Prova Gratis
tab list
PictureThis
Italiano
arrow
English
繁體中文
日本語
Español
Français
Deutsch
Pусский
Português
Italiano
한국어
Nederlands
العربية
Svenska
Polskie
ภาษาไทย
Bahasa Melayu
Bahasa Indonesia
PictureThis
Search
Cerca Piante
Prova Gratis
Global
Italiano
English
繁體中文
日本語
Español
Français
Deutsch
Pусский
Português
Italiano
한국어
Nederlands
العربية
Svenska
Polskie
ภาษาไทย
Bahasa Melayu
Bahasa Indonesia
Questa pagina è più bella nell'app
picturethis icon
Identifica istantaneamente le piante con un semplice clic
Scatta una foto per ottenere l'identificazione istantanea delle piante, ottenendo informazioni rapide sulla prevenzione delle malattie, il trattamento, la tossicità, la cura, gli utilizzi e il simbolismo, ecc.
Scarica l'App gratuitamente
Continua a leggere
about about
Su
care_guide care_guide
Guida alla cura
topic topic
FAQ sulla cura
plant_info plant_info
Maggiori informazioni
pests pests
Parassiti e malattie
toxic toxic
Tossicità
distribution_map distribution_map
Distribuzione
care_scenes care_scenes
Ulteriori istruzioni
more_plants more_plants
Piante affini
pic top
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Lilium bulbiferum
Conosciuto anche come : Giglio bulbifero
Zone di resistenza
Zone di resistenza
3 a 9
Tossico per gli animali
care guide

Guida alla cura per Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback
Cura dell'innaffiatura
Cura dell'innaffiatura
Dettagli sull'innaffiatura Cura dell'innaffiatura
Cura del suolo
Cura del suolo
Sabbia, Terriccio, Argilla, Leggermente acido, Neutro
Dettagli sulla cura del terreno Cura del suolo
Illuminazione ideale
Illuminazione ideale
Pieno sole, Sole parziale
Dettagli sulla necessità di luce solare Illuminazione ideale
Temperatura ideale
Temperatura ideale
3 a 9
Dettagli sulla temperatura Temperatura ideale
Periodo di raccolta
Periodo di raccolta
Estate inoltrata, Inizio autunno
Dettagli sul periodo di raccolta Periodo di raccolta
care guide bg
Scopri quanta luce ricevono realmente le tue piante.
Trova i punti migliori per ottimizzare la loro salute, semplicemente usando il tuo telefono.
Scarica l'App
Picture This
Un botanico tascabile
qrcode
Scansiona il codice QR per effettuare il download
label
cover
Giglio di San Giovanni
Acqua
Acqua
Ogni settimana
Zone di resistenza
Zone di resistenza
3 a 9
Periodo di frutta
Periodo di frutta
Estate inoltrata, Inizio autunno
question

Domande su Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback
Watering Watering Annaffiatura
Pruning Pruning Potatura
Sunlight Sunlight Luce solare
Temperature Temperature Temperatura
Fertilizing Fertilizing Concimazione
Cosa devo fare se ho superato o sommerso il mio Giglio di San Giovanni?
Con Giglio di San Giovanni è fin troppo facile esagerare con le annaffiature. In primo luogo non richiede molta acqua e le innaffiature eccessive possono portare al marciume dei bulbi. Alcuni sintomi sono: -bulbo molliccio -Steli spuntati e fluttuanti -Fiori cadenti -Gambo ingiallito È normale che le foglie gialle si sviluppino quando Giglio di San Giovanni ha raggiunto la fine del periodo di fioritura. Tuttavia, se le foglie ingialliscono prima che i fiori siano sbocciati, è segno di un'irrigazione eccessiva. Il marciume dei bulbi è comune e purtroppo non è reversibile. Se lo prendete in tempo, dovrete scavare il bulbo e rimuovere con cura le parti marce. A questo punto, è necessario rimuovere tutto il terriccio in cui la pianta è cresciuta. Se si utilizza un vaso, disinfettarlo accuratamente e disinfettare tutti gli strumenti utilizzati per evitare di diffondere il fungo. Per le piante da esterno, è necessario piantarle in una posizione diversa. Il problema non si pone se la pianta è sommersa. Naturalmente non bisogna far seccare completamente il terreno, ma è molto più facile risolvere un problema di sommersione che di eccesso di acqua. Alcuni segnali che indicano che la vostra pianta è poco irrigata sono: -assenza di fioriture -Steli cadenti e avvizziti -Imbrunimento dei bordi dei petali dei fiori. Se avete dato al vostro Giglio di San Giovanni troppa poca acqua, non fatevi prendere dal panico. Ha un livello di tolleranza alla siccità. Una volta che ve ne siete resi conto, dategli una bella bevuta, ma senza saturare il terreno circostante. Ma non dategliene troppa e non esagerate con l'acqua, dovete solo lasciare che il terreno sia umido. Periodi prolungati in acqua possono portare al marciume delle radici e alla crescita di funghi sul bulbo. Il fungo può causare gravi danni al bulbo, che si notano attraverso la comparsa di macchie sulle foglie e sui germogli. Anche le punte delle foglie possono scolorire e morire.
Continua a leggere more
Con quale frequenza devo annaffiare il mio Giglio di San Giovanni?
Giglio di San Giovanni è abbastanza resistente e non ha bisogno di molte attenzioni. Anche se è possibile coltivarla in vaso, è preferibile coltivarla direttamente nel terreno, nella parte più calda e luminosa del giardino. Trattandosi di una pianta da bulbo, dovrete fare molta attenzione a non esagerare con le annaffiature durante la crescita della pianta, perché il bulbo potrebbe marcire. Una volta piantato il vostro Giglio di San Giovanni, innaffiatelo bene una volta e poi lasciatelo lì. L'innaffiatura iniziale darà il via alla crescita, ma in seguito potrete lasciarli in pace finché non vedrete spuntare i germogli. Per ottenere risultati ottimali, è bene controllare l'umidità del terreno dopo la crescita delle nuove foglie. Mettete il dito a circa 3 o 3 centimetri sotto la superficie del terreno. Se è ancora umido, non è necessario innaffiare la pianta. Per le piante in vaso, è necessario controllare anche il treno di raccolta dell'acqua per vedere se c'è acqua stagnante. Se c'è, bisogna evitare di annaffiare la pianta. Per una lettura più accurata dell'umidità, infilate un sensore di umidità a circa 15 cm nel terreno. Il valore dovrebbe essere al centro della categoria "umido". La frequenza d'irrigazione consigliata per il sito Giglio di San Giovanni è di una volta alla settimana.
Continua a leggere more
Come posso regolare l'irrigazione in base alle diverse condizioni del mio Giglio di San Giovanni?
Il Giglio di San Giovanni è una pianta resistente e può sopravvivere a diverse condizioni difficili. Se si pianta all'aperto, di solito si può lasciare che madre natura prenda le redini della situazione. Non ha bisogno di molta manutenzione idrica e può sopravvivere a lunghi periodi di siccità. Dovete solo assicurarvi che il terreno in cui la piantate offra un drenaggio adeguato. Quando si tratta di Giglio di San Giovanni in vaso, bisogna fare un po' più attenzione alle annaffiature. Trattandosi di una pianta da bulbo, è soggetta a marciume da bulbo se viene annaffiata troppo. Si può fare a meno di annaffiare la pianta all'interno. E, naturalmente, assicuratevi che i vasi abbiano dei fori di drenaggio adeguati! Utilizzate un terriccio di buona qualità e ben drenato. Aggiungete della sabbia o delle rocce per aumentare il drenaggio. Il periodo in cui dovrete annaffiare maggiormente il Giglio di San Giovanni è quello della sua fase di crescita. Dovreste annaffiare circa un centimetro a settimana per favorire la fioritura. Trattenete l'acqua fino alla comparsa del gambo e poi iniziate ad annaffiare come di consueto. Naturalmente, la quantità di acqua durante la fase di crescita dipende anche dall'umidità e dalla temperatura generale. Se vivete in un clima caldo e secco, l'acqua evapora più velocemente, quindi potreste dover innaffiare il vostro Giglio di San Giovanni più spesso. Se invece il clima è più umido, probabilmente potrete innaffiare meno il vostro Giglio di San Giovanni. Controllate sempre il livello di umidità del terreno per assicurarvi che non sia troppo bagnato. Queste piante preferiscono un terreno ben drenato e umido.
Continua a leggere more
icon
Ottieni consigli e trucchi per le tue piante.
Mantieni le tue piante felici e in salute con la nostra guida all'annaffiatura, all'illuminazione, all'alimentazione e altro ancora.
close
plant_info

Fatti salienti su Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback

Attributi di Giglio di San Giovanni

Durata di Vita
Perenne
Tipo di pianta
Erba medicinale
Periodo di fioritura
Estate
Periodo di frutta
Estate inoltrata, Inizio autunno
Altezza della Pianta
20 cm to 1.2 m
Diametro della Corona
30 cm
Colore della foglia
Verde
Diametro del Fiore
10 cm to 15 cm
Colore del fiore
Bianco
Giallo
Arancio
Colore della frutta
Verde
Colore dello stelo
Verde
Dormienza
Dormienza invernale
Tipo di foglia
Deciduo
Temperatura ideale
0 - 35 ℃

Classificazione scientifica di Giglio di San Giovanni

icon
Trova le amiche verdi perfette per te.
Progetta la tua oasi verde in base ai tuoi criteri: tipo di piante, sicurezza degli animali domestici, livello di competenza, ubicazione e altro ancora.
pests

Parassiti e malattie comuni di Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback
Problemi comuni relativi a Giglio di San Giovanni, basati su 10 milioni di casi reali
icon
Cura e previeni le malattie delle piante.
Il medico delle piante con IA ti aiuta a diagnosticare i problemi delle piante in pochi secondi.
Appassimento dei fiori
Il colpo di fiore è una malattia comune che colpisce Giglio di San Giovanni, portando al disseccamento della pianta insieme a potenziali ritardi nella crescita. La malattia è causata da diversi fattori come l'eccessiva o insufficiente irrigazione, patogeni presenti nel terreno o stress ambientale e può essere letale se non trattata prontamente.
Macchia bruna
Macchia bruna Macchia bruna
Macchia bruna
Questa infezione può causare la comparsa di macchie o macchie marroni sulla pianta.
Soluzioni: Nei casi minori di macchia bruna , non c'è bisogno di curare la malattia. Tuttavia, se gran parte del fogliame è interessata e si verifica la defogliazione, la pianta trarrà vantaggio dall'eliminazione dell'infezione. Si consiglia di iniziare applicando opzioni di trattamento organico, lavorando fino ai più potenti fungicidi sintetici e chimici, se necessario. Le opzioni organiche non uccideranno il fungo, ma ne impediranno la diffusione. Sciogliere ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio e un cucchiaino di sapone liquido in un litro d'acqua. Usando un flacone spray, spruzzare sulla parte superiore e inferiore delle foglie fino a quando il composto non gocciola. Ripeti ogni due settimane fino a quando le macchie esistenti smettono di allargarsi e le nuove macchie non compaiono più. Spruzzare un sapone fungicida a base di rame sulle foglie, rivestendo la superficie superiore e inferiore delle foglie. Riapplicare come indicato sull'etichetta del prodotto. Il rame penetra nella superficie fogliare e previene la germinazione delle spore in modo che il fungo non possa diffondersi. Applicare un fungicida multiuso sull'intera pianta, seguendo attentamente le istruzioni sull'etichetta.
Carenza di acqua
Carenza di acqua Carenza di acqua
Carenza di acqua
La mancanza d’acqua farà sì che le foglie ingialliscano gradualmente a partire dalla base del ramo, e l’intera pianta sembrerà appassire.
Soluzioni: La pianta ha molta sete e ha bisogno di acqua in tempi brevi. La puoi far rivivere dandole acqua e il modo più semplice di farlo è quello di versare lentamente l'acqua nel terreno, in modo che l'intera superficie risulti inumidita. Se la versi troppo velocemente, l'acqua fluirà direttamente attraverso il terreno, invece di distribuirsi uniformemente. Se il vaso della pianta non ha fori di drenaggio, non dare alla pianta una quantità d'acqua superiore a un terzo del volume del vaso. Se i fori di drenaggio, invece, ci sono, versa lentamente l'acqua fino a quando il terreno non è completamente inumidito e l'acqua fluisce liberamente attraverso il vaso. Se rimuovi le foglie gialle per migliorare l'estetica della pianta, non toglierne più di un terzo. Potrebbe infatti essere meglio aspettare che le foglie siano morte e cadute, prima di rimuoverle.
Insetti succhiatori
Insetti succhiatori Insetti succhiatori
Insetti succhiatori
Gli insetti succhiatori di linfa possono creare densi grappoli di piccole macchie gialle o bianche sulle foglie.
Soluzioni: Diverse soluzioni possono essere adoperate in caso di un’infestazione da insetti succhiatori: Raccogli e rimuovi manualmente insetti e uova: fai attenzione anche alle pagine fogliari inferiori dove la maggior parte di insetti si annida e depone le uova. Questo processo, tuttavia, richiede grande impegno e il grado di riuscita è abbastanza basso; Utilizza un insetticida: spruzzalo sulla pianta oppure fai in modo che lo assorba. Nel primo caso agirà per contatto sugli insetti, nel secondo per ingestione tramite la linfa. Un metodo casalingo consiste nell’utilizzo di sapone di Marsiglia nella quantità di 30 g per litro d'acqua, ripetendo i lavaggi ogni settimana fino alla scomparsa dei parassiti; Introduci gli antagonisti naturali: coccinellidi, crisopidi e sirfidi (predatori degli insetti succhiatori) o braconidi e afelinidi (parassiti degli stessi insetti) possono essere introdotti oppure attirati naturalmente nel proprio giardino.
close
plant poor
Appassimento dei fiori
Panoramica
Sintomo
Cause
Trattamento
Prevenzione
Periodo attivo
Qual è la malattia di Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni?
Qual è la malattia di Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni?
Il colpo di fiore è una malattia comune che colpisce Giglio di San Giovanni, portando al disseccamento della pianta insieme a potenziali ritardi nella crescita. La malattia è causata da diversi fattori come l'eccessiva o insufficiente irrigazione, patogeni presenti nel terreno o stress ambientale e può essere letale se non trattata prontamente.
Analisi dei sintomi
Analisi dei sintomi
I sintomi principali includono il disseccamento delle foglie, dei fiori e del fusto di Giglio di San Giovanni. Potrebbe anche esserci decolorazione (ingiallimento o brunitura), secchezza e caduta delle foglie e crescita rallentata. Il disseccamento di solito inizia alle estremità delle foglie e progredisce verso l'interno.
Quali sono le cause della malattia di Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni ?
Quali sono le cause della malattia di Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni ?
1
Eccessiva irrigazione
Le piante bulbose come Giglio di San Giovanni sono suscettibili all'eccessiva irrigazione, che crea un terreno saturo d'acqua e impedisce alle radici di accedere all'ossigeno, portando al disseccamento.
2
Insufficiente irrigazione
Al contrario, l'irrigazione non frequente può portare a un terreno secco e a una carenza idrica complessiva in Giglio di San Giovanni, causando il disseccamento delle foglie e dei fiori.
3
Patogeni del suolo
Batteri, funghi e nematodi presenti nel terreno possono infettare Giglio di San Giovanni, portando al disseccamento e ad altri segni di malessere.
4
Stress ambientale
Temperature estreme, forte esposizione al sole o terreno di scarsa qualità possono causare stress in Giglio di San Giovanni e innescare il disseccamento.
Come trattare la malattia Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni?
Come trattare la malattia Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni?
1
Non pesticidi
Modifiche all'irrigazione: Modificare le pratiche di irrigazione per soddisfare i requisiti di Giglio di San Giovanni. Il terreno dovrebbe essere umido ma ben drenato.

Regolazione della luce solare: Assicurarsi che Giglio di San Giovanni riceva una quantità adeguata di luce solare. Troppa luce solare intensa può portare al disseccamento.
2
Pesticidi
Fungicidi appropriati: Applicare fungicidi per combattere eventuali patogeni del terreno che causano il disseccamento in Giglio di San Giovanni. Utilizzare sempre come indicato dal produttore.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Macchia bruna
plant poor
Macchia bruna
Questa infezione può causare la comparsa di macchie o macchie marroni sulla pianta.
Panoramica
Panoramica
Le macchie scolorite sul fogliame delle piante sono uno dei problemi di malattia più comuni che le persone osservano. Questi punti sono causati da malattie fungine e batteriche, con la maggior parte delle infezioni legate a un patogeno fungino. Macchia bruna può verificarsi su tutte le piante d'appartamento, piante ornamentali da fiore, piante da ortaggi e foglie di alberi, cespugli e arbusti. Nessuna pianta resiste ad esso e il problema è peggiore negli ambienti caldi e umidi. Può verificarsi in qualsiasi momento della fase di vita purché siano presenti le foglie. Piccole macchie brunastre compaiono sul fogliame e si ingrandiscono con il progredire della malattia. Nei casi più gravi, la pianta o l'albero si indeboliscono quando le lesioni interrompono la fotosintesi o causano la defogliazione.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Nella maggior parte dei casi, macchia bruna interessa solo una piccola percentuale dell'intera pianta, comparendo su una piccola parte delle foglie. Una piccola infezione mette solo un leggero stress sulla pianta. Tuttavia, se non trattata e la malattia progredisce in numerose stagioni, avrà un grave impatto sulla salute e sulla produttività del campione infetto.
  • Inizia la sporulazione (riproduzione delle spore fungine) e sulle foglie compaiono minuscole macchie.
  • Il posizionamento è spesso casuale e disperso poiché le malattie si diffondono attraverso le gocce di pioggia.
  • Può comparire sulle foglie più basse e all'interno della pianta dove l'umidità è più alta.
  • Le macchie marroni si allargano e diventano abbastanza grandi da toccare i punti vicini per formare una macchia più prominente.
  • I margini delle foglie possono ingiallire.
  • Piccoli punti neri (corpi fruttiferi dei funghi) compaiono nei punti morti.
  • Le macchie crescono di dimensioni fino a quando l'intera foglia non è marrone.
  • La foglia cade dalla pianta.
Sintomi gravi
  • Defogliazione prematura parziale o completa
  • Crescita ridotta
  • Aumento della suscettibilità ai parassiti e ad altre malattie
Causa della malattia
Causa della malattia
Macchia bruna , o macchia fogliare, è un termine descrittivo comune dato a diverse malattie che colpiscono le foglie di piante e alberi. Circa l'85% delle malattie che mostrano macchie fogliari sono dovute a funghi o organismi simili a funghi. A volte macchia bruna è causato da un'infezione batterica o dall'attività degli insetti con sintomi simili. Quando le condizioni sono calde e le superfici fogliari sono bagnate, le spore fungine trasportate dal vento o dalla pioggia si depositano sulla superficie e si attaccano ad essa. Non rompono le pareti cellulari ma crescono nello spazio tra la membrana plasmatica vegetale e la parete cellulare vegetale. Quando le spore si riproducono, rilasciano tossine ed enzimi che causano macchie necrotiche (cioè tessuti morti) sulle foglie, consentendo ai funghi di consumare i prodotti rilasciati quando le cellule si degradano.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Carenza di acqua
plant poor
Carenza di acqua
La mancanza d’acqua farà sì che le foglie ingialliscano gradualmente a partire dalla base del ramo, e l’intera pianta sembrerà appassire.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le foglie della pianta ingialliscono perché la pianta è stata innaffiata troppo poco. Le foglie più vecchie ingialliscono per prime. L'ingiallimento incomincia dai bordi e si diffonde verso il centro. Altri segni di carenza d'acqua possono essere individuati in un terreno che è troppo secco o si stacca dal bordo del vaso.
Soluzioni
Soluzioni
La pianta ha molta sete e ha bisogno di acqua in tempi brevi.
  1. La puoi far rivivere dandole acqua e il modo più semplice di farlo è quello di versare lentamente l'acqua nel terreno, in modo che l'intera superficie risulti inumidita. Se la versi troppo velocemente, l'acqua fluirà direttamente attraverso il terreno, invece di distribuirsi uniformemente. Se il vaso della pianta non ha fori di drenaggio, non dare alla pianta una quantità d'acqua superiore a un terzo del volume del vaso. Se i fori di drenaggio, invece, ci sono, versa lentamente l'acqua fino a quando il terreno non è completamente inumidito e l'acqua fluisce liberamente attraverso il vaso.
  2. Se rimuovi le foglie gialle per migliorare l'estetica della pianta, non toglierne più di un terzo. Potrebbe infatti essere meglio aspettare che le foglie siano morte e cadute, prima di rimuoverle.
Prevenzione
Prevenzione
  1. Quando si acquista una nuova pianta, bisogna informarsi su quali siano le sue specifiche esigenze di irrigazione. Fissa dei promemoria in modo da ricordarti di annaffiare le piante in modo regolare. Non tutte le piante sono uguali, quindi fai in modo che il programma di annaffiatura sia differenziato a seconda del tipo di pianta.
  2. Si consiglia di acquistare un misuratore di umidità del terreno, uno strumento facilmente reperibile in commercio, dotato di una lunga sonda da collocare vicino alle radici della pianta. Controllalo frequentemente e innaffia la pianta quando il misuratore di umidità indica che il terreno ha bisogno di essere irrigato.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Insetti succhiatori
plant poor
Insetti succhiatori
Gli insetti succhiatori di linfa possono creare densi grappoli di piccole macchie gialle o bianche sulle foglie.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Se la tua pianta mostra minuscole macchie giallastre, simili a muffe o a funghi che al tatto non vanno via, sparse sulle foglie, probabilmente si tratta di danni causati da insetti succhiatori di linfa. Tra questi rientrano afidi, cocciniglie, psille, tingidi, metcalfa, cimici, cicaline, mosche bianche e altri ancora.
Gli insetti succhiatori perforano, grazie al loro apparato boccale pungente-succhiante, la superficie di foglie, giovani rami e germogli per succhiarne la linfa. Si possono trovare su quasi ogni tipo di pianta, dalle orticole alle ornamentali.
Anche se gli insetti succhiatori, da soli, difficilmente portano alla morte una pianta, una grande infestazione potrebbe rapidamente comprometterne la salute e renderla più suscettibile ad attacchi da parte di altri patogeni, soprattutto nei periodi più caldi e secchi. Inoltre, questi insetti sono veicolo di molti virus dannosi per le piante.
Soluzioni
Soluzioni
Diverse soluzioni possono essere adoperate in caso di un’infestazione da insetti succhiatori:
  1. Raccogli e rimuovi manualmente insetti e uova: fai attenzione anche alle pagine fogliari inferiori dove la maggior parte di insetti si annida e depone le uova. Questo processo, tuttavia, richiede grande impegno e il grado di riuscita è abbastanza basso;
  2. Utilizza un insetticida: spruzzalo sulla pianta oppure fai in modo che lo assorba. Nel primo caso agirà per contatto sugli insetti, nel secondo per ingestione tramite la linfa. Un metodo casalingo consiste nell’utilizzo di sapone di Marsiglia nella quantità di 30 g per litro d'acqua, ripetendo i lavaggi ogni settimana fino alla scomparsa dei parassiti;
  3. Introduci gli antagonisti naturali: coccinellidi, crisopidi e sirfidi (predatori degli insetti succhiatori) o braconidi e afelinidi (parassiti degli stessi insetti) possono essere introdotti oppure attirati naturalmente nel proprio giardino.
Prevenzione
Prevenzione
Per una corretta prevenzione:
  1. Tieni le piante in un buono stato di salute fornendo loro la giusta quantità di fertilizzanti (un apporto eccessivo di azoto però può provocare troppo rigoglio vegetativo che favorisce lo sviluppo di infestazioni), acqua e luce solare;
  2. Rimuovi le erbe infestanti che circondano le piante in modo da ridurre la presenza di questi insetti e di altre specie che potrebbero trasmettere virosi.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
toxic

Giglio di San Giovanni e la loro tossicità

feedback
Feedback
feedback
* Il giudizio su tossicità e pericolosità è solo indicativo. NON GARANTIAMO l'accuratezza di tali giudizi. Perciò, NON DOVRESTI basarti su questo giudizio. E' IMPORTANTE RICHIEDERE IN ANTICIPO L'AIUTO DI UN PROFESSIONISTA, quando necessario.
icon
Identifica le piante tossiche nel tuo giardino
Scopri cosa è tossico e cosa è sicuro per i tuoi amati animali.
Tossico per i gatti
Tossico per i gatti
distribution

Distribuzione di Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback

Habitat di Giglio di San Giovanni

Pulire, tra i felci e sulle pendici rocciose
Emisfero Nord
Emisfero Sud

Mappa di distribuzione di Giglio di San Giovanni

distribution map
Nativa
Coltivata
Invasiva
Potenzialmente infestante
Esotica
Specie non presente
habit
care_scenes

Ulteriori informazioni su Giglio Di San Giovanni Crescita e cura

feedback
Feedback
Guida alle cure di base
Parassiti e malattie comuni
Scopri di più
Trapianto
1-2 feet
Saluta l'equinozio di primavera trasferendo il tuo giglio di San Giovanni, poiché il delicato disgelo di questa stagione ottimizza la radicazione. Scegli un punto soleggiato con terreno ben drenante. Se è troppo affollato, dividi delicatamente per favorire una crescita robusta.
Tecniche di trapianto
Potatura
Primavera, Estate, Autunno
Rinomata per le sue fioriture infuocate e la sua natura resistente, giglio di San Giovanni beneficia della potatura dei fiori appassiti per incoraggiare una nuova fioritura. Durante la crescita attiva, rimuovi periodicamente foglie ingiallite o appassite. Dopo la fioritura, taglia il gambo fino alla base per favorire la salute del bulbo. Potare in primavera o in autunno per dare forma, oppure in estate dopo la fioritura. Evitare di potare eccessivamente, poiché ciò potrebbe ridurre la fioritura della prossima stagione. La potatura migliora la vigorosità e previene le malattie rimuovendo eventuali tessuti potenzialmente infetti o danneggiati.
Tecniche di potatura
Riproduzione
Primavera
I tuberi di giglio di San Giovanni possono essere efficacemente propagati usando i loro tuberi. Separa delicatamente gli offset dal bulbo genitore, assicurandoti che ognuno abbia una porzione della piastra basale per lo sviluppo delle radici. Pianta i segmenti a una profondità di circa 10-15 centimetri in un terreno ben drenato e ricco di materia organica, con lo spazio sufficiente per consentire la crescita. Fornire un ambiente stabile con luce indiretta favorirà l'attecchimento e i futuri fiori.
Tecniche di Propagazione
Appassimento dei fiori
Il colpo di fiore è una malattia comune che colpisce Giglio di San Giovanni, portando al disseccamento della pianta insieme a potenziali ritardi nella crescita. La malattia è causata da diversi fattori come l'eccessiva o insufficiente irrigazione, patogeni presenti nel terreno o stress ambientale e può essere letale se non trattata prontamente.
Continua a leggere
Maculatura fogliare
La macchia fogliare è una malattia fungina che colpisce Giglio di San Giovanni causando macchie scolorite, riducendo la vitalità e portando alla morte della pianta se grave.
Continua a leggere
Ingiallimento delle foglie
Il ingiallimento delle foglie, o clorosi, è una malattia che colpisce Giglio di San Giovanni. Questo porta all'ingiallimento delle foglie a causa di una diminuzione della clorofilla. La malattia può interferire con la fotosintesi portando a una ridotta vitalità e produzione di fiori.
Continua a leggere
Marciume fogliare
La marciume delle foglie in Giglio di San Giovanni è una malattia fungina che colpisce le foglie, i fusti e potenzialmente il bulbo della pianta. Può causare foglie scolorite, crescita rallentata e, nei casi gravi, la morte della pianta.
Continua a leggere
Ferite
Le ferite in Giglio di San Giovanni spesso derivano da danni fisici o insetti, permettendo a patogeni o parassiti di invadere. Ciò porta a una compromissione della salute, a una crescita ridotta o, nei casi gravi, alla morte della pianta. La rapida individuazione e la gestione tempestiva delle ferite sono cruciali per salvaguardare la vitalità della pianta.
Continua a leggere
Cocciniglia
Gli insetti cocciniglia sono parassiti che possono influenzare significativamente la salute di Giglio di San Giovanni, causando un arresto della crescita e una caduta prematura delle foglie. Si attaccano ai fusti e alle foglie, succhiando la linfa e indebolendo la pianta.
Continua a leggere
Appassimento delle foglie
Il disseccamento delle foglie, noto per causare il piegamento precoce delle piante, influisce significativamente su Giglio di San Giovanni, portando alla secchezza e al sottosviluppo. Senza un trattamento adeguato, la malattia può mettere a rischio la salute della pianta, limitando la fioritura e riducendo l'appeal estetico complessivo.
Continua a leggere
Cocciniglia farinosa
La malattia del cocciniglia provoca gravi infestazioni in Giglio di San Giovanni, causando arresto della crescita, ingiallimento e caduta anticipata delle foglie. Questo insetto succhiasucco di linfa spesso porta a una diminuzione della vigoria e può favorire infezioni secondarie se non controllato.
Continua a leggere
Macchia scura
La macchia scura è una malattia fungina che colpisce gravemente Giglio di San Giovanni. Provoca una significativa decolorazione delle foglie, necrosi e morte prematura della pianta. La malattia prospera in condizioni umide e fresche, diffondendosi facilmente e rapidamente attraverso spore.
Continua a leggere
Appassimento della punta delle foglie
La disseccazione delle punte delle foglie è una malattia dannosa che colpisce spesso Giglio di San Giovanni, causando l'ingrigimento e la morte delle punte delle foglie. Di solito è causata da condizioni ambientali inadatte o patogeni fungini, che ostacolano gravemente la capacità di fotosintesi della pianta.
Continua a leggere
Macchia bianca
La macchia bianca è una malattia fungina che colpisce Giglio di San Giovanni, causando decolorazione e potenziale stress. Colpisce l'aspetto visivo e può ostacolare la crescita e la vitalità se non controllata.
Continua a leggere
Appassimento intero delle foglie
Il disseccamento dell'intera foglia è una condizione che causa alle foglie di Giglio di San Giovanni di appassire, diventare marroni e alla fine morire. Questa condizione compromette il vigore della pianta e il suo valore estetico. Può diffondersi se non trattata e potenzialmente diventare fatale.
Continua a leggere
Afide
Afidi, particolarmente dannosi per 'Giglio di San Giovanni', si nutrono della linfa, causando ingiallimento, crescita debole e potenziale trasmissione di virus. Le strategie di gestione comprendono metodi biologici e chimici per mitigare l'impatto di questa comune piaga del giardino.
Continua a leggere
Bordi gialli
I bordi gialli sono una malattia dannosa che provoca distorsioni e cambiamenti di colore alle foglie di Giglio di San Giovanni. Ostacola l'aspetto estetico, la crescita e la salute della pianta ma con una corretta diagnosi e un trattamento tempestivo, il suo impatto dannoso può essere mitigato.
Continua a leggere
Marciume dei fiori
La marciume dei fiori è una malattia fungina che colpisce Giglio di San Giovanni, causando appassimento e decolorazione. Se non trattata, può portare alla morte della pianta, influenzando significativamente la salute e la qualità della fioritura della pianta.
Continua a leggere
Macchie
Le macchie sono una malattia che si manifesta come discromia sul fogliame di Giglio di San Giovanni, potenzialmente influenzando la fotosintesi e la vitalità generale della pianta.
Continua a leggere
Appassimento del fiore
Il disseccamento dei fiori è una malattia diffusa che colpisce Giglio di San Giovanni, portando a petali appassiti e opachi, e a una significativa restrizione della crescita. La malattia, causata principalmente da patogeni fungini e da un'irrigazione inadeguata, minaccia la salute della pianta, ne riduce l'attrattiva in fase di fioritura e interrompe il suo ciclo di vita.
Continua a leggere
Criocerinae
Criocerinae, comunemente frainteso come una malattia, si riferisce effettivamente a una sottofamiglia di coleotteri delle foglie conosciuti per influenzare Giglio di San Giovanni. Questi coleotteri danneggiano principalmente il fogliame e possono indebolire significativamente la pianta inibendo la fotosintesi.
Continua a leggere
Appassimento completo della pianta
Il disseccamento dell'intera pianta è una condizione grave che comporta il deterioramento progressivo e la morte di Giglio di San Giovanni. Questa malattia influisce significativamente sulla vigoria della pianta, sulla fioritura e sulla vitalità, potenzialmente portando alla perdita della pianta.
Continua a leggere
Simboleggia
Passione, zelo
Il Giglio di San Giovanni è simbolo di passione e zelo.,Fiorisce principalmente durante l'estate, rendendolo ideale per eventi estivi.,È collegato a San Giovanni Battista, celebrato il 24 giugno.
Significato del fiore di Giglio di San Giovanni
other_plant

Piante correlate a Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback
Edera svedese
Edera svedese
L'edera svedese è una pianta molto apprezzata come ornamentale, per via del fatto che richiede poche cure per prosperare e quindi può essere coltivata con successo anche da chi non ha il pollice verde. Nelle aree caratterizzate da un clima più rigido è possibile coltivarla come tappezzante o come rampicante da pareti. Le sue foglie dalla forma rotondeggiante, se sfregate, emanano un profumo di menta.
Rosa ibrida di Tea
Rosa ibrida di Tea
L’ibridatore francese Jean-Baptiste Guillot è il padre principale delle rose ibride, tra cui la rosa ibrida di Tea. Grazie a lui, nel diciannovesimo secolo, questa specie divenne talmente famosa da rappresentare la rosa per definizione. Ai giorni nostri si coltiva per decorare i giardini e per l’utilizzo di fiori recisi.
Pianta porcellana
Pianta porcellana
La pianta porcellana è una pianta grassa di piccole dimensioni che ama i climi tropicali. Non presenta spine e vanta una fioritura piuttosto densa con colorazioni vivaci che vanno dal giallo al rossastro.
Pianta della Carta Vetrata
Pianta della Carta Vetrata
La pianta della Carta Vetrata ama il caldo e cresce bene nelle aree umide. Questa pianta è molto apprezzata come ornamentale per i suoi bellissimi fiori viola, distribuiti in grappoli. Ogni fiore contiene una gran quantità di nettare e per questo motivo attira molte farfalle.
Porcellana a fiori grandi
Porcellana a fiori grandi
La porcellana a fiori grandi si coltiva facilmente sul balcone o in giardino ed è apprezzata per i fiori colorati, che sbocciano appena inizia l’estate. Questi rimangono aperti con la luce del giorno, la sera si richiudono fino al mattino seguente. Questa piccola pianta preferisce stare sotto i raggi del sole e tollera le temperature torride.
Cosmea sulfurea
Cosmea sulfurea
Grazie ai loro colori caldi, i fiori della cosmea sulfurea vengono utilizzati da secoli per l’estrazione di sostanze coloranti gialle e arancioni, usate dalle popolazioni pre-Colombiane e Sud Africane per tingere la lana. Gli stessi fiori, che garantiscono a questa pianta uno spiccato valore commerciale, attraggono anche diverse specie di uccelli e farfalle, tra cui la farfalla monarca (Danaus plexippus).
Gardenia jasminoides
Gardenia jasminoides
La gardenia jasminoides è un arbusto sempreverde elegante e di piccole dimensioni. In Europa è particolarmente apprezzato come pianta ornamentale da vaso ma, in Italia, specie nelle regioni meridionali, viene impiegato come aiuola, peraltro piuttosto ambita, per il suo intenso profumo. La sua coltivazione richiede qualche cura in più e non è adatta ai neofiti del giardinaggio.
Pothos
Pothos
Una pianta che non ha bisogno di molta acqua come il pothos è apprezzata molto come ornamentale. Un altro motivo che la rende amata sono le sue belle foglie a forma di cuore. Si adatta volentieri a ogni tipo di terreno e difficilmente si ammala o viene attaccata da parassiti.
Visualizza altre piante
close
product icon
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
La tua Guida Definitiva per le Piante
Identifica, coltiva e nutri nel modo migliore!
product icon
17.000 specie locali e 400.000 specie mondiali studiate
product icon
Quasi 5 anni di ricerche
product icon
Più di 80 studiosi di botanica e giardinaggio
ad
ad
Un botanico in tasca
Scan the QR code with your phone camera to download the app
Su
Guida alla cura
FAQ sulla cura
Maggiori informazioni
Parassiti e malattie
Tossicità
Distribuzione
Ulteriori istruzioni
Piante affini
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Giglio di San Giovanni
Lilium bulbiferum
Conosciuto anche come: Giglio bulbifero
Zone di resistenza
Zone di resistenza
3 a 9
Tossico per gli animali
icon
Identifica istantaneamente le piante con un semplice clic
Scatta una foto per ottenere l'identificazione istantanea delle piante, ottenendo informazioni rapide sulla prevenzione delle malattie, il trattamento, la tossicità, la cura, gli utilizzi e il simbolismo, ecc.
Scarica l'App gratuitamente
care guide

Guida alla cura per Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback
icon
Scopri quanta luce ricevono realmente le tue piante.
Trova i punti migliori per ottimizzare la loro salute, semplicemente usando il tuo telefono.
Scarica l'App gratuitamente
close
bg bg
download btn
Download
question

Domande su Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback
Watering Watering Annaffiatura
Pruning Pruning Potatura
Sunlight Sunlight Luce solare
Temperature Temperature Temperatura
Fertilizing Fertilizing Concimazione
Cosa devo fare se ho superato o sommerso il mio Giglio di San Giovanni?
more
Con quale frequenza devo annaffiare il mio Giglio di San Giovanni?
more
Come posso regolare l'irrigazione in base alle diverse condizioni del mio Giglio di San Giovanni?
more
icon
Ottieni consigli e trucchi per le tue piante.
Mantieni le tue piante felici e in salute con la nostra guida all'annaffiatura, all'illuminazione, all'alimentazione e altro ancora.
Scarica l'App gratuitamente
close
plant_info

Fatti salienti su Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback

Attributi di Giglio di San Giovanni

Durata di Vita
Perenne
Tipo di pianta
Erba medicinale
Periodo di fioritura
Estate
Periodo di frutta
Estate inoltrata, Inizio autunno
Altezza della Pianta
20 cm to 1.2 m
Diametro della Corona
30 cm
Colore della foglia
Verde
Diametro del Fiore
10 cm to 15 cm
Colore del fiore
Bianco
Giallo
Arancio
Colore della frutta
Verde
Colore dello stelo
Verde
Dormienza
Dormienza invernale
Tipo di foglia
Deciduo
Temperatura ideale
0 - 35 ℃
icon
Acquisisci conoscenze più preziose sulle piante
Esplora una ricca enciclopedia botanica per approfondimenti
Scarica l'App gratuitamente

Classificazione scientifica di Giglio di San Giovanni

icon
Non saltare mai più un'attività di manutenzione!
La cura delle piante è più facile che mai con il nostro promemoria smart personalizzato.
Scarica l'App gratuitamente
pests

Parassiti e malattie comuni di Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback
Problemi comuni relativi a Giglio di San Giovanni, basati su 10 milioni di casi reali
icon
Autodiagnosi e prevenzione delle malattie delle piante
Il medico AI per le piante ti aiuta a diagnosticare i problemi delle piante in pochi secondi.
Scarica l'App gratuitamente
Appassimento dei fiori
Il colpo di fiore è una malattia comune che colpisce Giglio di San Giovanni, portando al disseccamento della pianta insieme a potenziali ritardi nella crescita. La malattia è causata da diversi fattori come l'eccessiva o insufficiente irrigazione, patogeni presenti nel terreno o stress ambientale e può essere letale se non trattata prontamente.
Scopri di più su Appassimento dei fiori more
Macchia bruna
Macchia bruna Macchia bruna Macchia bruna
Questa infezione può causare la comparsa di macchie o macchie marroni sulla pianta.
Soluzioni: Nei casi minori di macchia bruna , non c'è bisogno di curare la malattia. Tuttavia, se gran parte del fogliame è interessata e si verifica la defogliazione, la pianta trarrà vantaggio dall'eliminazione dell'infezione. Si consiglia di iniziare applicando opzioni di trattamento organico, lavorando fino ai più potenti fungicidi sintetici e chimici, se necessario. Le opzioni organiche non uccideranno il fungo, ma ne impediranno la diffusione. Sciogliere ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio e un cucchiaino di sapone liquido in un litro d'acqua. Usando un flacone spray, spruzzare sulla parte superiore e inferiore delle foglie fino a quando il composto non gocciola. Ripeti ogni due settimane fino a quando le macchie esistenti smettono di allargarsi e le nuove macchie non compaiono più. Spruzzare un sapone fungicida a base di rame sulle foglie, rivestendo la superficie superiore e inferiore delle foglie. Riapplicare come indicato sull'etichetta del prodotto. Il rame penetra nella superficie fogliare e previene la germinazione delle spore in modo che il fungo non possa diffondersi. Applicare un fungicida multiuso sull'intera pianta, seguendo attentamente le istruzioni sull'etichetta.
Scopri di più su Macchia bruna more
Carenza di acqua
Carenza di acqua Carenza di acqua Carenza di acqua
La mancanza d’acqua farà sì che le foglie ingialliscano gradualmente a partire dalla base del ramo, e l’intera pianta sembrerà appassire.
Soluzioni: La pianta ha molta sete e ha bisogno di acqua in tempi brevi. La puoi far rivivere dandole acqua e il modo più semplice di farlo è quello di versare lentamente l'acqua nel terreno, in modo che l'intera superficie risulti inumidita. Se la versi troppo velocemente, l'acqua fluirà direttamente attraverso il terreno, invece di distribuirsi uniformemente. Se il vaso della pianta non ha fori di drenaggio, non dare alla pianta una quantità d'acqua superiore a un terzo del volume del vaso. Se i fori di drenaggio, invece, ci sono, versa lentamente l'acqua fino a quando il terreno non è completamente inumidito e l'acqua fluisce liberamente attraverso il vaso. Se rimuovi le foglie gialle per migliorare l'estetica della pianta, non toglierne più di un terzo. Potrebbe infatti essere meglio aspettare che le foglie siano morte e cadute, prima di rimuoverle.
Scopri di più su Carenza di acqua more
Insetti succhiatori
Insetti succhiatori Insetti succhiatori Insetti succhiatori
Gli insetti succhiatori di linfa possono creare densi grappoli di piccole macchie gialle o bianche sulle foglie.
Soluzioni: Diverse soluzioni possono essere adoperate in caso di un’infestazione da insetti succhiatori: Raccogli e rimuovi manualmente insetti e uova: fai attenzione anche alle pagine fogliari inferiori dove la maggior parte di insetti si annida e depone le uova. Questo processo, tuttavia, richiede grande impegno e il grado di riuscita è abbastanza basso; Utilizza un insetticida: spruzzalo sulla pianta oppure fai in modo che lo assorba. Nel primo caso agirà per contatto sugli insetti, nel secondo per ingestione tramite la linfa. Un metodo casalingo consiste nell’utilizzo di sapone di Marsiglia nella quantità di 30 g per litro d'acqua, ripetendo i lavaggi ogni settimana fino alla scomparsa dei parassiti; Introduci gli antagonisti naturali: coccinellidi, crisopidi e sirfidi (predatori degli insetti succhiatori) o braconidi e afelinidi (parassiti degli stessi insetti) possono essere introdotti oppure attirati naturalmente nel proprio giardino.
Scopri di più su Insetti succhiatori more
close
plant poor
Appassimento dei fiori
Panoramica
Sintomo
Cause
Trattamento
Prevenzione
Periodo attivo
Qual è la malattia di Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni?
Qual è la malattia di Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni?
Il colpo di fiore è una malattia comune che colpisce Giglio di San Giovanni, portando al disseccamento della pianta insieme a potenziali ritardi nella crescita. La malattia è causata da diversi fattori come l'eccessiva o insufficiente irrigazione, patogeni presenti nel terreno o stress ambientale e può essere letale se non trattata prontamente.
Analisi dei sintomi
Analisi dei sintomi
I sintomi principali includono il disseccamento delle foglie, dei fiori e del fusto di Giglio di San Giovanni. Potrebbe anche esserci decolorazione (ingiallimento o brunitura), secchezza e caduta delle foglie e crescita rallentata. Il disseccamento di solito inizia alle estremità delle foglie e progredisce verso l'interno.
Quali sono le cause della malattia di Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni ?
Quali sono le cause della malattia di Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni ?
1
Eccessiva irrigazione
Le piante bulbose come Giglio di San Giovanni sono suscettibili all'eccessiva irrigazione, che crea un terreno saturo d'acqua e impedisce alle radici di accedere all'ossigeno, portando al disseccamento.
2
Insufficiente irrigazione
Al contrario, l'irrigazione non frequente può portare a un terreno secco e a una carenza idrica complessiva in Giglio di San Giovanni, causando il disseccamento delle foglie e dei fiori.
3
Patogeni del suolo
Batteri, funghi e nematodi presenti nel terreno possono infettare Giglio di San Giovanni, portando al disseccamento e ad altri segni di malessere.
4
Stress ambientale
Temperature estreme, forte esposizione al sole o terreno di scarsa qualità possono causare stress in Giglio di San Giovanni e innescare il disseccamento.
Come trattare la malattia Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni?
Come trattare la malattia Appassimento dei fiori su Giglio di San Giovanni?
1
Non pesticidi
Modifiche all'irrigazione: Modificare le pratiche di irrigazione per soddisfare i requisiti di Giglio di San Giovanni. Il terreno dovrebbe essere umido ma ben drenato.

Regolazione della luce solare: Assicurarsi che Giglio di San Giovanni riceva una quantità adeguata di luce solare. Troppa luce solare intensa può portare al disseccamento.
2
Pesticidi
Fungicidi appropriati: Applicare fungicidi per combattere eventuali patogeni del terreno che causano il disseccamento in Giglio di San Giovanni. Utilizzare sempre come indicato dal produttore.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Macchia bruna
plant poor
Macchia bruna
Questa infezione può causare la comparsa di macchie o macchie marroni sulla pianta.
Panoramica
Panoramica
Le macchie scolorite sul fogliame delle piante sono uno dei problemi di malattia più comuni che le persone osservano. Questi punti sono causati da malattie fungine e batteriche, con la maggior parte delle infezioni legate a un patogeno fungino. Macchia bruna può verificarsi su tutte le piante d'appartamento, piante ornamentali da fiore, piante da ortaggi e foglie di alberi, cespugli e arbusti. Nessuna pianta resiste ad esso e il problema è peggiore negli ambienti caldi e umidi. Può verificarsi in qualsiasi momento della fase di vita purché siano presenti le foglie. Piccole macchie brunastre compaiono sul fogliame e si ingrandiscono con il progredire della malattia. Nei casi più gravi, la pianta o l'albero si indeboliscono quando le lesioni interrompono la fotosintesi o causano la defogliazione.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Nella maggior parte dei casi, macchia bruna interessa solo una piccola percentuale dell'intera pianta, comparendo su una piccola parte delle foglie. Una piccola infezione mette solo un leggero stress sulla pianta. Tuttavia, se non trattata e la malattia progredisce in numerose stagioni, avrà un grave impatto sulla salute e sulla produttività del campione infetto.
  • Inizia la sporulazione (riproduzione delle spore fungine) e sulle foglie compaiono minuscole macchie.
  • Il posizionamento è spesso casuale e disperso poiché le malattie si diffondono attraverso le gocce di pioggia.
  • Può comparire sulle foglie più basse e all'interno della pianta dove l'umidità è più alta.
  • Le macchie marroni si allargano e diventano abbastanza grandi da toccare i punti vicini per formare una macchia più prominente.
  • I margini delle foglie possono ingiallire.
  • Piccoli punti neri (corpi fruttiferi dei funghi) compaiono nei punti morti.
  • Le macchie crescono di dimensioni fino a quando l'intera foglia non è marrone.
  • La foglia cade dalla pianta.
Sintomi gravi
  • Defogliazione prematura parziale o completa
  • Crescita ridotta
  • Aumento della suscettibilità ai parassiti e ad altre malattie
Causa della malattia
Causa della malattia
Macchia bruna , o macchia fogliare, è un termine descrittivo comune dato a diverse malattie che colpiscono le foglie di piante e alberi. Circa l'85% delle malattie che mostrano macchie fogliari sono dovute a funghi o organismi simili a funghi. A volte macchia bruna è causato da un'infezione batterica o dall'attività degli insetti con sintomi simili. Quando le condizioni sono calde e le superfici fogliari sono bagnate, le spore fungine trasportate dal vento o dalla pioggia si depositano sulla superficie e si attaccano ad essa. Non rompono le pareti cellulari ma crescono nello spazio tra la membrana plasmatica vegetale e la parete cellulare vegetale. Quando le spore si riproducono, rilasciano tossine ed enzimi che causano macchie necrotiche (cioè tessuti morti) sulle foglie, consentendo ai funghi di consumare i prodotti rilasciati quando le cellule si degradano.
Soluzioni
Soluzioni
Nei casi minori di macchia bruna , non c'è bisogno di curare la malattia. Tuttavia, se gran parte del fogliame è interessata e si verifica la defogliazione, la pianta trarrà vantaggio dall'eliminazione dell'infezione. Si consiglia di iniziare applicando opzioni di trattamento organico, lavorando fino ai più potenti fungicidi sintetici e chimici, se necessario. Le opzioni organiche non uccideranno il fungo, ma ne impediranno la diffusione.
  1. Sciogliere ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio e un cucchiaino di sapone liquido in un litro d'acqua. Usando un flacone spray, spruzzare sulla parte superiore e inferiore delle foglie fino a quando il composto non gocciola. Ripeti ogni due settimane fino a quando le macchie esistenti smettono di allargarsi e le nuove macchie non compaiono più.
  2. Spruzzare un sapone fungicida a base di rame sulle foglie, rivestendo la superficie superiore e inferiore delle foglie. Riapplicare come indicato sull'etichetta del prodotto. Il rame penetra nella superficie fogliare e previene la germinazione delle spore in modo che il fungo non possa diffondersi.
  3. Applicare un fungicida multiuso sull'intera pianta, seguendo attentamente le istruzioni sull'etichetta.
Prevenzione
Prevenzione
Come molte altre malattie, è più facile prevenire macchia bruna che curarlo, e questo viene fatto attraverso pratiche culturali.
  • Elimina le foglie autunnali dal terreno prima dell'inverno per ridurre al minimo i luoghi in cui funghi e batteri possono svernare.
  • Mantenere un buon movimento dell'aria tra le piante attraverso un'adeguata spaziatura tra le piante.
  • Aumenta la circolazione dell'aria attraverso il centro delle piante attraverso la potatura.
  • Pulisci accuratamente tutti gli strumenti di potatura dopo aver lavorato con piante malate.
  • Non gettare mai materiale vegetale malato in un cumulo di compost.
  • Evitare l'irrigazione sopraelevata per mantenere l'umidità lontana dal fogliame.
  • Mantieni le piante sane fornendo luce solare, acqua e fertilizzanti adeguati.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Carenza di acqua
plant poor
Carenza di acqua
La mancanza d’acqua farà sì che le foglie ingialliscano gradualmente a partire dalla base del ramo, e l’intera pianta sembrerà appassire.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le foglie della pianta ingialliscono perché la pianta è stata innaffiata troppo poco. Le foglie più vecchie ingialliscono per prime. L'ingiallimento incomincia dai bordi e si diffonde verso il centro. Altri segni di carenza d'acqua possono essere individuati in un terreno che è troppo secco o si stacca dal bordo del vaso.
Soluzioni
Soluzioni
La pianta ha molta sete e ha bisogno di acqua in tempi brevi.
  1. La puoi far rivivere dandole acqua e il modo più semplice di farlo è quello di versare lentamente l'acqua nel terreno, in modo che l'intera superficie risulti inumidita. Se la versi troppo velocemente, l'acqua fluirà direttamente attraverso il terreno, invece di distribuirsi uniformemente. Se il vaso della pianta non ha fori di drenaggio, non dare alla pianta una quantità d'acqua superiore a un terzo del volume del vaso. Se i fori di drenaggio, invece, ci sono, versa lentamente l'acqua fino a quando il terreno non è completamente inumidito e l'acqua fluisce liberamente attraverso il vaso.
  2. Se rimuovi le foglie gialle per migliorare l'estetica della pianta, non toglierne più di un terzo. Potrebbe infatti essere meglio aspettare che le foglie siano morte e cadute, prima di rimuoverle.
Prevenzione
Prevenzione
  1. Quando si acquista una nuova pianta, bisogna informarsi su quali siano le sue specifiche esigenze di irrigazione. Fissa dei promemoria in modo da ricordarti di annaffiare le piante in modo regolare. Non tutte le piante sono uguali, quindi fai in modo che il programma di annaffiatura sia differenziato a seconda del tipo di pianta.
  2. Si consiglia di acquistare un misuratore di umidità del terreno, uno strumento facilmente reperibile in commercio, dotato di una lunga sonda da collocare vicino alle radici della pianta. Controllalo frequentemente e innaffia la pianta quando il misuratore di umidità indica che il terreno ha bisogno di essere irrigato.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Insetti succhiatori
plant poor
Insetti succhiatori
Gli insetti succhiatori di linfa possono creare densi grappoli di piccole macchie gialle o bianche sulle foglie.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Se la tua pianta mostra minuscole macchie giallastre, simili a muffe o a funghi che al tatto non vanno via, sparse sulle foglie, probabilmente si tratta di danni causati da insetti succhiatori di linfa. Tra questi rientrano afidi, cocciniglie, psille, tingidi, metcalfa, cimici, cicaline, mosche bianche e altri ancora.
Gli insetti succhiatori perforano, grazie al loro apparato boccale pungente-succhiante, la superficie di foglie, giovani rami e germogli per succhiarne la linfa. Si possono trovare su quasi ogni tipo di pianta, dalle orticole alle ornamentali.
Anche se gli insetti succhiatori, da soli, difficilmente portano alla morte una pianta, una grande infestazione potrebbe rapidamente comprometterne la salute e renderla più suscettibile ad attacchi da parte di altri patogeni, soprattutto nei periodi più caldi e secchi. Inoltre, questi insetti sono veicolo di molti virus dannosi per le piante.
Soluzioni
Soluzioni
Diverse soluzioni possono essere adoperate in caso di un’infestazione da insetti succhiatori:
  1. Raccogli e rimuovi manualmente insetti e uova: fai attenzione anche alle pagine fogliari inferiori dove la maggior parte di insetti si annida e depone le uova. Questo processo, tuttavia, richiede grande impegno e il grado di riuscita è abbastanza basso;
  2. Utilizza un insetticida: spruzzalo sulla pianta oppure fai in modo che lo assorba. Nel primo caso agirà per contatto sugli insetti, nel secondo per ingestione tramite la linfa. Un metodo casalingo consiste nell’utilizzo di sapone di Marsiglia nella quantità di 30 g per litro d'acqua, ripetendo i lavaggi ogni settimana fino alla scomparsa dei parassiti;
  3. Introduci gli antagonisti naturali: coccinellidi, crisopidi e sirfidi (predatori degli insetti succhiatori) o braconidi e afelinidi (parassiti degli stessi insetti) possono essere introdotti oppure attirati naturalmente nel proprio giardino.
Prevenzione
Prevenzione
Per una corretta prevenzione:
  1. Tieni le piante in un buono stato di salute fornendo loro la giusta quantità di fertilizzanti (un apporto eccessivo di azoto però può provocare troppo rigoglio vegetativo che favorisce lo sviluppo di infestazioni), acqua e luce solare;
  2. Rimuovi le erbe infestanti che circondano le piante in modo da ridurre la presenza di questi insetti e di altre specie che potrebbero trasmettere virosi.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
toxic

Giglio di San Giovanni e la loro tossicità

feedback
Feedback
feedback
* Il giudizio su tossicità e pericolosità è solo indicativo. NON GARANTIAMO l'accuratezza di tali giudizi. Perciò, NON DOVRESTI basarti su questo giudizio. E' IMPORTANTE RICHIEDERE IN ANTICIPO L'AIUTO DI UN PROFESSIONISTA, quando necessario.
icon
Identifica le piante tossiche nel tuo giardino
Scopri cosa è tossico e cosa è sicuro per i tuoi amati animali.
Scarica l'App gratuitamente
Tossico per i gatti
distribution

Distribuzione di Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback

Habitat di Giglio di San Giovanni

Pulire, tra i felci e sulle pendici rocciose
Emisfero Nord
Emisfero Sud

Mappa di distribuzione di Giglio di San Giovanni

distribution map
Nativa
Coltivata
Invasiva
Potenzialmente infestante
Esotica
Specie non presente
care_scenes

Ulteriori informazioni su Giglio Di San Giovanni Crescita e cura

feedback
Guida alle cure di base
Parassiti e malattie comuni
Scopri di più
Appassimento dei fiori
Il colpo di fiore è una malattia comune che colpisce Giglio di San Giovanni, portando al disseccamento della pianta insieme a potenziali ritardi nella crescita. La malattia è causata da diversi fattori come l'eccessiva o insufficiente irrigazione, patogeni presenti nel terreno o stress ambientale e può essere letale se non trattata prontamente.
 detail
Maculatura fogliare
La macchia fogliare è una malattia fungina che colpisce Giglio di San Giovanni causando macchie scolorite, riducendo la vitalità e portando alla morte della pianta se grave.
 detail
Ingiallimento delle foglie
Il ingiallimento delle foglie, o clorosi, è una malattia che colpisce Giglio di San Giovanni. Questo porta all'ingiallimento delle foglie a causa di una diminuzione della clorofilla. La malattia può interferire con la fotosintesi portando a una ridotta vitalità e produzione di fiori.
 detail
Marciume fogliare
La marciume delle foglie in Giglio di San Giovanni è una malattia fungina che colpisce le foglie, i fusti e potenzialmente il bulbo della pianta. Può causare foglie scolorite, crescita rallentata e, nei casi gravi, la morte della pianta.
 detail
Ferite
Le ferite in Giglio di San Giovanni spesso derivano da danni fisici o insetti, permettendo a patogeni o parassiti di invadere. Ciò porta a una compromissione della salute, a una crescita ridotta o, nei casi gravi, alla morte della pianta. La rapida individuazione e la gestione tempestiva delle ferite sono cruciali per salvaguardare la vitalità della pianta.
 detail
Cocciniglia
Gli insetti cocciniglia sono parassiti che possono influenzare significativamente la salute di Giglio di San Giovanni, causando un arresto della crescita e una caduta prematura delle foglie. Si attaccano ai fusti e alle foglie, succhiando la linfa e indebolendo la pianta.
 detail
Appassimento delle foglie
Il disseccamento delle foglie, noto per causare il piegamento precoce delle piante, influisce significativamente su Giglio di San Giovanni, portando alla secchezza e al sottosviluppo. Senza un trattamento adeguato, la malattia può mettere a rischio la salute della pianta, limitando la fioritura e riducendo l'appeal estetico complessivo.
 detail
Cocciniglia farinosa
La malattia del cocciniglia provoca gravi infestazioni in Giglio di San Giovanni, causando arresto della crescita, ingiallimento e caduta anticipata delle foglie. Questo insetto succhiasucco di linfa spesso porta a una diminuzione della vigoria e può favorire infezioni secondarie se non controllato.
 detail
Macchia scura
La macchia scura è una malattia fungina che colpisce gravemente Giglio di San Giovanni. Provoca una significativa decolorazione delle foglie, necrosi e morte prematura della pianta. La malattia prospera in condizioni umide e fresche, diffondendosi facilmente e rapidamente attraverso spore.
 detail
Appassimento della punta delle foglie
La disseccazione delle punte delle foglie è una malattia dannosa che colpisce spesso Giglio di San Giovanni, causando l'ingrigimento e la morte delle punte delle foglie. Di solito è causata da condizioni ambientali inadatte o patogeni fungini, che ostacolano gravemente la capacità di fotosintesi della pianta.
 detail
Macchia bianca
La macchia bianca è una malattia fungina che colpisce Giglio di San Giovanni, causando decolorazione e potenziale stress. Colpisce l'aspetto visivo e può ostacolare la crescita e la vitalità se non controllata.
 detail
Appassimento intero delle foglie
Il disseccamento dell'intera foglia è una condizione che causa alle foglie di Giglio di San Giovanni di appassire, diventare marroni e alla fine morire. Questa condizione compromette il vigore della pianta e il suo valore estetico. Può diffondersi se non trattata e potenzialmente diventare fatale.
 detail
Afide
Afidi, particolarmente dannosi per 'Giglio di San Giovanni', si nutrono della linfa, causando ingiallimento, crescita debole e potenziale trasmissione di virus. Le strategie di gestione comprendono metodi biologici e chimici per mitigare l'impatto di questa comune piaga del giardino.
 detail
Bordi gialli
I bordi gialli sono una malattia dannosa che provoca distorsioni e cambiamenti di colore alle foglie di Giglio di San Giovanni. Ostacola l'aspetto estetico, la crescita e la salute della pianta ma con una corretta diagnosi e un trattamento tempestivo, il suo impatto dannoso può essere mitigato.
 detail
Marciume dei fiori
La marciume dei fiori è una malattia fungina che colpisce Giglio di San Giovanni, causando appassimento e decolorazione. Se non trattata, può portare alla morte della pianta, influenzando significativamente la salute e la qualità della fioritura della pianta.
 detail
Macchie
Le macchie sono una malattia che si manifesta come discromia sul fogliame di Giglio di San Giovanni, potenzialmente influenzando la fotosintesi e la vitalità generale della pianta.
 detail
Appassimento del fiore
Il disseccamento dei fiori è una malattia diffusa che colpisce Giglio di San Giovanni, portando a petali appassiti e opachi, e a una significativa restrizione della crescita. La malattia, causata principalmente da patogeni fungini e da un'irrigazione inadeguata, minaccia la salute della pianta, ne riduce l'attrattiva in fase di fioritura e interrompe il suo ciclo di vita.
 detail
Criocerinae
Criocerinae, comunemente frainteso come una malattia, si riferisce effettivamente a una sottofamiglia di coleotteri delle foglie conosciuti per influenzare Giglio di San Giovanni. Questi coleotteri danneggiano principalmente il fogliame e possono indebolire significativamente la pianta inibendo la fotosintesi.
 detail
Appassimento completo della pianta
Il disseccamento dell'intera pianta è una condizione grave che comporta il deterioramento progressivo e la morte di Giglio di San Giovanni. Questa malattia influisce significativamente sulla vigoria della pianta, sulla fioritura e sulla vitalità, potenzialmente portando alla perdita della pianta.
 detail
plant_info

Piante correlate a Giglio di San Giovanni

feedback
Feedback
feedback
product icon close
La tua Guida Definitiva per le Piante
Identifica, coltiva e nutri nel modo migliore!
product icon
17.000 specie locali e 400.000 specie mondiali studiate
product icon
Quasi 5 anni di ricerche
product icon
Più di 80 studiosi di botanica e giardinaggio
ad
product icon close
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
Strumento per la Gestione dei Cookie
Oltre a gestire i cookie tramite il tuo browser o dispositivo, puoi modificare le impostazioni dei cookie qui sotto.
Cookie necessari
I cookie necessari abilitano le funzionalità principali. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie e può essere disabilitato solo modificando le preferenze del browser.
Cookie analitici
I cookie analitici ci aiutano a migliorare la nostra applicazione e il nostro sito web raccogliendo e segnalando informazioni sul suo utilizzo.
Nome del Cookie Fonte Scopo Durata di vita
_ga Google Analytics Questi cookie sono impostati in virtù del nostro utilizzo di Google Analytics. Essi sono usati per raccogliere informazioni sull'utilizzo della nostra applicazione e del nostro sito web. I cookie raccolgono informazioni specifiche, come il tuo indirizzo IP, dati relativi al tuo dispositivo e altre informazioni sull'utilizzo dell'applicazione o del sito web. Si prega di notare che il trattamento dei dati viene svolto essenzialmente da Google LLC e Google può utilizzare i dati raccolti dai cookie per propri scopi (ad es. profilazione) e lo combinerà con altri dati come il tuo Account Google. Per ulteriori informazioni su come Google elabora i tuoi dati e sull'approccio di Google alla privacy, nonché sulla tutela dei tuoi dati, dai un'occhiata a questo link. 1 Anno
_pta PictureThis Analytics Utilizziamo questi cookie per raccogliere informazioni su come utilizzi il nostro sito, monitorare le prestazioni del sito e migliorare le prestazioni del nostro sito, i nostri servizi e la tua esperienza. 1 Anno
Nome del Cookie
_ga
Fonte
Google Analytics
Scopo
Questi cookie sono impostati in virtù del nostro utilizzo di Google Analytics. Essi sono usati per raccogliere informazioni sull'utilizzo della nostra applicazione e del nostro sito web. I cookie raccolgono informazioni specifiche, come il tuo indirizzo IP, dati relativi al tuo dispositivo e altre informazioni sull'utilizzo dell'applicazione o del sito web. Si prega di notare che il trattamento dei dati viene svolto essenzialmente da Google LLC e Google può utilizzare i dati raccolti dai cookie per propri scopi (ad es. profilazione) e lo combinerà con altri dati come il tuo Account Google. Per ulteriori informazioni su come Google elabora i tuoi dati e sull'approccio di Google alla privacy, nonché sulla tutela dei tuoi dati, dai un'occhiata a questo link.
Durata di vita
1 Anno

Nome del Cookie
_pta
Fonte
PictureThis Analytics
Scopo
Utilizziamo questi cookie per raccogliere informazioni su come utilizzi il nostro sito, monitorare le prestazioni del sito e migliorare le prestazioni del nostro sito, i nostri servizi e la tua esperienza.
Durata di vita
1 Anno
Cookie di Marketing
I cookie di marketing vengono utilizzati dalle società pubblicitarie per pubblicare annunci pertinenti ai tuoi interessi.
Nome del Cookie Fonte Scopo Durata di vita
_fbp Pixel di Facebook Un monitoraggio dei pixel di conversione che utilizziamo per le campagne di retargeting. Scopri di più qui. 1 Anno
_adj Adjust Questo cookie fornisce servizi mobili di analisi e attribuzione che ci consentono di misurare e analizzare l'efficacia delle campagne di marketing, determinati eventi e azioni all'interno dell'Applicazione. Scopri di più qui. 1 Anno
Nome del Cookie
_fbp
Fonte
Pixel di Facebook
Scopo
Un monitoraggio dei pixel di conversione che utilizziamo per le campagne di retargeting. Scopri di più qui.
Durata di vita
1 Anno

Nome del Cookie
_adj
Fonte
Adjust
Scopo
Questo cookie fornisce servizi mobili di analisi e attribuzione che ci consentono di misurare e analizzare l'efficacia delle campagne di marketing, determinati eventi e azioni all'interno dell'Applicazione. Scopri di più qui.
Durata di vita
1 Anno
picturethis icon
picturethis icon
Scatta una foto per informazioni su piantumazione, tossicità, cultura e malattie, ecc.
Usa l'App
Questa pagina è più bella nell'app
Aperto