camera identify
Prova Gratis
tab list
PictureThis
Italiano
arrow
English
繁體中文
日本語
Español
Français
Deutsch
Pусский
Português
Italiano
한국어
Nederlands
العربية
Svenska
Polskie
ภาษาไทย
Bahasa Melayu
Bahasa Indonesia
PictureThis
Search
Cerca Piante
Prova Gratis
Global
Italiano
English
繁體中文
日本語
Español
Français
Deutsch
Pусский
Português
Italiano
한국어
Nederlands
العربية
Svenska
Polskie
ภาษาไทย
Bahasa Melayu
Bahasa Indonesia
Questa pagina è più bella nell'app
about about
Su
care_guide care_guide
Guida alla cura
topic topic
FAQ sulla cura
plant_info plant_info
Maggiori informazioni
pests pests
Parassiti e malattie
distribution_map distribution_map
Distribuzione
care_scenes care_scenes
Ulteriori istruzioni
more_plants more_plants
Piante affini
pic top
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Zone di resistenza
Zone di resistenza
4
care guide

Guida alla cura per Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback
Cura dell'innaffiatura
Cura dell'innaffiatura
Dettagli sull'innaffiatura Cura dell'innaffiatura
Cura della concimazione
Cura della concimazione
Dettagli sulla concimazione Cura della concimazione
Cura del suolo
Cura del suolo
Sabbia, Terriccio, Argilla, Alcalino
Dettagli sulla cura del terreno Cura del suolo
Illuminazione ideale
Illuminazione ideale
Pieno sole, Sole parziale
Dettagli sulla necessità di luce solare Illuminazione ideale
Temperatura ideale
Temperatura ideale
4
Dettagli sulla temperatura Temperatura ideale
care guide bg
Scopri quanta luce ricevono realmente le tue piante.
Trova i punti migliori per ottimizzare la loro salute, semplicemente usando il tuo telefono.
Scarica l'App
Picture This
Un botanico tascabile
qrcode
Scansiona il codice QR per effettuare il download
label
cover
Opuntia basilaris
Acqua
Acqua
Ogni 3 settimane
Luce Solare
Luce Solare
Pieno sole
Zone di resistenza
Zone di resistenza
4
question

Domande su Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback
Watering Watering Annaffiatura
Sunlight Sunlight Luce solare
Temperature Temperature Temperatura
Fertilizing Fertilizing Concimazione
Qual è il metodo migliore per annaffiare il mio Opuntia basilaris?
Un altro consiglio per l'annaffiatura di questa specie è quello di annaffiarla dal basso. Questo serve a far assorbire correttamente l'acqua alle radici, permettendole di far circolare le sostanze nutritive dal terreno verso tutto il corpo. Se si versa accidentalmente l'acqua nella parte superiore, si possono sviluppare malattie e funghi. Usate gli irrigatori quando avete un sistema di irrigazione. Se il giardino è dotato di Opuntia basilaris irrigatori di piccole dimensioni, è preferibile utilizzare gli irrigatori dinamici. È meglio acquistare quelli girevoli, che consentono di cambiare i modelli di erogazione dell'acqua ogni volta che se ne ha bisogno. Evitate di accendere l'irrigatore nelle giornate di vento. Assicuratevi di utilizzare il metodo di bagnatura e asciugatura, indipendentemente dal fatto che Opuntia basilaris sia in un vaso o nel vostro giardino. In questo modo l'umidità verrà distribuita in modo uniforme all'apparato radicale, garantendo una crescita più sana. Alcuni proprietari potrebbero desiderare un sistema di drenaggio incorporato per le loro piante grasse. Si tratta di strati di materiali porosi, come vetro riciclato o pietre idrotermali, collocati sotto il terreno. In genere, questi sistemi costituiscono un serbatoio per l'acqua in eccesso, quindi è importante non versare troppa acqua in questi sistemi integrati.
Continua a leggere more
Cosa devo fare se innaffio troppo o troppo poco il mio Opuntia basilaris?
Quando vedete che il Opuntia basilaris inizia a ingiallire, sappiate che ciò può essere causato da un'irrigazione insufficiente o eccessiva. Quando il terreno è troppo umido, potrebbe esserci la presenza di infezioni fungine. Bisogna lasciare che tutto si asciughi e non bisogna esagerare con le annaffiature. Inoltre, i sintomi di imbrunimento e caduta indicano che la pianta riceve troppa umidità e acqua. Se non c'è abbastanza acqua, l'indicazione è data dalle punte gialle che possono iniziare a formarsi su steli e rami. Quando siete ancora in procinto di acquistare il sito Opuntia basilaris, assicuratevi di chiedere prima di tutto se il terreno è correttamente drenante o sabbioso. Quando il terriccio non drena correttamente, è probabile che la pianta non riceva abbastanza acqua in futuro. Un'altra cosa è che il Opuntia basilaris tende a morire quando viene costantemente annaffiato troppo e se riceve troppa pioggia se piantato all'esterno. Usate acqua piovana o distillata quando possibile, perché le piante non gradiscono molti minerali nella loro bevanda. Si possono notare gli steli schiacciati, la crescita cadente e le parti scolorite che sono tutti segni di un'eccessiva umidità. È fondamentale dare alla specie il tempo di riprendersi e lasciare che il vaso si asciughi. Trasferitela in un altro contenitore per evitare il marciume delle radici e per evitare che goccioli. Se piantata all'esterno, potete anche trasferirla in un vaso, soprattutto in inverno, per aiutarla a riprendersi.
Continua a leggere more
Con quale frequenza devo annaffiare il mio Opuntia basilaris?
Nella maggior parte dei casi, è sufficiente innaffiare le piante grasse una volta ogni due o tre settimane in estate e in primavera. Durante l'inverno e l'autunno, riducete le annaffiature o evitatele, perché questa pianta tende a diventare dormiente. Lasciate che il terreno si asciughi completamente, ed è sempre una buona idea propendere per l'innaffiamento sotto la superficie piuttosto che per l'innaffiatura eccessiva. Quando sono in vaso, annaffiate profondamente a intervalli per favorire una crescita più sana del terreno. Quando sono piantate all'aperto, non annaffiatele mai in modo leggero per evitare che le radici crescano più superficialmente. Aspettate qualche settimana e date loro da bere solo quando il terreno intorno è troppo secco.
Continua a leggere more
Di quanta acqua ha bisogno il mio Opuntia basilaris?
Innaffiate questa succulenta in modo efficiente e assicuratevi di coprire l'intero vaso. Mettete un sottovaso sul fondo del vaso in modo che le radici ricevano abbastanza umidità. Quando vedete che il terreno inizia a saturarsi, togliete immediatamente il sottovaso. I fori del vaso e la quantità di terreno determineranno la frequenza e la quantità d'acqua da somministrare alla pianta. Un barattolo d'acqua è spesso più che sufficiente per Opuntia basilaris, soprattutto se sono piantate in vaso. Quando le piantate in giardino o all'aperto, dovete includere l'acqua piovana che ricevono. Circa un centimetro di acqua piovana è più che sufficiente per farle sopravvivere per qualche settimana, quindi evitate di annaffiare. Quando sono all'aperto, è necessario annaffiarle al mattino con circa un litro d'acqua dopo aver constatato che il terreno è asciutto, in modo che la luce del sole possa far evaporare l'umidità in eccesso.
Continua a leggere more
Perché è importante annaffiare il mio Opuntia basilaris?
L'innaffiatura di Opuntia basilaris aiuterà a trasportare le sostanze nutritive di cui ha bisogno dal terreno al resto della pianta. Senza sufficiente umidità, il Opuntia basilaris non rimarrà in salute o potrebbe addirittura diventare malnutrito. L'annaffiatura deve essere effettuata quando si notano alcuni segnali che indicano che la pianta ha sete. In caso di dubbio, non bisogna mai esagerare con le annaffiature, perché questo può essere un modo per ucciderle. Il modo migliore per annaffiare è il metodo dell'ammollo e dell'asciugatura. Quando vedete che il terreno diventa troppo secco, dovete immergerle nell'acqua fino a quando non vedete che il vaso gocciola d'acqua sotto di voi. Poi, per settimane, non annaffiate per dare al terreno la possibilità di riposare.
Continua a leggere more
Come posso assicurarmi di annaffiare adeguatamente il mio Opuntia basilaris?
Prima di dare da bere a questa pianta, è sempre una buona idea controllare il livello di umidità del terreno infilandovi un dito o usando un misuratore di umidità. Questo vi dirà se il terreno è già troppo secco o se c'è ancora umidità. È una tecnica utilizzata dai proprietari di piante in vaso più piccole per sapere se è il momento di annaffiare o meno. Valutate le esigenze del vostro Opuntia basilaris e sappiate che richiede un'annaffiatura ogni due settimane durante l'estate. Nella stagione calda si può arrivare a tre settimane prima di annaffiare, ma in autunno o in inverno non si dovrebbe irrigare affatto. Lasciate asciugare il terreno tra un'irrigazione e l'altra. Possono essere coltivate in serra e in altri luoghi caldi all'interno e prosperano bene. Quando la pianta riceve troppa luce, si può aumentare la frequenza delle irrigazioni, purché si veda che il terreno è asciutto. Possono essere coltivate anche all'aperto, dove sarà necessario annaffiarle meno. Dategli acqua una volta ogni tre settimane: dovrebbe essere più che sufficiente. Non affidatevi solo alle irrigazioni e agli irrigatori per raggiungere le loro basi. Utilizzate un tubo flessibile che colpisca il terreno e diffonda l'acqua. Assicuratevi che non colpisca gran parte del corpo della pianta, poiché ciò può causare malattie.
Continua a leggere more
Devo regolare la frequenza di irrigazione del mio Opuntia basilaris in base alle diverse stagioni o ai diversi climi?
Opuntia basilaris è molto tollerante alla siccità. Ciò significa che non è necessario annaffiarle molto spesso. La frequenza delle innaffiature deve dipendere anche dal clima in cui si vive. In un ambiente secco, è possibile adattare le condizioni di irrigazione alle esigenze delle piante. Quando sono nelle prime fasi di fioritura, si consiglia di aumentare le annaffiature per favorire la crescita delle piante. Quando ricevono abbastanza luce solare, annaffiate solo al mattino. In particolare, le piante possono essere annaffiate una volta ogni 10-14 giorni durante l'estate. È possibile aumentare questa frequenza durante le ondate di calore e assicurarsi di nebulizzare leggermente la base di tanto in tanto. Quando fa troppo freddo, si possono ridurre le innaffiature oppure una volta ogni 21-28 giorni, quando inizia a rinfrescare.
Continua a leggere more
Devo regolare la frequenza di irrigazione durante le diverse fasi di crescita del mio Opuntia basilaris?
Quando avete appena rinvasato la pianta, dovreste aspettare una settimana prima di annaffiare il vostro Opuntia basilaris. Quando è il momento di annaffiare, siate generosi finché non vedete l'acqua uscire dalle buche, ma non fate un diluvio. Quando sono già cresciute e hanno ricevuto una luce media, è consigliabile annaffiarle una volta ogni 2 o 3 settimane, poiché sono molto tolleranti alla siccità. In inverno, dovrete ridurre ulteriormente le annaffiature. L'ideale è annaffiare una volta ogni 3 o 4 settimane, purché il terreno non sia troppo secco. L'inverno è la loro stagione di riposo, quindi non consumano molta energia e non crescono in questo periodo. Se le piante sono coltivate all'aperto, l'acqua piovana può essere un'altra eccellente alternativa quando si vuole ridurre l'irrigazione. Se vivete in una zona dove non piove molto, annaffiate almeno una volta ogni tre settimane per evitare che il terreno si secchi troppo. In luoghi umidi, non è necessario annaffiare molto. Quando si tiene il Opuntia basilaris in casa, non è necessario mantenere l'umidità elevata, soprattutto se la pianta non riceve troppa luce solare. Quando c'è troppa umidità e poca luce, le succulente possono andare incontro a un disastro.
Continua a leggere more
A cosa devo prestare attenzione quando innaffio il mio Opuntia basilaris in stagioni, climi o periodi di crescita diversi?
Il Opuntia basilaris che cresce all'aperto può prosperare con le piogge, ma quando è piantato in un vaso, è necessario fare attenzione quando il Opuntia basilaris è ancora in fase di crescita. Un modo per evitare di annaffiare troppo è quello di controllare l'umidità nei primi centimetri del terreno. Ancora una volta, è necessario che sia asciutto per poterlo innaffiare di nuovo. Se non siete sicuri della quantità e della frequenza, soprattutto durante la fase di crescita, optate per l'irrigazione sommersa e aumentatela leggermente quando ne vedete la necessità. È sempre una buona idea scattare una foto del sito Opuntia basilaris e annotare l'aspetto della pianta dopo averla annaffiata. Per controllare l'umidità dell'aria e del terreno si possono utilizzare misuratori di umidità o igrometri. Questi strumenti sono disponibili in diversi negozi e possono essere preziosi quando si vogliono conoscere i valori di umidità e acqua.
Continua a leggere more
Devo annaffiare il mio Opuntia basilaris in modo diverso quando lo pianto all'interno rispetto all'esterno?
Sappiate che queste piante possono sopravvivere per settimane senza acqua. Questo perché hanno una capacità di immagazzinamento dell'acqua che può essere conservata per molto tempo, in modo da conservare l'acqua sufficiente per rimanere in vita anche se si trovano in natura. Quando sono cresciute, bisogna annaffiarle meno perché possono sopravvivere senza acqua rispetto a quando erano piccole. Prima di annaffiarle, bisogna dar loro il tempo di abituarsi al clima e alle condizioni di coltivazione. Se sono in casa, tenetele alla luce indiretta e annaffiatele meno frequentemente. Evitate di usare acqua fredda durante l'inverno e i mesi, e potreste esagerare con le annaffiature quando le piante si trovano in casa. Date un po' di tregua, soprattutto durante l'inverno e l'autunno. Quando sono all'aperto, evitate di annaffiare troppo. Le piante devono essere in grado di ricevere l'umidità, l'umidità e le precipitazioni sufficienti a mantenerle in vita. Innaffiate solo quando vedete che le foglie stanno diventando cadenti e giallastre. Non bisogna mai esagerare con le innaffiature, perché il Opuntia basilaris è molto tollerante alla siccità. Non amano i piedi bagnati e potrebbero appassire se si annaffia troppo.
Continua a leggere more
icon
Ottieni consigli e trucchi per le tue piante.
Mantieni le tue piante felici e in salute con la nostra guida all'annaffiatura, all'illuminazione, all'alimentazione e altro ancora.
close
plant_info

Fatti salienti su Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback

Attributi di Opuntia basilaris

Durata di Vita
Perenne
Tipo di pianta
Albero, Cespuglio
Periodo di semina
Primavera, Estate, Autunno
Periodo di fioritura
Primavera, Estate, Inverno inoltrato
Altezza della Pianta
30 cm
Diametro della Corona
1.8 m
Diametro del Fiore
5 cm to 8 cm
Colore del fiore
Rosso
Viola
Bianco
Tipo di foglia
Deciduo
Temperatura ideale
5 - 25 ℃
Pollinators
Coleotteri, Vespe, Mosche, Farfalle
Benefits to Pollinating Insects
Fonte di cibo per adulti, Cibo larvale

Simbolismo

Classificazione scientifica di Opuntia basilaris

icon
Trova le amiche verdi perfette per te.
Progetta la tua oasi verde in base ai tuoi criteri: tipo di piante, sicurezza degli animali domestici, livello di competenza, ubicazione e altro ancora.
pests

Parassiti e malattie comuni di Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback
Problemi comuni relativi a Opuntia basilaris, basati su 10 milioni di casi reali
icon
Cura e previeni le malattie delle piante.
Il medico delle piante con IA ti aiuta a diagnosticare i problemi delle piante in pochi secondi.
Cicatrici
Le cicatrici sono formazioni anormali sui Opuntia basilaris a causa di danni esterni o malattie che causano crescita ridotta e malformazione. La salute della pianta può deteriorarsi nel tempo se non trattata efficacemente.
Cicatrici
Cicatrici Cicatrici
Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Soluzioni: In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni: Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Marciume del fusto
Marciume del fusto Marciume del fusto
Marciume del fusto
L'infezione batterica può far sì che gli steli diventino morbidi e marci.
Soluzioni: Se la pianta viene infettata solo leggermente, a volte può essere salvata. Questo vale principalmente per le piante d'appartamento che vengono coltivate in vaso. Ecco cosa fare. Rimuovi la pianta dal vaso e scuoti delicatamente quanto più terreno possibile. Utilizzando strumenti di potatura che sono stati disinfettati, rimuovere eventuali foglie e radici malate. Assicurati che la nuova pentola abbia dei buoni fori di drenaggio e lavala con una parte di candeggina e nove parti di acqua per assicurarti che sia completamente pulita e igienizzata. Immergi le radici della pianta nel fungicida per eliminare le spore fungine rimaste prima di invasare nel terreno di coltura pulito. Innaffia la pianta solo quando il pollice superiore del terreno è asciutto e non lasciare mai che la pianta sieda nell'acqua. Per le piante che crescono nel terreno, è meglio rimuovere le piante infette e distruggerle. Non piantare nello stesso punto fino a quando il terreno non si è asciugato e non è stato trattato con un fungicida.
Carenza di luce
Carenza di luce Carenza di luce
Carenza di luce
La mancanza di luce solare fa sì che gli steli e le foglie si allunghino e appaiano di colore più chiaro.
Soluzioni: Carenza di luce può essere affrontato solo aumentando la disponibilità di luce e queste misure fermeranno solo un'ulteriore etoliazione; la distorsione di corrente non può essere invertita. Sposta la pianta in una posizione in cui riceve più luce. Controlla i requisiti per specie specifiche, poiché troppa luce solare può bruciare una pianta. Introdurre un'adeguata illuminazione artificiale. Alcune persone scelgono di potare gli steli più lunghi in modo che la pianta possa concentrarsi su una nuova crescita sana sotto l'illuminazione migliore.
close
plant poor
Cicatrici
Panoramica
Sintomo
Cause
Trattamento
Prevenzione
Periodo attivo
Qual è la malattia di Cicatrici su Opuntia basilaris?
Qual è la malattia di Cicatrici su Opuntia basilaris?
Le cicatrici sono formazioni anormali sui Opuntia basilaris a causa di danni esterni o malattie che causano crescita ridotta e malformazione. La salute della pianta può deteriorarsi nel tempo se non trattata efficacemente.
Analisi dei sintomi
Analisi dei sintomi
I principali sintomi delle cicatrici sui Opuntia basilaris includono decolorazione, macchie sul fusto e sui padiglioni, deformazione dei tessuti e crescita limitata. Questi possono essere tenui o pronunciati a seconda della gravità della condizione.
Quali sono le cause della malattia di Cicatrici su Opuntia basilaris ?
Quali sono le cause della malattia di Cicatrici su Opuntia basilaris ?
1
Lesioni fisiche
Le cicatrici sui Opuntia basilaris spesso derivano da punture, abrasioni, danni da gelo o morsi di insetti, che danneggiano i tessuti della pianta e causano segni brutti.
2
Malattie
Alcune infezioni fungine, batteriche o virali possono causare lesioni localizzate che portano alla formazione di cicatrici sui Opuntia basilaris.
Come trattare la malattia Cicatrici su Opuntia basilaris?
Come trattare la malattia Cicatrici su Opuntia basilaris?
1
Non pesticidi
Potatura: Rimuovere le parti danneggiate della pianta per prevenire la diffusione di infezioni fungine o batteriche che possono causare cicatrici.

Promuovere il recupero: Consentire alla pianta di riposare e recuperare in un ambiente stabile con luce e umidità adatte.
2
Pesticidi
Trattamento anti-fungino: Uno spray anti-fungino può essere utilizzato per controllare i funghi che causano lesioni e cicatrici.

Controllo degli insetti: Usare un insetticida per controllare i parassiti che causano lesioni fisiche alla pianta, riducendo così la formazione di cicatrici.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Cicatrici
plant poor
Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le cicatrici in una pianta si formano quando questa subisce un trauma e sviluppa tessuti al di sotto o intorno alla superficie ferita per proteggerla. Si crea, in poche parole, una crosta protettiva sulla ferita.
Diverse sono le cause che potrebbero provocarle:
  1. Persone o animali, passandovi vicino, possono urtare e danneggiare la pianta.
  2. Organismi patogeni come insetti, batteri o funghi, possono danneggiare la pianta. Gli insetti possono aggredire la pianta per cibarsi delle sue parti o pungerla per suggere la linfa o deporre le loro uova, mentre i batteri e i funghi possono aggredirla causando necrosi o formazione di vesciche.
  3. Le potature possono lasciare ferite sulla pianta, soprattutto se mal eseguite.
  4. L'eccessiva esposizione al sole e/o al calore può causare la bruciatura dei tessuti della pianta (specialmente sulle foglie ma anche su rami e fusto), soprattutto se il suolo è secco.
Soluzioni
Soluzioni
In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni:
  1. Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali.
  2. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita.
  3. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli.
  4. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Prevenzione
Prevenzione
Per una corretta prevenzione:
  1. Utilizza sempre piante adatte ai diversi tipi di clima, terreno o altre condizioni ambientali.
  2. Esamina le piante prima dell’impianto cercando di individuare la presenza di organismi patogeni e limitarne la diffusione.
  3. Esegui correttamente le potature e contatta, quando possibile, personale esperto.
  4. Controlla periodicamente la tua pianta per individuare sintomi di stress e prevenire la formazione di ferite e cicatrici.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Marciume del fusto
plant poor
Marciume del fusto
L'infezione batterica può far sì che gli steli diventino morbidi e marci.
Panoramica
Panoramica
Marciume del fusto è una malattia grave e può colpire molti diversi tipi di piante. può essere particolarmente diffuso quando la temperatura del terreno supera i 60°F e c'è molta umidità nel terreno. Ciò potrebbe essere dovuto a piogge insolitamente abbondanti o a troppa irrigazione. Una volta che la putrefazione dello stelo si è insediata, è molto difficile sbarazzarsi della malattia e la maggior parte delle piante colpite dovrà essere scartata. Questo è particolarmente vero per verdure, erbe aromatiche e altre piante erbacee che hanno steli morbidi. Questo è il motivo per cui è importante garantire che il terreno utilizzato per la coltivazione di queste piante sia ben drenato e che si evitino eccessi di irrigazione. L'uso di buone pratiche culturali aiuta anche a frenare questi tipi di malattie fungine.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le piante che sono state colpite dal marciume del fusto mostreranno prima un ingiallimento delle foglie inferiori. Questo è seguito da evidente avvizzimento e crescita stentata. Se si esamina da vicino lo stelo della pianta colpita, si noteranno delle macchie scure che iniziano vicino alla base e si spostano verso l'alto. Se le radici delle piante colpite vengono esaminate, appariranno scure e pastose invece che bianche e dall'aspetto sano. Alla fine, l'intera pianta appassirà e morirà.
Causa della malattia
Causa della malattia
Marciume del fusto è causato da una varietà di agenti patogeni fungini presenti nel suolo. Il tipo di fungo dipende dalla specie di pianta colpita. Due funghi responsabili della putrefazione dello stelo sono Rhizoctonia e Fusarium . Questi agenti patogeni fungini vivono nel suolo e migrano verso la pianta quando le condizioni sono ottimali. Ciò include clima caldo e umido ed eccessiva umidità del suolo. Comunemente, le piantine di ortaggi sono colpite da questi funghi. Sclerotinia sclerotiorum è un altro fungo che causa marciume del fusto nelle piante. Questo fungo ha una gamma di ospiti di oltre 350 diverse specie di piante. Le piante più sensibili a questo fungo includono molte varietà vegetali come cetrioli, fagioli, coriandolo, carote, cavoli, meloni, lattuga, piselli, cipolle, pomodori, zucche e zucca. Questo fungo può produrre sintomi diversi in specie diverse. In alcuni casi, il fungo provoca macchie irregolari su steli e altro materiale vegetale che sembrano imbevuti d'acqua. Su altre specie vegetali, il fungo appare come lesioni secche che crescono e cingono lo stelo della pianta. Il terzo tipo di fungo che causa marciume del fusto è Phytophthora capsici . Le piante che appartengono alla famiglia dei cetrioli sono più suscettibili a questa infezione fungina. Questo fungo si manifesta come lesioni imbevute d'acqua sugli steli che poi diventano marroni e cingono lo stelo. Tutti questi agenti patogeni fungini vengono trasmessi alla pianta dagli schizzi d'acqua dal terreno fino alla pianta. Questo perché le spore fungine vivono nel terreno dove aspettano le giuste condizioni per infettare le piante.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Carenza di luce
plant poor
Carenza di luce
La mancanza di luce solare fa sì che gli steli e le foglie si allunghino e appaiano di colore più chiaro.
Panoramica
Panoramica
Tutte le piante richiedono luce e se non la ricevono nelle quantità di cui hanno bisogno, ciò distorce la loro crescita in un processo noto come eziolazione. In sostanza, le piante eziolate stanno deviando tutta la loro energia per diventare più alte nel disperato tentativo di raggiungere una posizione in cui possano soddisfare le loro esigenze di luce. Molti altri fattori di crescita sono danneggiati da questo, e così le piante prive di luce possono diventare deboli e distorte fino a diventare quasi irriconoscibili. i sintomi del carenza di luce sono più comunemente osservati nelle piante d'appartamento, ma possono essere colpiti anche gli esemplari all'aperto.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Sebbene i sintomi varino nelle diverse piante, i sintomi generali del carenza di luce sono facili da individuare.
  1. Gli steli delle piante crescono alti e allampanati.
  2. Ci sono meno foglie e sia le foglie che gli steli tendono ad avere un aspetto pallido e insipido. Ciò è dovuto alla carenza di clorofilla.
  3. Tutte le parti della pianta si indeboliscono e possono cadere, poiché l'energia viene deviata verso una crescita troppo rapida mentre la pianta si allunga verso qualsiasi fonte di luce.
Causa della malattia
Causa della malattia
Le piante hanno bisogno della luce solare in quantità variabili per la fotosintesi, un processo che produce energia per la crescita e la produzione di frutta e fiori. Carenza di luce fa sì che una pianta devii tutta l'energia verso la crescita (apicale) verso l'alto per trovare una luce migliore. Gli ormoni vegetali chiamati auxine vengono trasportati dalla punta della pianta in crescita attiva verso il basso, per sopprimere la crescita laterale. Un calo del pH cellulare innesca le espansine, proteine della parete cellulare non enzimatiche, per allentare le pareti cellulari e consentire loro di allungarsi. Questo allungamento si traduce nell'anormale allungamento degli steli, in particolare degli internodi, o nella "leggerezza" delle piante che si osserva nelle piante etoliate.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
distribution

Distribuzione di Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback

Mappa di distribuzione di Opuntia basilaris

distribution map
Nativa
Coltivata
Invasiva
Potenzialmente infestante
Esotica
Specie non presente
habit
care_scenes

Ulteriori informazioni su Opuntia Basilaris Crescita e cura

feedback
Feedback
Guida alle cure di base
Parassiti e malattie comuni
Trapianto
5-6 feet
Il momento migliore per il trasferimento di opuntia basilaris è la soglia della primavera, garantendo una transizione delicata. Scegli luoghi bagnati dal sole con un'ottima drenaggio per accogliere opuntia basilaris, riflettendo il suo habitat arido nativo. Promemoria amichevole: un trattamento delicato è essenziale per evitare lo stress alle radici.
Tecniche di trapianto
Cicatrici
Le cicatrici sono formazioni anormali sui Opuntia basilaris a causa di danni esterni o malattie che causano crescita ridotta e malformazione. La salute della pianta può deteriorarsi nel tempo se non trattata efficacemente.
Continua a leggere
Fusto etiolato
La malattia del fusto etiolato, che colpisce Opuntia basilaris, deriva dalla luce insufficiente che porta a fusti allungati e deboli, foglie pallide o gialle e crescita complessivamente rallentata. La tempestiva individuazione e il cambiamento delle condizioni ambientali sono vitali per la sopravvivenza delle piante.
Continua a leggere
other_plant

Piante correlate a Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback
Camomilla precoce
Camomilla precoce
Erba annuale Steli fino a 40 cm. Foglie inferiori bi o tripinnatisectas; i superiori normalmente pinnatisects; lobi lineari, non mucronados. Peduncoli allargati in alto. Brattee obovate, glabre, intersecanti. Fiori flosculosas con base decorrente su entrambi i lati dell'ovaio nella forma di 2 gibas basali quasi opposti.
Carota
Carota
La carota è uno degli ortaggi più comuni e più utilizzati in cucina. La pianta è un’erbacea biennale la cui parte commestibile è la radice arancione. Ne esistono numerose varietà, che si distinguono per sapore e colore, ma in generale sono tutte ricche di vitamine e sali minerali. La si può consumare sia cruda che cotta.
Cavolo cappuccio
Cavolo cappuccio
Il cavolo cappuccio è una pianta biennale particolarmente diffusa e amata in Italia. La sua principale destinazione d'uso è alimentare, sebbene venga usata anche come pianta ornamentale e come foraggio. In Italia viene utilizzata come condimento da servire come contorno per carni, salumi e anche come condimento per riso e pasta.
Rotheca myricoides
Rotheca myricoides
Varietà di arbusto rampicante, il rotheca myricoides è originario dell'Africa. Il nome comune deriva dai suoi bellissimi fiori, che ricordano le farfalle in volo. Questo arbusto può essere coltivato come sempreverde nelle zone non gelate. Cresce bene anche in contenitori e aiuole.
Poinciana
Poinciana
La poinciana è un arbusto molto apprezzato come ornamentale e diffuso in diverse aree del mondo. E' necessario prestare attenzione ai suoi semi e ai suoi baccelli in quanto tossici: la loro ingestione può provocare sintomi gastrointestinali piuttosto severi.
Begonia obliqua
Begonia obliqua
Il nome è stato erroneamente applicato alla Begonia grandis di Thunberg, alla Begonia minor di L'Héritier e alla Begonia fischeri di Vellozo.
Gardenia jasminoides
Gardenia jasminoides
La gardenia jasminoides è un arbusto sempreverde elegante e di piccole dimensioni. In Europa è particolarmente apprezzato come pianta ornamentale da vaso ma, in Italia, specie nelle regioni meridionali, viene impiegato come aiuola, peraltro piuttosto ambita, per il suo intenso profumo. La sua coltivazione richiede qualche cura in più e non è adatta ai neofiti del giardinaggio.
Pothos
Pothos
Una pianta che non ha bisogno di molta acqua come il pothos è apprezzata molto come ornamentale. Un altro motivo che la rende amata sono le sue belle foglie a forma di cuore. Si adatta volentieri a ogni tipo di terreno e difficilmente si ammala o viene attaccata da parassiti.
Visualizza altre piante
close
product icon
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
La tua Guida Definitiva per le Piante
Identifica, coltiva e nutri nel modo migliore!
product icon
17.000 specie locali e 400.000 specie mondiali studiate
product icon
Quasi 5 anni di ricerche
product icon
Più di 80 studiosi di botanica e giardinaggio
ad
ad
Un botanico in tasca
Scan the QR code with your phone camera to download the app
Su
Guida alla cura
FAQ sulla cura
Maggiori informazioni
Parassiti e malattie
Distribuzione
Ulteriori istruzioni
Piante affini
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Opuntia basilaris
Zone di resistenza
Zone di resistenza
4
icon
Identifica istantaneamente le piante con un semplice clic
Scatta una foto per ottenere l'identificazione istantanea delle piante, ottenendo informazioni rapide sulla prevenzione delle malattie, il trattamento, la tossicità, la cura, gli utilizzi e il simbolismo, ecc.
Scarica l'App
question

Domande su Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback
Watering Watering Annaffiatura
Sunlight Sunlight Luce solare
Temperature Temperature Temperatura
Fertilizing Fertilizing Concimazione
Qual è il metodo migliore per annaffiare il mio Opuntia basilaris?
more
Cosa devo fare se innaffio troppo o troppo poco il mio Opuntia basilaris?
more
Con quale frequenza devo annaffiare il mio Opuntia basilaris?
more
Di quanta acqua ha bisogno il mio Opuntia basilaris?
more
Perché è importante annaffiare il mio Opuntia basilaris?
more
Come posso assicurarmi di annaffiare adeguatamente il mio Opuntia basilaris?
more
Devo regolare la frequenza di irrigazione del mio Opuntia basilaris in base alle diverse stagioni o ai diversi climi?
more
Devo regolare la frequenza di irrigazione durante le diverse fasi di crescita del mio Opuntia basilaris?
more
A cosa devo prestare attenzione quando innaffio il mio Opuntia basilaris in stagioni, climi o periodi di crescita diversi?
more
Devo annaffiare il mio Opuntia basilaris in modo diverso quando lo pianto all'interno rispetto all'esterno?
more
icon
Ottieni consigli e trucchi per le tue piante.
Mantieni le tue piante felici e in salute con la nostra guida all'annaffiatura, all'illuminazione, all'alimentazione e altro ancora.
Scarica l'App
close
plant_info

Fatti salienti su Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback

Attributi di Opuntia basilaris

Durata di Vita
Perenne
Tipo di pianta
Albero, Cespuglio
Periodo di semina
Primavera, Estate, Autunno
Periodo di fioritura
Primavera, Estate, Inverno inoltrato
Altezza della Pianta
30 cm
Diametro della Corona
1.8 m
Diametro del Fiore
5 cm to 8 cm
Colore del fiore
Rosso
Viola
Bianco
Tipo di foglia
Deciduo
Temperatura ideale
5 - 25 ℃
Pollinators
Coleotteri, Vespe, Mosche, Farfalle
Benefits to Pollinating Insects
Fonte di cibo per adulti, Cibo larvale
icon
Acquisisci conoscenze più preziose sulle piante
Esplora una ricca enciclopedia botanica per approfondimenti
Scarica l'App

Simbolismo

Classificazione scientifica di Opuntia basilaris

icon
Non saltare mai più un'attività di manutenzione!
La cura delle piante è più facile che mai con il nostro promemoria smart personalizzato.
Scarica l'App
pests

Parassiti e malattie comuni di Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback
Problemi comuni relativi a Opuntia basilaris, basati su 10 milioni di casi reali
icon
Autodiagnosi e prevenzione delle malattie delle piante
Il medico AI per le piante ti aiuta a diagnosticare i problemi delle piante in pochi secondi.
Scarica l'App
Cicatrici
Le cicatrici sono formazioni anormali sui Opuntia basilaris a causa di danni esterni o malattie che causano crescita ridotta e malformazione. La salute della pianta può deteriorarsi nel tempo se non trattata efficacemente.
Scopri di più su Cicatrici more
Cicatrici
Cicatrici Cicatrici Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Soluzioni: In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni: Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Scopri di più su Cicatrici more
Marciume del fusto
Marciume del fusto Marciume del fusto Marciume del fusto
L'infezione batterica può far sì che gli steli diventino morbidi e marci.
Soluzioni: Se la pianta viene infettata solo leggermente, a volte può essere salvata. Questo vale principalmente per le piante d'appartamento che vengono coltivate in vaso. Ecco cosa fare. Rimuovi la pianta dal vaso e scuoti delicatamente quanto più terreno possibile. Utilizzando strumenti di potatura che sono stati disinfettati, rimuovere eventuali foglie e radici malate. Assicurati che la nuova pentola abbia dei buoni fori di drenaggio e lavala con una parte di candeggina e nove parti di acqua per assicurarti che sia completamente pulita e igienizzata. Immergi le radici della pianta nel fungicida per eliminare le spore fungine rimaste prima di invasare nel terreno di coltura pulito. Innaffia la pianta solo quando il pollice superiore del terreno è asciutto e non lasciare mai che la pianta sieda nell'acqua. Per le piante che crescono nel terreno, è meglio rimuovere le piante infette e distruggerle. Non piantare nello stesso punto fino a quando il terreno non si è asciugato e non è stato trattato con un fungicida.
Scopri di più su Marciume del fusto more
Carenza di luce
Carenza di luce Carenza di luce Carenza di luce
La mancanza di luce solare fa sì che gli steli e le foglie si allunghino e appaiano di colore più chiaro.
Soluzioni: Carenza di luce può essere affrontato solo aumentando la disponibilità di luce e queste misure fermeranno solo un'ulteriore etoliazione; la distorsione di corrente non può essere invertita. Sposta la pianta in una posizione in cui riceve più luce. Controlla i requisiti per specie specifiche, poiché troppa luce solare può bruciare una pianta. Introdurre un'adeguata illuminazione artificiale. Alcune persone scelgono di potare gli steli più lunghi in modo che la pianta possa concentrarsi su una nuova crescita sana sotto l'illuminazione migliore.
Scopri di più su Carenza di luce more
close
plant poor
Cicatrici
Panoramica
Sintomo
Cause
Trattamento
Prevenzione
Periodo attivo
Qual è la malattia di Cicatrici su Opuntia basilaris?
Qual è la malattia di Cicatrici su Opuntia basilaris?
Le cicatrici sono formazioni anormali sui Opuntia basilaris a causa di danni esterni o malattie che causano crescita ridotta e malformazione. La salute della pianta può deteriorarsi nel tempo se non trattata efficacemente.
Analisi dei sintomi
Analisi dei sintomi
I principali sintomi delle cicatrici sui Opuntia basilaris includono decolorazione, macchie sul fusto e sui padiglioni, deformazione dei tessuti e crescita limitata. Questi possono essere tenui o pronunciati a seconda della gravità della condizione.
Quali sono le cause della malattia di Cicatrici su Opuntia basilaris ?
Quali sono le cause della malattia di Cicatrici su Opuntia basilaris ?
1
Lesioni fisiche
Le cicatrici sui Opuntia basilaris spesso derivano da punture, abrasioni, danni da gelo o morsi di insetti, che danneggiano i tessuti della pianta e causano segni brutti.
2
Malattie
Alcune infezioni fungine, batteriche o virali possono causare lesioni localizzate che portano alla formazione di cicatrici sui Opuntia basilaris.
Come trattare la malattia Cicatrici su Opuntia basilaris?
Come trattare la malattia Cicatrici su Opuntia basilaris?
1
Non pesticidi
Potatura: Rimuovere le parti danneggiate della pianta per prevenire la diffusione di infezioni fungine o batteriche che possono causare cicatrici.

Promuovere il recupero: Consentire alla pianta di riposare e recuperare in un ambiente stabile con luce e umidità adatte.
2
Pesticidi
Trattamento anti-fungino: Uno spray anti-fungino può essere utilizzato per controllare i funghi che causano lesioni e cicatrici.

Controllo degli insetti: Usare un insetticida per controllare i parassiti che causano lesioni fisiche alla pianta, riducendo così la formazione di cicatrici.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Cicatrici
plant poor
Cicatrici
Eventuali segni di colore chiaro che appaiono sugli steli, ma che non si ingrandiscono, né si moltiplicano, sono semplicemente cicatrici guarite.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le cicatrici in una pianta si formano quando questa subisce un trauma e sviluppa tessuti al di sotto o intorno alla superficie ferita per proteggerla. Si crea, in poche parole, una crosta protettiva sulla ferita.
Diverse sono le cause che potrebbero provocarle:
  1. Persone o animali, passandovi vicino, possono urtare e danneggiare la pianta.
  2. Organismi patogeni come insetti, batteri o funghi, possono danneggiare la pianta. Gli insetti possono aggredire la pianta per cibarsi delle sue parti o pungerla per suggere la linfa o deporre le loro uova, mentre i batteri e i funghi possono aggredirla causando necrosi o formazione di vesciche.
  3. Le potature possono lasciare ferite sulla pianta, soprattutto se mal eseguite.
  4. L'eccessiva esposizione al sole e/o al calore può causare la bruciatura dei tessuti della pianta (specialmente sulle foglie ma anche su rami e fusto), soprattutto se il suolo è secco.
Soluzioni
Soluzioni
In base alla causa della formazione di cicatrici, si possono avere diverse soluzioni:
  1. Proteggi con barriere fisiche la pianta per evitare la formazione di ferite causate dal passaggio di persone o animali.
  2. Elimina o limita la presenza di organismi patogeni che causano apertura di ferite con metodi opportuni in base al tipo di parassita.
  3. Esegui le potature cercando di arrecare il minor disturbo possibile alla pianta. Utilizza attrezzi consoni e disinfettali sempre. Non lasciare monconi e applica del mastice protettivo sui tagli.
  4. Sposta la pianta in un luogo meno soleggiato e forniscile l’acqua necessaria.
Prevenzione
Prevenzione
Per una corretta prevenzione:
  1. Utilizza sempre piante adatte ai diversi tipi di clima, terreno o altre condizioni ambientali.
  2. Esamina le piante prima dell’impianto cercando di individuare la presenza di organismi patogeni e limitarne la diffusione.
  3. Esegui correttamente le potature e contatta, quando possibile, personale esperto.
  4. Controlla periodicamente la tua pianta per individuare sintomi di stress e prevenire la formazione di ferite e cicatrici.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Marciume del fusto
plant poor
Marciume del fusto
L'infezione batterica può far sì che gli steli diventino morbidi e marci.
Panoramica
Panoramica
Marciume del fusto è una malattia grave e può colpire molti diversi tipi di piante. può essere particolarmente diffuso quando la temperatura del terreno supera i 60°F e c'è molta umidità nel terreno. Ciò potrebbe essere dovuto a piogge insolitamente abbondanti o a troppa irrigazione. Una volta che la putrefazione dello stelo si è insediata, è molto difficile sbarazzarsi della malattia e la maggior parte delle piante colpite dovrà essere scartata. Questo è particolarmente vero per verdure, erbe aromatiche e altre piante erbacee che hanno steli morbidi. Questo è il motivo per cui è importante garantire che il terreno utilizzato per la coltivazione di queste piante sia ben drenato e che si evitino eccessi di irrigazione. L'uso di buone pratiche culturali aiuta anche a frenare questi tipi di malattie fungine.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Le piante che sono state colpite dal marciume del fusto mostreranno prima un ingiallimento delle foglie inferiori. Questo è seguito da evidente avvizzimento e crescita stentata. Se si esamina da vicino lo stelo della pianta colpita, si noteranno delle macchie scure che iniziano vicino alla base e si spostano verso l'alto. Se le radici delle piante colpite vengono esaminate, appariranno scure e pastose invece che bianche e dall'aspetto sano. Alla fine, l'intera pianta appassirà e morirà.
Causa della malattia
Causa della malattia
Marciume del fusto è causato da una varietà di agenti patogeni fungini presenti nel suolo. Il tipo di fungo dipende dalla specie di pianta colpita. Due funghi responsabili della putrefazione dello stelo sono Rhizoctonia e Fusarium . Questi agenti patogeni fungini vivono nel suolo e migrano verso la pianta quando le condizioni sono ottimali. Ciò include clima caldo e umido ed eccessiva umidità del suolo. Comunemente, le piantine di ortaggi sono colpite da questi funghi. Sclerotinia sclerotiorum è un altro fungo che causa marciume del fusto nelle piante. Questo fungo ha una gamma di ospiti di oltre 350 diverse specie di piante. Le piante più sensibili a questo fungo includono molte varietà vegetali come cetrioli, fagioli, coriandolo, carote, cavoli, meloni, lattuga, piselli, cipolle, pomodori, zucche e zucca. Questo fungo può produrre sintomi diversi in specie diverse. In alcuni casi, il fungo provoca macchie irregolari su steli e altro materiale vegetale che sembrano imbevuti d'acqua. Su altre specie vegetali, il fungo appare come lesioni secche che crescono e cingono lo stelo della pianta. Il terzo tipo di fungo che causa marciume del fusto è Phytophthora capsici . Le piante che appartengono alla famiglia dei cetrioli sono più suscettibili a questa infezione fungina. Questo fungo si manifesta come lesioni imbevute d'acqua sugli steli che poi diventano marroni e cingono lo stelo. Tutti questi agenti patogeni fungini vengono trasmessi alla pianta dagli schizzi d'acqua dal terreno fino alla pianta. Questo perché le spore fungine vivono nel terreno dove aspettano le giuste condizioni per infettare le piante.
Soluzioni
Soluzioni
Se la pianta viene infettata solo leggermente, a volte può essere salvata. Questo vale principalmente per le piante d'appartamento che vengono coltivate in vaso. Ecco cosa fare.
  1. Rimuovi la pianta dal vaso e scuoti delicatamente quanto più terreno possibile.
  2. Utilizzando strumenti di potatura che sono stati disinfettati, rimuovere eventuali foglie e radici malate.
  3. Assicurati che la nuova pentola abbia dei buoni fori di drenaggio e lavala con una parte di candeggina e nove parti di acqua per assicurarti che sia completamente pulita e igienizzata.
  4. Immergi le radici della pianta nel fungicida per eliminare le spore fungine rimaste prima di invasare nel terreno di coltura pulito.
  5. Innaffia la pianta solo quando il pollice superiore del terreno è asciutto e non lasciare mai che la pianta sieda nell'acqua.
Per le piante che crescono nel terreno, è meglio rimuovere le piante infette e distruggerle. Non piantare nello stesso punto fino a quando il terreno non si è asciugato e non è stato trattato con un fungicida.
Prevenzione
Prevenzione
Per giardini esterni :
  1. Rastrellare accuratamente il giardino in primavera aiuterà a ridurre gli agenti patogeni che potrebbero vivere nel terreno.
  2. L'uso di un fungicida di rame sulle piante in primavera ridurrà la crescita dei funghi e preverrà la diffusione dell'infezione.
  3. Posizionare uno strato pesante di pacciame sopra il terreno impedirà anche agli agenti patogeni di schizzare sugli steli delle piante.
  4. Posiziona le piante alla distanza consigliata per incoraggiare un migliore flusso d'aria tra di loro.
  5. Innaffia le piante alla base invece che sopra la testa per prevenire l'umidità eccessiva sul fogliame.
Per piante da interno :
  1. Evita di annaffiare eccessivamente le piante d'appartamento e assicurati che le radici non si trovino nell'acqua.
  2. Assicurati che le piante d'appartamento ricevano un'adeguata circolazione d'aria e luce.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Carenza di luce
plant poor
Carenza di luce
La mancanza di luce solare fa sì che gli steli e le foglie si allunghino e appaiano di colore più chiaro.
Panoramica
Panoramica
Tutte le piante richiedono luce e se non la ricevono nelle quantità di cui hanno bisogno, ciò distorce la loro crescita in un processo noto come eziolazione. In sostanza, le piante eziolate stanno deviando tutta la loro energia per diventare più alte nel disperato tentativo di raggiungere una posizione in cui possano soddisfare le loro esigenze di luce. Molti altri fattori di crescita sono danneggiati da questo, e così le piante prive di luce possono diventare deboli e distorte fino a diventare quasi irriconoscibili. i sintomi del carenza di luce sono più comunemente osservati nelle piante d'appartamento, ma possono essere colpiti anche gli esemplari all'aperto.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Sebbene i sintomi varino nelle diverse piante, i sintomi generali del carenza di luce sono facili da individuare.
  1. Gli steli delle piante crescono alti e allampanati.
  2. Ci sono meno foglie e sia le foglie che gli steli tendono ad avere un aspetto pallido e insipido. Ciò è dovuto alla carenza di clorofilla.
  3. Tutte le parti della pianta si indeboliscono e possono cadere, poiché l'energia viene deviata verso una crescita troppo rapida mentre la pianta si allunga verso qualsiasi fonte di luce.
Causa della malattia
Causa della malattia
Le piante hanno bisogno della luce solare in quantità variabili per la fotosintesi, un processo che produce energia per la crescita e la produzione di frutta e fiori. Carenza di luce fa sì che una pianta devii tutta l'energia verso la crescita (apicale) verso l'alto per trovare una luce migliore. Gli ormoni vegetali chiamati auxine vengono trasportati dalla punta della pianta in crescita attiva verso il basso, per sopprimere la crescita laterale. Un calo del pH cellulare innesca le espansine, proteine della parete cellulare non enzimatiche, per allentare le pareti cellulari e consentire loro di allungarsi. Questo allungamento si traduce nell'anormale allungamento degli steli, in particolare degli internodi, o nella "leggerezza" delle piante che si osserva nelle piante etoliate.
Soluzioni
Soluzioni
Carenza di luce può essere affrontato solo aumentando la disponibilità di luce e queste misure fermeranno solo un'ulteriore etoliazione; la distorsione di corrente non può essere invertita.
  • Sposta la pianta in una posizione in cui riceve più luce. Controlla i requisiti per specie specifiche, poiché troppa luce solare può bruciare una pianta.
  • Introdurre un'adeguata illuminazione artificiale.
  • Alcune persone scelgono di potare gli steli più lunghi in modo che la pianta possa concentrarsi su una nuova crescita sana sotto l'illuminazione migliore.
Prevenzione
Prevenzione
Per evitare l'eziolazione, fornire una quantità adeguata di luce fin dall'inizio.
  1. Scegli una posizione che corrisponda alle esigenze di illuminazione ideali di ogni pianta . Molte piante da interno funzionano meglio dentro o vicino a una finestra esposta a sud, che fornirà le ore di luce solare più lunghe. Le piante da fiore e quelle con foglie colorate in genere necessitano di più luce rispetto alle piante puramente verdi, poiché la fotosintesi si verifica nelle porzioni verdi delle foglie.
  2. Seleziona piante con esigenze di luce che corrispondono alle condizioni di un luogo . Alcune cultivar e varietà richiedono meno luce di altre.
  3. Usa una lampada da coltivazione . Le posizioni più buie possono richiedere un'illuminazione artificiale. Una luce crescente può anche diventare più necessaria durante l'inverno, quando le ore di luce solare sono più brevi.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
distribution

Distribuzione di Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback

Mappa di distribuzione di Opuntia basilaris

distribution map
Nativa
Coltivata
Invasiva
Potenzialmente infestante
Esotica
Specie non presente
plant_info

Piante correlate a Opuntia basilaris

feedback
Feedback
feedback
product icon close
La tua Guida Definitiva per le Piante
Identifica, coltiva e nutri nel modo migliore!
product icon
17.000 specie locali e 400.000 specie mondiali studiate
product icon
Quasi 5 anni di ricerche
product icon
Più di 80 studiosi di botanica e giardinaggio
ad
product icon close
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
Strumento per la Gestione dei Cookie
Oltre a gestire i cookie tramite il tuo browser o dispositivo, puoi modificare le impostazioni dei cookie qui sotto.
Cookie necessari
I cookie necessari abilitano le funzionalità principali. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie e può essere disabilitato solo modificando le preferenze del browser.
Cookie analitici
I cookie analitici ci aiutano a migliorare la nostra applicazione e il nostro sito web raccogliendo e segnalando informazioni sul suo utilizzo.
Nome del Cookie Fonte Scopo Durata di vita
_ga Google Analytics Questi cookie sono impostati in virtù del nostro utilizzo di Google Analytics. Essi sono usati per raccogliere informazioni sull'utilizzo della nostra applicazione e del nostro sito web. I cookie raccolgono informazioni specifiche, come il tuo indirizzo IP, dati relativi al tuo dispositivo e altre informazioni sull'utilizzo dell'applicazione o del sito web. Si prega di notare che il trattamento dei dati viene svolto essenzialmente da Google LLC e Google può utilizzare i dati raccolti dai cookie per propri scopi (ad es. profilazione) e lo combinerà con altri dati come il tuo Account Google. Per ulteriori informazioni su come Google elabora i tuoi dati e sull'approccio di Google alla privacy, nonché sulla tutela dei tuoi dati, dai un'occhiata a questo link. 1 Anno
_pta PictureThis Analytics Utilizziamo questi cookie per raccogliere informazioni su come utilizzi il nostro sito, monitorare le prestazioni del sito e migliorare le prestazioni del nostro sito, i nostri servizi e la tua esperienza. 1 Anno
Nome del Cookie
_ga
Fonte
Google Analytics
Scopo
Questi cookie sono impostati in virtù del nostro utilizzo di Google Analytics. Essi sono usati per raccogliere informazioni sull'utilizzo della nostra applicazione e del nostro sito web. I cookie raccolgono informazioni specifiche, come il tuo indirizzo IP, dati relativi al tuo dispositivo e altre informazioni sull'utilizzo dell'applicazione o del sito web. Si prega di notare che il trattamento dei dati viene svolto essenzialmente da Google LLC e Google può utilizzare i dati raccolti dai cookie per propri scopi (ad es. profilazione) e lo combinerà con altri dati come il tuo Account Google. Per ulteriori informazioni su come Google elabora i tuoi dati e sull'approccio di Google alla privacy, nonché sulla tutela dei tuoi dati, dai un'occhiata a questo link.
Durata di vita
1 Anno

Nome del Cookie
_pta
Fonte
PictureThis Analytics
Scopo
Utilizziamo questi cookie per raccogliere informazioni su come utilizzi il nostro sito, monitorare le prestazioni del sito e migliorare le prestazioni del nostro sito, i nostri servizi e la tua esperienza.
Durata di vita
1 Anno
Cookie di Marketing
I cookie di marketing vengono utilizzati dalle società pubblicitarie per pubblicare annunci pertinenti ai tuoi interessi.
Nome del Cookie Fonte Scopo Durata di vita
_fbp Pixel di Facebook Un monitoraggio dei pixel di conversione che utilizziamo per le campagne di retargeting. Scopri di più qui. 1 Anno
_adj Adjust Questo cookie fornisce servizi mobili di analisi e attribuzione che ci consentono di misurare e analizzare l'efficacia delle campagne di marketing, determinati eventi e azioni all'interno dell'Applicazione. Scopri di più qui. 1 Anno
Nome del Cookie
_fbp
Fonte
Pixel di Facebook
Scopo
Un monitoraggio dei pixel di conversione che utilizziamo per le campagne di retargeting. Scopri di più qui.
Durata di vita
1 Anno

Nome del Cookie
_adj
Fonte
Adjust
Scopo
Questo cookie fornisce servizi mobili di analisi e attribuzione che ci consentono di misurare e analizzare l'efficacia delle campagne di marketing, determinati eventi e azioni all'interno dell'Applicazione. Scopri di più qui.
Durata di vita
1 Anno
Questa pagina è più bella nell'app
Aperto