, la codifica genetica all'interno della pianta aumenta la produzione di etilene, un fitormone che controlla la senescenza o l'invecchiamento naturale e la morte. La divisione cellulare si interrompe e la pianta inizia a catabolizzare le risorse da utilizzare in altre parti della pianta. Quando ciò accade, i tessuti iniziano a ingiallire e ad asciugarsi fino a quando l'intera pianta non si secca e muore.
Soluzioni
Soluzioni
Se l'ingiallimento e l'essiccazione di foglie e fiori è una progressione naturale dovuta all'età, non si può fare nulla per rallentare o fermare il processo. Una volta che gli ormoni all'interno della pianta iniziano il processo di senescenza, è irreversibile.
Prevenzione
Prevenzione
Sfortunatamente, non c'è modo di impedire alle piante di morire di "vecchiaia". Per aiutare a prolungare la loro vita e rimandare i sintomi ingiallimento e appassimento fogliare il più a lungo possibile, prenditi cura di loro dando loro abbastanza acqua, concimandoli in modo appropriato e assicurandoti che ricevano abbastanza luce solare.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Appassimento dopo la fioritura
plant poor
Appassimento dopo la fioritura
I fiori appassiranno gradualmente dopo che la pianta avrà finito di fiorire.
Panoramica
Panoramica
Appassimento dopo la fioritura a volte è un processo di invecchiamento naturale del fiore, mentre altre volte può indicare un problema. Le orchidee, ad esempio, possono fiorire da due settimane a tre mesi, quindi l'appassimento dopo pochi giorni rappresenta un problema per la maggior parte delle varietà. Questo può accadere praticamente a qualsiasi pianta da fiore ornamentale, ma quelle con radici poco profonde e tolleranza limitata alla siccità, al pieno sole e alla bassa umidità sono più suscettibili. Questo è un problema comune e spesso ha una soluzione facile. A volte, tuttavia, è il risultato di cause più gravi come parassiti o malattie dell'apparato radicale.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
  • All'inizio, i fiori possono sembrare un po' flosci.
  • I petali possono iniziare ad apparire secchi e diventare marroni.
  • Alla fine potrebbero far cadere la pianta tutti insieme.
Causa della malattia
Causa della malattia
Le fioriture appassite possono essere un segno di un apparato radicale malsano. Qualsiasi condizione che impedisca alla pianta di assorbire acqua e nutrimento a sufficienza può provocare fioriture avvizzite e talvolta altri sintomi. Se la pianta non ha abbastanza acqua, non può mantenere una pressione adeguata all'interno di steli, foglie e fiori, facendoli appassire. Ciò può derivare da danni fisici, ad esempio dalla rottura delle radici durante il rinvaso o dall'attacco di insetti come le larve. Se hai rinvasato di recente la tua pianta, una probabile causa è un danno fisico alle radici. Se vedi insetti, potrebbero mangiare foglie, radici o fiori. Le infezioni fungine possono anche causare marciume e danni alle radici, impedendo l'assorbimento di acqua e nutrienti. Infine, le fioriture avvizzite possono derivare semplicemente dall'età. Se non sono visibili altri sintomi, potrebbe semplicemente segnalare la fine naturale della durata della vita del fiore. Se sembra prematuro, ciò può essere causato da fattori ambientali: acqua, umidità, luce o stress. L'irrigazione insufficiente è una causa comune. Allo stesso modo, le piante adattate all'umidità elevata si seccano facilmente quando l'umidità è bassa, come durante l'inverno o nei climi secchi. Troppa luce può anche stressare le piante che hanno bisogno di ombra, facendo appassire le fioriture.
Soluzioni
Soluzioni
  • Controlla il terriccio o il terriccio. Le trame grossolane possono consentire all'acqua di defluire troppo rapidamente, impedendo alla pianta di assorbire abbastanza. Se il terreno e le radici sembrano molto asciutti, aggiungi muschio di sfagno o altri mezzi che trattengono l'acqua.
  • Innaffia secondo le raccomandazioni per ciascuna specie di pianta.
  • La bassa umidità può essere corretta nebulizzando regolarmente la pianta o posizionandola vicino a un umidificatore. Anche tenerlo vicino ad altre piante aiuta.
  • Mantenere l'ambiente coerente in termini di temperatura, umidità e illuminazione. Tienilo lontano da prese d'aria, riscaldatori e condizionatori d'aria ed evita di spostarlo in luoghi in cui subirà uno shock termico. Il caldo, il calore secco e le correnti fredde sono problematici per molte piante.
  • Soprattutto se la pianta è all'esterno, potrebbe essere soggetta a calore o leggero stress. Prova a spostarlo in una posizione più ombreggiata.
Prevenzione
Prevenzione
  • Leggi le preferenze di umidità, luce e tipo di terreno per ciascuna pianta per evitare l'immersione, livelli di luce errati o altre condizioni che possono causare fioriture avvizzite.
  • Evitare il rinvaso durante il periodo di fioritura. Ciò provoca ulteriore stress sulle piante perché devono riparare i danni alle radici e adattarsi al nuovo microambiente, il che può provocare avvizzimento.
  • Un'altra potenziale causa è il gas etilene, un ormone vegetale correlato alla maturazione. Alcuni tipi di frutta e verdura emettono etilene, in particolare le banane. Anche mele, uva, meloni, avocado e patate possono emanarlo, quindi tieni le piante da fiore lontane dai prodotti freschi.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Carenza di acqua
plant poor
Carenza di acqua
Un'irrigazione insufficiente farà appassire e ingiallire le foglie della pianta, quindi gradualmente si asciugheranno e cadranno. Nei casi più gravi, questo porterà alla morte della pianta.
Panoramica
Panoramica
piante di carenza di acqua è uno dei modi più rapidi per ucciderle. Questo è qualcosa di cui la maggior parte dei giardinieri è ben consapevole. Sfortunatamente, sapere esattamente di quanta acqua ha bisogno una pianta può essere complicato, soprattutto considerando che l'immersione e l'irrigazione eccessiva presentano sintomi simili nelle piante. Pertanto, è importante essere vigili e attenti alle esigenze individuali di ogni pianta.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Come accennato in precedenza, l'eccesso di acqua e l'immersione subacquea presentano sintomi simili nelle piante. Questi sintomi includono scarsa crescita, foglie appassite, defogliazione e punte o margini delle foglie marroni. In definitiva, sia l'immersione che l'eccesso di acqua possono portare alla morte di una pianta. Il modo più semplice per determinare se una pianta ha troppa acqua o troppo poca è guardare le foglie. Se carenza di acqua è il colpevole, le foglie appariranno marroni e croccanti, mentre se è troppo abbondante, appariranno di colore giallo o verde pallido. Quando questo problema inizia per la prima volta, potrebbero non esserci sintomi evidenti, in particolare nelle piante resistenti o resistenti alla siccità. Tuttavia, inizieranno ad appassire una volta che inizieranno a soffrire di mancanza d'acqua. I bordi delle foglie della pianta diventeranno marroni o arricciati. Il terreno che si stacca dai bordi della fioriera è un segno rivelatore o uno stelo croccante e fragile. Il carenza di acqua prolungato può causare un rallentamento della crescita di una pianta. Le foglie potrebbero cadere e anche la pianta può essere più suscettibile alle infestazioni di parassiti.
Causa della malattia
Causa della malattia
Carenza di acqua è causato, semplicemente, dal non annaffiare le piante spesso o abbastanza in profondità. Esiste un rischio maggiore di carenza di acqua se si verifica una di queste situazioni:
  • Caldo estremo e clima secco (quando si coltiva all'aperto)
  • Coltiva le luci o l'illuminazione per interni troppo luminosa o intensa per il tipo di pianta
  • Utilizzo di substrati di coltivazione a drenaggio rapido come la sabbia
Soluzioni
Soluzioni
Il modo più semplice (e più ovvio) per affrontare carenza di acqua è idratare completamente la pianta. Tuttavia, questo deve essere fatto con attenzione. Un errore comune che fanno molti giardinieri è bagnare le loro piante sott'acqua con l'acqua. Questo può sopraffare le radici della pianta e scioccare il suo sistema, qualcosa che può essere anche più dannoso della mancanza di acqua per cominciare. Invece, annaffia accuratamente e lentamente, facendo delle pause per lasciare che l'acqua si satura lentamente attraverso il terreno per arrivare alle radici. Utilizzare acqua a temperatura ambiente, poiché l'acqua fredda potrebbe essere uno shock eccessivo. In futuro, ridurre il tempo tra le annaffiature. Una buona regola pratica è controllare il terreno intorno a ogni pianta ogni giorno. Se è asciutto fino ad almeno due pollici in basso, è il momento di annaffiare. Se una pianta in vaso si asciuga ripetutamente molto rapidamente, anche il rinvaso in un contenitore a drenaggio più lento potrebbe essere una buona idea.
Prevenzione
Prevenzione
Controllare sempre il terreno prima di annaffiare. Se il pollice superiore del terreno sembra umido, anche se non bagnato, l'irrigazione è perfetta. Se è asciutto, annaffialo immediatamente. Se ti sembra inzuppato, evita di annaffiare finché non si asciuga un po' di più. Inoltre, assicurati che l'illuminazione sia sufficiente per la specie. Le piante crescono più velocemente e hanno bisogno di più acqua quando c'è luce intensa o molto calore. Essere consapevoli di queste condizioni e modificarle, se possibile, è un buon modo per prevenire carenza di acqua . Molte piante in vaso sono messe in vaso in miscele di terreno destinate a essere ben drenanti. Anche l'aggiunta di materiali che trattengono l'umidità, come compost o muschio di torba, può prevenire questi sintomi. Altri suggerimenti per prevenire carenza di acqua includono:
  • Scegli pentole con fori di drenaggio di dimensioni adeguate
  • Evita le temperature calde
  • Usa vasi grandi con terriccio aggiuntivo (questi impiegano più tempo per asciugarsi)
  • Evita i vasi di terracotta, che perdono acqua rapidamente
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
care_more_info

Altro su Phalaenopsis Equestris

Tipo di pianta
Tipo di pianta
Erba medicinale
Durata di Vita
Durata di Vita
Perenne
Diametro della Corona
Diametro della Corona
35 cm
Colore della foglia
Colore della foglia
Verde
Diametro del Fiore
Diametro del Fiore
2.5 a 5 cm
Altezza della Pianta
Altezza della Pianta
30 cm
plantfinder

Trova le amiche verdi perfette per te.

Progetta la tua oasi verde in base ai tuoi criteri: tipo di piante, sicurezza degli animali domestici, livello di competenza, ubicazione e altro ancora.
care_faq

Problemi Comuni

Perché i fiori di phalaenopsis equestris appassiscono?

more more
L'appassimento potrebbe essere causato da basse temperature o disidratazione. Quando la phalaenopsis equestris fiorisce, è meglio mantenere la temperatura interna sopra i 15 ℃. Se la temperatura scende sotto i 5 ℃, i fiori di specie intolleranti al freddo potrebbero appassire irreversibilmente entro poche ore. Se la disidratazione è la causa del leggero avvizzimento dei fiori, talvolta basta annaffiare la pianta per farla tornare sana. Tuttavia, se i fiori rimangono disidratati per troppo tempo, appassiranno e moriranno.

Perché le foglie della mia phalaenopsis equestris stanno ingiallendo?

more more
Le foglie inferiori iniziano naturalmente a ingiallire leggermente man mano che la pianta cresce. Tuttavia, se le foglie vicino alla cima della pianta iniziano a ingiallire, ciò potrebbe accadere per diversi motivi. Potrebbe essere il risultato di una illuminazione eccessiva, temperatura troppo bassa o di un apparato radicale marcio. Per risolvere questo problema, ti consigliamo di esporre la pianta solo alla luce diffusa, di mantenere la temperatura interna intorno ai 22 a 30 ℃ e di utilizzare terreno con un buon drenaggio.
product icon close
La tua Guida Definitiva per le Piante
Identifica, coltiva e nutri nel modo migliore!
product icon
17.000 specie locali e 400.000 specie mondiali studiate
product icon
Quasi 5 anni di ricerche
product icon
Più di 80 studiosi di botanica e giardinaggio
ad
product icon close
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
Luminosità
close
Al chiuso
Al chiuso
All'aperto
Scegli un sito qui per avere consigli personalizzati sulla cura.
Esigenze
Sole parziale
Ideale
Circa 3-6 ore di luce solare
Piena ombra
Tolleranza
Meno di 3 ore di luce solare
Osserva come la luce solare si muove con grazia attraverso il tuo giardino e scegli punti che offrano il perfetto equilibrio tra luce e ombra per le tue piante, garantendo la loro felicità.
Informazioni Essenziali
Phalaenopsis equestris è originaria del sottobosco delle foreste tropicali o tra le rocce, che offrono ombra naturale. Preferisce il sole parziale, ma può tollerare anche il pieno sole, adattandosi bene a condizioni di luce variabili.
Ideale
Tollerabile
Non adatta
icon
Scopri quanta luce ricevono realmente le tue piante.
Trova i punti migliori per ottimizzare la loro salute, semplicemente usando il tuo telefono.
Scarica l'App
Illuminazione artificiale
Le piante d'appartamento richiedono una luce adeguata per una crescita ottimale. Quando la luce solare naturale è insufficiente, specialmente in inverno o in spazi meno soleggiati, le luci artificiali offrono una soluzione vitale, promuovendo una crescita più rapida e più sana.
Scopri di più
Le piante da interno richiedono una illuminazione adeguata per una crescita ottimale. Quando la luce solare naturale è insufficiente, soprattutto in inverno o in spazi poco soleggiati, le luci artificiali offrono una soluzione fondamentale, promuovendo una crescita più rapida e sana.
1. Scegli il tipo giusto di luce artificiale: Le luci a LED sono una scelta popolare per l'illuminazione delle piante da interno perché possono essere personalizzate per fornire le specifiche lunghezze d'onda di luce di cui le tue piante hanno bisogno.
Le piante a pieno sole necessitano di 30-50W/piede quadrato di luce artificiale, le piante a mezz'ombra necessitano di 20-30W/piede quadrato e le piante in ombra completa necessitano di 10-20W/piede quadrato.
2. Determina la distanza appropriata: Posiziona la fonte luminosa a 12-36 pollici sopra la pianta per imitare la luce solare naturale.
3. Determina la durata: Imita la durata delle ore di luce solare naturale per la tua specie di pianta. La maggior parte delle piante ha bisogno di 8-12 ore di luce al giorno.
Sintomi importanti
Luce insufficiente
Phalaenopsis equestris prospera in condizioni di luce solare parziale, ma può tollerare la piena luce solare nei periodi più freschi. Tuttavia, durante l'inverno, quando viene coltivata in casa, è più soggetta a carenza di luce a causa della collocazione in stanze con illuminazione insufficiente.
Scopri di più
(Dettagli dei sintomi e soluzioni)
Foglie piccole
Le nuove foglie potrebbero crescere di dimensioni più piccole rispetto alle precedenti una volta che sono mature.
Crescita esile o rada
Gli spazi tra le foglie o i fusti del tuo Phalaenopsis equestris potrebbero allungarsi, risultando in un aspetto sottile e allungato. Ciò può rendere la pianta asciutta e debole, e potrebbe rompersi o inclinarsi facilmente a causa del proprio peso.
Caduta delle foglie più veloce
Quando le piante sono esposte a condizioni di scarsa illuminazione, tendono a perdere anticipatamente le foglie più vecchie per conservare le risorse. Entro un tempo limitato, queste risorse possono essere utilizzate per far crescere nuove foglie fino a esaurimento delle riserve energetiche della pianta.
Crescita rallentata o assente
Phalaenopsis equestris entra in modalità di sopravvivenza quando le condizioni di luce sono scarse, il che porta a un arresto nella produzione di foglie. Di conseguenza, la crescita della pianta viene ritardata o si ferma del tutto.
Foglie nuove di colore più chiaro
Una luce solare insufficiente può causare l'insorgere di irregolarità nei pattern di colore delle foglie o farle apparire pallide. Questo indica una carenza di clorofilla e nutrienti essenziali.
Soluzioni
1. Per ottimizzare la crescita delle piante, spostale settimanalmente in luoghi sempre più soleggiati fino a quando ricevono da 3 a 6 ore di luce solare diretta al giorno, consentendo un'adattamento graduale alle condizioni di luce variabili.2. Per fornire ulteriore illuminazione alla tua pianta, considera l'uso di luce artificiale se è grande o non facilmente spostabile. Tieni accesa una lampada da scrivania o a soffitto per almeno 8 ore al giorno o investi in luci professionali per la crescita delle piante per una luce abbondante.
Luce eccessiva
Phalaenopsis equestris prospera in un'esposizione parziale al sole, ma può sopportare il pieno sole nei periodi più freddi. In estate, tuttavia, sono soggetti a scottature, poiché non tollerano la luce solare intensa in ambienti ad alta temperatura.
Scopri di più
(Dettagli dei sintomi e soluzioni)
Clorosi
La clorosi è una condizione in cui le foglie della pianta perdono il loro colore verde e diventano gialle. Ciò è dovuto al deterioramento della clorofilla a causa di un'eccessiva esposizione alla luce solare, che influisce negativamente sulla capacità della pianta di fotosintetizzare.
Surriscaldamento
La scottatura solare si verifica quando le foglie o i fusti della pianta vengono danneggiati dall'esposizione alla luce solare intensa. Si manifesta come aree pallide, sbiancate o necrotiche sul tessuto della pianta e può ridurre la salute complessiva della pianta.
Arricciamento delle foglie
Il ricciolo delle foglie è un sintomo in cui le foglie si arricciano o si attorcigliano in condizioni di luce solare estrema. Questo è un meccanismo di difesa utilizzato dalla pianta per ridurre la superficie esposta alla luce solare, minimizzando la perdita d'acqua e i danni.
Appassimento
L'appassimento si verifica quando una pianta perde la pressione di turgore e le sue foglie e i suoi fusti cominciano a pendere. Un'eccessiva esposizione alla luce solare può causare l'appassimento aumentando la perdita d'acqua della pianta attraverso la traspirazione, rendendo difficile per la pianta mantenere un'adeguata idratazione.
Bruciature Fogliari
La bruciatura delle foglie è un sintomo caratterizzato dall'aspetto di margini o aree marroni, secchi e croccanti sulle foglie a causa di una luce solare eccessiva. Ciò può portare a una riduzione della capacità fotosintetica e alla salute complessiva della pianta.
Soluzioni
1. Sposta la tua pianta nella posizione ottimale dove può ricevere abbondante luce solare ma avere anche un po' di ombra. Una finestra rivolta a est è una scelta ideale poiché la luce del mattino è più delicata. In questo modo, la tua pianta può godere di abbondante luce solare riducendo il rischio di scottature.2. Si consiglia di tagliare via le parti completamente disidratate o appassite della pianta.
Vuoi scopri informazioni sulla cura delle piante, i consigli stagionali, le malattie e molto altro ancora?
Temperatura
close
Al chiuso
Al chiuso
All'aperto
Scegli un sito qui per avere consigli personalizzati sulla cura.
Esigenze
Ideale
Tollerabile
Non adatta
Proprio come le persone, ogni pianta ha le sue preferenze. Informarti sulle esigenze di temperatura delle tue piante e crea un ambiente confortante affinché possano prosperare. Man mano che ti prendi cura delle tue piante, il tuo legame con loro si approfondirà. Affidati alla tua intuizione mentre impari sulle loro esigenze di temperatura, celebrando il viaggio che condividete. Monitora amorevolmente la temperatura intorno alle tue piante e modifica il loro ambiente se necessario. Un termometro può essere il tuo alleato in questo impegno sincero. Sii paziente e gentile con te stesso mentre esplori le esigenze di temperatura delle tue piante. Apprezza i tuoi successi, impara dalle sfide e nutri il tuo giardino con amore, creando un rifugio che rifletta il calore della tua cura.
Informazioni Essenziali
Phalaenopsis equestris prospera in ambienti caldi. Cresce meglio a temperature moderatamente elevate, ma non eccessivamente calde e umide. La luce solare aiuta a riscaldare la pianta e favorisce la fioritura. Tuttavia, l'esposizione prolungata alla luce diretta del sole durante l'estate può portare a scottature, quindi è importante controllare la quantità di luce solare che riceve in questa stagione. La pianta di solito non tollera bene le temperature fredde, quindi richiede una protezione adeguata e temperature più elevate durante l'inverno per evitare il congelamento.
Strategie regionali per lo svernamento
Phalaenopsis equestris è una pianta tropicale, quindi durante l'inverno, se la temperatura minima scende al di sotto della {temperatura_di_crescita_tollerabile_min}, si consiglia di portare Phalaenopsis equestris in casa per la coltivazione. Mantenere le temperature interne al di sopra della {temperatura_di_crescita_idonea_min} è molto vantaggioso. Scegliete una posizione vicina a una finestra esposta a sud per garantire un'ampia illuminazione solare. Inoltre, nebulizzate regolarmente la pianta o utilizzate un umidificatore per mantenere i livelli di umidità. Per le orchidee che devono svernare all'aperto, è essenziale assicurarsi che siano in una posizione riparata che riceva la luce del sole. Durante le temperature più rigide, è possibile allestire una serra temporanea o utilizzare materiali come pellicole di plastica o tessuti per avvolgere le piante.
Sintomi importanti
Bassa Temperatura
Phalaenopsis equestris prospera in ambienti caldi e non tollera le basse temperature. Cresce meglio quando la temperatura è superiore a {Suitable_growth_temperature_min}. Durante l'inverno, deve essere mantenuta al di sopra della {Tolerable_growing_temperature_min}. Quando la temperatura scende al di sotto della {Limit_growth_temperature}, le foglie presentano necrosi estese e intrise d'acqua, appassimento e caduta.
Soluzioni
Tagliare le zone colpite dal gelo. Portate immediatamente la pianta in un ambiente caldo per proteggerla dal freddo. Scegliete una posizione vicina a una finestra esposta a sud per collocare la pianta, in modo da garantire un'ampia illuminazione solare. Inoltre, evitate di collocare la pianta vicino a stufe o bocchette dell'aria condizionata per evitare un'eccessiva secchezza dell'aria.
Alta Temperatura
Durante l'estate, Phalaenopsis equestris deve essere mantenuto al di sotto della {Suitable_growth_temperature_max}. Quando la temperatura supera la {Tolerable_growing_temperature_max}, la crescita della pianta si arresta e le foglie appassiscono gradualmente. Diventa più suscettibile al marciume radicale e può scottarsi facilmente se esposta alla luce diretta del sole.
Soluzioni
Eliminare le parti bruciate dal sole e secche. Spostate la pianta in una posizione che offra ombra dal sole di mezzogiorno e del pomeriggio. Innaffiate la pianta al mattino e alla sera per mantenere umidi sia la pianta che l'ambiente.
Vuoi scopri informazioni sulla cura delle piante, i consigli stagionali, le malattie e molto altro ancora?
Strumento per la Gestione dei Cookie
Oltre a gestire i cookie tramite il tuo browser o dispositivo, puoi modificare le impostazioni dei cookie qui sotto.
Cookie necessari
I cookie necessari abilitano le funzionalità principali. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie e può essere disabilitato solo modificando le preferenze del browser.
Cookie analitici
I cookie analitici ci aiutano a migliorare la nostra applicazione e il nostro sito web raccogliendo e segnalando informazioni sul suo utilizzo.
Nome del Cookie Fonte Scopo Durata di vita
_ga Google Analytics Questi cookie sono impostati in virtù del nostro utilizzo di Google Analytics. Essi sono usati per raccogliere informazioni sull'utilizzo della nostra applicazione e del nostro sito web. I cookie raccolgono informazioni specifiche, come il tuo indirizzo IP, dati relativi al tuo dispositivo e altre informazioni sull'utilizzo dell'applicazione o del sito web. Si prega di notare che il trattamento dei dati viene svolto essenzialmente da Google LLC e Google può utilizzare i dati raccolti dai cookie per propri scopi (ad es. profilazione) e lo combinerà con altri dati come il tuo Account Google. Per ulteriori informazioni su come Google elabora i tuoi dati e sull'approccio di Google alla privacy, nonché sulla tutela dei tuoi dati, dai un'occhiata a questo link. 1 Anno
_pta PictureThis Analytics Utilizziamo questi cookie per raccogliere informazioni su come utilizzi il nostro sito, monitorare le prestazioni del sito e migliorare le prestazioni del nostro sito, i nostri servizi e la tua esperienza. 1 Anno
Nome del Cookie
_ga
Fonte
Google Analytics
Scopo
Questi cookie sono impostati in virtù del nostro utilizzo di Google Analytics. Essi sono usati per raccogliere informazioni sull'utilizzo della nostra applicazione e del nostro sito web. I cookie raccolgono informazioni specifiche, come il tuo indirizzo IP, dati relativi al tuo dispositivo e altre informazioni sull'utilizzo dell'applicazione o del sito web. Si prega di notare che il trattamento dei dati viene svolto essenzialmente da Google LLC e Google può utilizzare i dati raccolti dai cookie per propri scopi (ad es. profilazione) e lo combinerà con altri dati come il tuo Account Google. Per ulteriori informazioni su come Google elabora i tuoi dati e sull'approccio di Google alla privacy, nonché sulla tutela dei tuoi dati, dai un'occhiata a questo link.
Durata di vita
1 Anno

Nome del Cookie
_pta
Fonte
PictureThis Analytics
Scopo
Utilizziamo questi cookie per raccogliere informazioni su come utilizzi il nostro sito, monitorare le prestazioni del sito e migliorare le prestazioni del nostro sito, i nostri servizi e la tua esperienza.
Durata di vita
1 Anno
Cookie di Marketing
I cookie di marketing vengono utilizzati dalle società pubblicitarie per pubblicare annunci pertinenti ai tuoi interessi.
Nome del Cookie Fonte Scopo Durata di vita
_fbp Pixel di Facebook Un monitoraggio dei pixel di conversione che utilizziamo per le campagne di retargeting. Scopri di più qui. 1 Anno
_adj Adjust Questo cookie fornisce servizi mobili di analisi e attribuzione che ci consentono di misurare e analizzare l'efficacia delle campagne di marketing, determinati eventi e azioni all'interno dell'Applicazione. Scopri di più qui. 1 Anno
Nome del Cookie
_fbp
Fonte
Pixel di Facebook
Scopo
Un monitoraggio dei pixel di conversione che utilizziamo per le campagne di retargeting. Scopri di più qui.
Durata di vita
1 Anno

Nome del Cookie
_adj
Fonte
Adjust
Scopo
Questo cookie fornisce servizi mobili di analisi e attribuzione che ci consentono di misurare e analizzare l'efficacia delle campagne di marketing, determinati eventi e azioni all'interno dell'Applicazione. Scopri di più qui.
Durata di vita
1 Anno
Questa pagina è più bella nell'app
Aperto