camera identify
Prova Gratis
tab list
PictureThis
Italiano
arrow
English
繁體中文
日本語
Español
Français
Deutsch
Pусский
Português
Italiano
한국어
Nederlands
العربية
Svenska
Polskie
ภาษาไทย
Bahasa Melayu
Bahasa Indonesia
PictureThis
Search
Cerca Piante
Prova Gratis
Global
Italiano
English
繁體中文
日本語
Español
Français
Deutsch
Pусский
Português
Italiano
한국어
Nederlands
العربية
Svenska
Polskie
ภาษาไทย
Bahasa Melayu
Bahasa Indonesia
Questa pagina è più bella nell'app
about about
Su
care_guide care_guide
Guida alla cura
topic topic
FAQ sulla cura
plant_info plant_info
Maggiori informazioni
pests pests
Parassiti e malattie
distribution_map distribution_map
Distribuzione
care_scenes care_scenes
Ulteriori istruzioni
more_plants more_plants
Piante affini
pic top
Hedera nepalensis
Hedera nepalensis
Hedera nepalensis
Hedera nepalensis
Periodo di semina
Periodo di semina
Tutto l'anno
care guide

Guida alla cura per Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback
Cura dell'innaffiatura
Cura dell'innaffiatura
Dettagli sull'innaffiatura Cura dell'innaffiatura
Cura della concimazione
Cura della concimazione
Dettagli sulla concimazione Cura della concimazione
Potatura
Potatura
Taglia via foglie e steli appassiti
Dettagli sulla potatura Potatura
Cura del suolo
Cura del suolo
Sabbia, Terriccio, Argilla, Leggermente acido
Dettagli sulla cura del terreno Cura del suolo
Rinvaso
Rinvaso
Ha bisogno di un ottimo drenaggio in vaso
Dettagli sul rinvaso Rinvaso
care guide bg
Scopri quanta luce ricevono realmente le tue piante.
Trova i punti migliori per ottimizzare la loro salute, semplicemente usando il tuo telefono.
Scarica l'App
Picture This
Un botanico tascabile
qrcode
Scansiona il codice QR per effettuare il download
label
cover
Hedera nepalensis
Luce Solare
Luce Solare
Pieno sole
Zone di resistenza
Zone di resistenza
5 a 12
Periodo di semina
Periodo di semina
Tutto l'anno
question

Domande su Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback
Watering Watering Annaffiatura
Pruning Pruning Potatura
Sunlight Sunlight Luce solare
Temperature Temperature Temperatura
Fertilizing Fertilizing Concimazione
Qual è il modo migliore per annaffiare il mio Hedera nepalensis?
Quando si annaffia il Hedera nepalensis, si deve usare acqua filtrata a temperatura ambiente. L'acqua filtrata è migliore per questa pianta, poiché l'acqua del rubinetto può contenere particelle dannose per la sua salute. Il motivo per cui l'acqua dovrebbe essere a temperatura ambiente o leggermente più calda è che Hedera nepalensis proviene da un ambiente caldo e l'acqua fredda può essere un po' uno shock per il suo sistema. Inoltre, è bene evitare di annaffiare questa pianta dall'alto, perché potrebbe causare complicazioni al fogliame. Invece, è sufficiente applicare al terreno acqua filtrata a temperatura ambiente fino a quando il terreno non è completamente inzuppato. L'inzuppamento del terreno può essere molto utile per questa pianta, in quanto inumidisce le radici e le aiuta a continuare a diffondersi nel terreno e a raccogliere le sostanze nutritive di cui hanno bisogno.
Continua a leggere more
Cosa devo fare se innaffio troppo o troppo poco il mio Hedera nepalensis?
Sia le annaffiature eccessive che quelle sommerse sono dannose per la salute del vostro Hedera nepalensis, ma le annaffiature eccessive sono un problema molto più comune. Quando questa specie riceve troppa acqua, gli steli e le foglie possono iniziare ad appassire e a diventare da verdi a gialli. L'eccesso di acqua per un periodo prolungato può anche portare a malattie come marciume radicale, muffe e funghi, che possono uccidere la pianta. Le inondazioni sono molto meno frequenti per il Hedera nepalensis, in quanto questa pianta ha una discreta tolleranza alla siccità. Tuttavia, l'annegamento rimane una possibilità e quando si verifica, ci si può aspettare che le foglie del Hedera nepalensis siano diventate fragili e marroni. È fondamentale notare i segni di un'eccessiva irrigazione il prima possibile quando ci si prende cura della Hedera nepalensis. Alcune delle malattie che derivano da un'eccessiva irrigazione, come il marciume radicale, potrebbero non essere correggibili se si aspetta troppo a lungo. Se si notano i primi segni di irrigazione eccessiva, è necessario ridurre immediatamente il programma di irrigazione. È inoltre opportuno valutare la qualità del terreno in cui cresce il vostro Hedera nepalensis. Se il terriccio è poco drenante, è bene sostituirlo immediatamente con un terriccio sciolto e ben drenante. D'altro canto, se si riscontrano segni che indicano che il vostro Hedera nepalensis riceve troppa poca acqua, è sufficiente annaffiare più regolarmente fino a quando questi segni non si saranno attenuati.
Continua a leggere more
Con quale frequenza devo annaffiare il mio Hedera nepalensis?
Se la pianta è in vaso. Il modo più preciso per decidere se il vostro Hedera nepalensis ha bisogno di acqua è quello di immergere un dito nel terreno. Se notate che i primi due o tre centimetri di terreno sono diventati secchi, è il momento di aggiungere un po' d'acqua. Se coltivate il vostro Hedera nepalensis all'aperto nel terreno, potete usare un metodo simile per testare il terreno. Anche in questo caso, quando si scopre che i primi centimetri di terreno si sono asciugati, è il momento di aggiungere acqua. Durante la primavera e l'inizio dell'autunno, questo metodo vi porterà ad annaffiare la pianta circa una volta alla settimana. Quando il clima è estremamente caldo, potrebbe essere necessario aumentare la frequenza delle annaffiature a circa due o più volte a settimana. Detto questo, il Hedera nepalensis maturo e ben consolidato può mostrare un'ammirevole capacità di resistere alla siccità.
Continua a leggere more
Di quanta acqua ha bisogno il mio Hedera nepalensis?
Quando arriva il momento di annaffiare il vostro Hedera nepalensis, non dovete essere timidi nel dosare l'acqua. Con i primi due o tre centimetri di terreno asciutto, questa pianta apprezzerà un'annaffiatura lunga e accurata. Fornite acqua a sufficienza per inzuppare completamente il terreno. La quantità d'acqua aggiunta deve essere sufficiente a far defluire l'acqua in eccesso attraverso i fori di drenaggio sul fondo del vaso. Se non vedete scorrere l'acqua in eccesso dal vaso, probabilmente la pianta è stata annaffiata poco. Ma non lasciate che l'acqua si accumuli all'interno del terreno, che sarebbe molto pericoloso anche per la pianta. In alternativa, la mancanza di acqua che drena attraverso il vaso potrebbe indicare un terreno poco drenante, che è dannoso per la salute di questa pianta e deve essere evitato. Se la pianta si trova all'esterno, sarà sufficiente un centimetro di pioggia a settimana.
Continua a leggere more
Come devo annaffiare il mio Hedera nepalensis nelle diverse fasi di crescita?
Il fabbisogno idrico di Hedera nepalensis può cambiare anche in base alle fasi di crescita. Ad esempio, quando il vostro Hedera nepalensis è nei primi anni di vita o se lo avete appena trapiantato in un nuovo luogo di crescita, dovrete dare più acqua del solito. In entrambe le fasi, il vostro Hedera nepalensis impiegherà molte energie per far germogliare nuove radici che sosterranno la crescita futura. Affinché queste radici diano il meglio di sé, hanno bisogno di un po' più di umidità rispetto a una fase più matura. Dopo qualche stagione, il vostro Hedera nepalensis avrà bisogno di molta meno acqua. Un'altra fase di crescita in cui questa pianta può avere bisogno di più acqua è durante il periodo della fioritura. Lo sviluppo dei fiori può utilizzare una quantità significativa di umidità, motivo per cui potrebbe essere necessario dare al vostro Hedera nepalensis più acqua in questo periodo.
Continua a leggere more
Come devo annaffiare il mio Hedera nepalensis durante le stagioni?
Il Hedera nepalensis ha un fabbisogno idrico elevato durante i mesi più caldi dell'anno. In piena estate, potrebbe essere necessario annaffiare questa pianta più di una volta alla settimana, a seconda della velocità con cui il terreno si asciuga. Il contrario è vero durante l'inverno. In inverno, la pianta entra in una fase di dormienza in cui ha bisogno di molta meno acqua del solito. In effetti, potrebbe non essere necessario annaffiare la pianta durante i mesi invernali. Tuttavia, se annaffiate durante l'inverno, non dovreste farlo più di una volta al mese. Innaffiando troppo in questo periodo, è più probabile che il vostro Hedera nepalensis contragga una malattia.
Continua a leggere more
Che differenza c'è tra l'annaffiare il mio Hedera nepalensis all'interno e all'esterno?
Per i giardinieri che non vivono nelle regioni temperate e tropicali è più comune coltivare il Hedera nepalensis in casa. Questi giardinieri dovrebbero considerare il fatto che il terreno in un contenitore può asciugarsi un po' più velocemente rispetto al terreno. Inoltre, la presenza di elementi che seccano, come i condizionatori d'aria, può far sì che il vostro Hedera nepalensis abbia bisogno di acqua con maggiore frequenza rispetto a chi l'ha piantato all'esterno. In questo caso, è probabile che non sia necessario innaffiare molto il vostro Hedera nepalensis. Se le piogge sono regolari, possono essere sufficienti a mantenere in vita la pianta. In alternativa, chi coltiva questa pianta all'interno dovrà annaffiarla più spesso, poiché non è possibile lasciare che l'acqua piovana bagni il terreno.
Continua a leggere more
icon
Ottieni consigli e trucchi per le tue piante.
Mantieni le tue piante felici e in salute con la nostra guida all'annaffiatura, all'illuminazione, all'alimentazione e altro ancora.
close
plant_info

Fatti salienti su Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback

Attributi di Hedera nepalensis

Durata di Vita
Perenne
Tipo di pianta
Erba medicinale, Rampicante
Periodo di semina
Tutto l'anno
Periodo di fioritura
Estate, Autunno
Altezza della Pianta
30 m
Colore della foglia
Verde
Colore del fiore
Giallo
Verde
Tipo di foglia
Sempreverde
Temperatura ideale
5 - 38 ℃

Classificazione scientifica di Hedera nepalensis

icon
Trova le amiche verdi perfette per te.
Progetta la tua oasi verde in base ai tuoi criteri: tipo di piante, sicurezza degli animali domestici, livello di competenza, ubicazione e altro ancora.
pests

Parassiti e malattie comuni di Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback
Problemi comuni relativi a Hedera nepalensis, basati su 10 milioni di casi reali
icon
Cura e previeni le malattie delle piante.
Il medico delle piante con IA ti aiuta a diagnosticare i problemi delle piante in pochi secondi.
Appassimento delle foglie
Il disseccamento delle foglie è una malattia che colpisce Hedera nepalensis, causando la perdita di struttura e il fanicello delle foglie della pianta. Spesso dovuto a disidratazione, infezioni fungine o batteriche, il disseccamento può portare alla morte della pianta se non trattato.
Macchia bruna
Macchia bruna Macchia bruna
Macchia bruna
Questa infezione può causare la comparsa di macchie o macchie marroni sulla pianta.
Soluzioni: Nei casi minori di macchia bruna , non c'è bisogno di curare la malattia. Tuttavia, se gran parte del fogliame è interessata e si verifica la defogliazione, la pianta trarrà vantaggio dall'eliminazione dell'infezione. Si consiglia di iniziare applicando opzioni di trattamento organico, lavorando fino ai più potenti fungicidi sintetici e chimici, se necessario. Le opzioni organiche non uccideranno il fungo, ma ne impediranno la diffusione. Sciogliere ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio e un cucchiaino di sapone liquido in un litro d'acqua. Usando un flacone spray, spruzzare sulla parte superiore e inferiore delle foglie fino a quando il composto non gocciola. Ripeti ogni due settimane fino a quando le macchie esistenti smettono di allargarsi e le nuove macchie non compaiono più. Spruzzare un sapone fungicida a base di rame sulle foglie, rivestendo la superficie superiore e inferiore delle foglie. Riapplicare come indicato sull'etichetta del prodotto. Il rame penetra nella superficie fogliare e previene la germinazione delle spore in modo che il fungo non possa diffondersi. Applicare un fungicida multiuso sull'intera pianta, seguendo attentamente le istruzioni sull'etichetta.
Ingiallimento e appassimento fogliare
Ingiallimento e appassimento fogliare Ingiallimento e appassimento fogliare
Ingiallimento e appassimento fogliare
L'invecchiamento naturale può far ingiallire e seccare le foglie.
Soluzioni: Se l'ingiallimento e l'essiccazione di foglie e fiori è una progressione naturale dovuta all'età, non si può fare nulla per rallentare o fermare il processo. Una volta che gli ormoni all'interno della pianta iniziano il processo di senescenza, è irreversibile.
Oidio
Oidio Oidio
Oidio
L'oidio genera una muffa bianca sulla superficie della pianta che può essere rimossa.
Soluzioni: Poiché le spore oidio vengono trasportate dal vento, può essere difficile fermare completamente la diffusione del fungo. Fortunatamente, ci sono diversi trattamenti facili per le piante che mostrano sintomi: Se oidio sembra avere un impatto su foglie o steli isolati, possono essere semplicemente tagliati via e smaltiti. Disinfetta gli strumenti di potatura dopo averlo fatto. Rimuovi eventuali detriti vegetali dal terreno attorno alle piante infette e gettali nella spazzatura. Quindi, coprire il terreno con uno spesso strato di pacciame per limitare la reinfezione. Gli spray al latte si sono rivelati utili per controllare oidio . Preparare uno spray composto dal 60% di acqua e dal 40% di latte e spruzzare sulle piante colpite. Questo può essere utilizzato anche come misura preventiva. Nei casi in cui oidio è più diffuso, le piante possono essere spruzzate con un fungicida delicato a base di zolfo o rame o una soluzione non tossica a base di bicarbonato di sodio e sapone. Gli spray possono aiutare le aree che sono state infettate di recente, sebbene siano meno efficaci contro infezioni consolidate. Se possibile, prova a trapiantare le piante in un luogo più soleggiato. Sebbene oidio vada bene in condizioni calde e secche, non è in grado di riprodursi senza un po' di umidità. Mettere le piante in una luce solare più diretta può aiutare a fermare la diffusione del fungo. La potatura intorno a piante ravvicinate può aiutare a migliorare il flusso d'aria, che impedisce anche la riproduzione del fungo.
Insetti succhiatori
Insetti succhiatori Insetti succhiatori
Insetti succhiatori
Gli insetti succhiatori di linfa possono creare densi grappoli di piccole macchie gialle o bianche sulle foglie.
Soluzioni: Diverse soluzioni possono essere adoperate in caso di un’infestazione da insetti succhiatori: Raccogli e rimuovi manualmente insetti e uova: fai attenzione anche alle pagine fogliari inferiori dove la maggior parte di insetti si annida e depone le uova. Questo processo, tuttavia, richiede grande impegno e il grado di riuscita è abbastanza basso; Utilizza un insetticida: spruzzalo sulla pianta oppure fai in modo che lo assorba. Nel primo caso agirà per contatto sugli insetti, nel secondo per ingestione tramite la linfa. Un metodo casalingo consiste nell’utilizzo di sapone di Marsiglia nella quantità di 30 g per litro d'acqua, ripetendo i lavaggi ogni settimana fino alla scomparsa dei parassiti; Introduci gli antagonisti naturali: coccinellidi, crisopidi e sirfidi (predatori degli insetti succhiatori) o braconidi e afelinidi (parassiti degli stessi insetti) possono essere introdotti oppure attirati naturalmente nel proprio giardino.
close
plant poor
Appassimento delle foglie
Panoramica
Sintomo
Cause
Trattamento
Prevenzione
Periodo attivo
Qual è la malattia di Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis?
Qual è la malattia di Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis?
Il disseccamento delle foglie è una malattia che colpisce Hedera nepalensis, causando la perdita di struttura e il fanicello delle foglie della pianta. Spesso dovuto a disidratazione, infezioni fungine o batteriche, il disseccamento può portare alla morte della pianta se non trattato.
Analisi dei sintomi
Analisi dei sintomi
In Hedera nepalensis, il disseccamento delle foglie emerge prima come una leggera curvatura delle foglie, segnalando livelli di umidità inadeguati. Questo si intensifica in foglie cadenti e scolorite. Con il progredire della malattia, le foglie diventano gialle, marroni o nere e possono cadere.
Quali sono le cause della malattia di Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis ?
Quali sono le cause della malattia di Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis ?
1
Disidratazione
La carenza d'acqua rende difficile per la pianta mantenere foglie robuste e verticali, portando al disseccamento.
2
Infezione fungina
Organismi come Fusarium e Verticillium possono ostruire i vasi conduttori d'acqua della pianta, causando il disseccamento.
3
Infezione batterica
Determinati batteri possono invadere i tessuti della pianta, inibendo il trasporto di acqua e nutrienti, portando al disseccamento.
Come trattare la malattia Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis?
Come trattare la malattia Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis?
1
Non pesticida
Regolazione dell'acqua: Assicurati che la pianta riceva acqua sufficiente, ma attenzione a non annaffiare troppo, poiché ciò può favorire la crescita dei funghi.

Rimuovere le parti infette: Per prevenire la diffusione, rimuovi le foglie interessate e smaltiscile correttamente.
2
Pesticida
Uso di fungicidi: L'applicazione di un fungicida adatto può aiutare a gestire la malattia, in particolare per il disseccamento indotto da funghi.

Uso di battericidi: Un battericida adatto può controllare il disseccamento batterico, ma dovrebbe essere usato con parsimonia a causa della possibile tossicità per la pianta.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Macchia bruna
plant poor
Macchia bruna
Questa infezione può causare la comparsa di macchie o macchie marroni sulla pianta.
Panoramica
Panoramica
Le macchie scolorite sul fogliame delle piante sono uno dei problemi di malattia più comuni che le persone osservano. Questi punti sono causati da malattie fungine e batteriche, con la maggior parte delle infezioni legate a un patogeno fungino. Macchia bruna può verificarsi su tutte le piante d'appartamento, piante ornamentali da fiore, piante da ortaggi e foglie di alberi, cespugli e arbusti. Nessuna pianta resiste ad esso e il problema è peggiore negli ambienti caldi e umidi. Può verificarsi in qualsiasi momento della fase di vita purché siano presenti le foglie. Piccole macchie brunastre compaiono sul fogliame e si ingrandiscono con il progredire della malattia. Nei casi più gravi, la pianta o l'albero si indeboliscono quando le lesioni interrompono la fotosintesi o causano la defogliazione.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Nella maggior parte dei casi, macchia bruna interessa solo una piccola percentuale dell'intera pianta, comparendo su una piccola parte delle foglie. Una piccola infezione mette solo un leggero stress sulla pianta. Tuttavia, se non trattata e la malattia progredisce in numerose stagioni, avrà un grave impatto sulla salute e sulla produttività del campione infetto.
  • Inizia la sporulazione (riproduzione delle spore fungine) e sulle foglie compaiono minuscole macchie.
  • Il posizionamento è spesso casuale e disperso poiché le malattie si diffondono attraverso le gocce di pioggia.
  • Può comparire sulle foglie più basse e all'interno della pianta dove l'umidità è più alta.
  • Le macchie marroni si allargano e diventano abbastanza grandi da toccare i punti vicini per formare una macchia più prominente.
  • I margini delle foglie possono ingiallire.
  • Piccoli punti neri (corpi fruttiferi dei funghi) compaiono nei punti morti.
  • Le macchie crescono di dimensioni fino a quando l'intera foglia non è marrone.
  • La foglia cade dalla pianta.
Sintomi gravi
  • Defogliazione prematura parziale o completa
  • Crescita ridotta
  • Aumento della suscettibilità ai parassiti e ad altre malattie
Causa della malattia
Causa della malattia
Macchia bruna , o macchia fogliare, è un termine descrittivo comune dato a diverse malattie che colpiscono le foglie di piante e alberi. Circa l'85% delle malattie che mostrano macchie fogliari sono dovute a funghi o organismi simili a funghi. A volte macchia bruna è causato da un'infezione batterica o dall'attività degli insetti con sintomi simili. Quando le condizioni sono calde e le superfici fogliari sono bagnate, le spore fungine trasportate dal vento o dalla pioggia si depositano sulla superficie e si attaccano ad essa. Non rompono le pareti cellulari ma crescono nello spazio tra la membrana plasmatica vegetale e la parete cellulare vegetale. Quando le spore si riproducono, rilasciano tossine ed enzimi che causano macchie necrotiche (cioè tessuti morti) sulle foglie, consentendo ai funghi di consumare i prodotti rilasciati quando le cellule si degradano.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Ingiallimento e appassimento fogliare
plant poor
Ingiallimento e appassimento fogliare
L'invecchiamento naturale può far ingiallire e seccare le foglie.
Panoramica
Panoramica
Indipendentemente dal tipo di pianta o da dove viene coltivata, a un certo punto comincerà a prendere ingiallimento e appassimento fogliare . Questo è un processo naturale e inevitabile che si verifica quando la pianta ha completato tutti i passaggi della sua vita. Le piante annuali subiscono questo processo alla fine di una singola stagione di crescita. Le piante perenni vivono per più anni, se non decine o centinaia di anni, ma alla fine mostreranno comunque questi sintomi.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Quando le piante hanno progredito attraverso le loro fasi di sviluppo naturali e si stanno avvicinando alla fine del loro ciclo di vita, iniziano a mostrare segni di declino. Le foglie inizieranno a ingiallire e a cadere, e nel tempo diventeranno marrone come la carta e si asciugheranno. Una volta completamente asciutte, le foglie iniziano a cadere dalla pianta fino a quando l'intera pianta non si è asciugata.
Causa della malattia
Causa della malattia
Alla fine della sua vita, la codifica genetica all'interno della pianta aumenta la produzione di etilene, un fitormone che controlla la senescenza o l'invecchiamento naturale e la morte. La divisione cellulare si interrompe e la pianta inizia a catabolizzare le risorse da utilizzare in altre parti della pianta. Quando ciò accade, i tessuti iniziano a ingiallire e ad asciugarsi fino a quando l'intera pianta non si secca e muore.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Oidio
plant poor
Oidio
L'oidio genera una muffa bianca sulla superficie della pianta che può essere rimossa.
Panoramica
Panoramica
Oidio è una malattia comune e il flagello di molti giardinieri domestici. Colpisce una grande varietà di piante comprese molte varietà di verdure. La malattia è facile da identificare ma non sempre facile da eliminare una volta che ha iniziato a infettare le piante. Oidio prospera in condizioni calde e umide e può diffondersi rapidamente da una pianta all'altra. Sebbene questa malattia non uccida le piante, una grave infestazione inibisce la crescita delle piante e la produzione di frutti.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Oidio appare come macchie giallo pallido sulle foglie. Queste macchie poi diventano bianche e sembrano polverose. Il fungo si diffonde rapidamente sia sulla parte superiore che inferiore delle foglie e sugli steli delle piante. Queste macchie bianche e polverose si uniranno e presto quasi l'intera superficie della foglia apparirà bianca. Alla fine, i bordi della foglia diventeranno marroni e asciutti e inizieranno a morire. Nelle infezioni gravi, anche i boccioli dei fiori diventeranno bianchi e si sfigurano. La frutta maturerà prematuramente e non sarà commestibile.
Causa della malattia
Causa della malattia
Oidio è causato da un fungo. Ci sono molti generi differenti di malattie fungine che causano oidio . Le spore fungine svernano all'interno dei germogli fogliari e sul materiale vegetale che è caduto nel terreno sottostante. Quando il clima si riscalda, queste spore vengono poi trasportate sulla pianta dall'acqua, dal vento e dagli insetti. Oidio può anche essere più grave nelle aree che sperimentano climi caldi e secchi, anche se le spore richiedono un po' di umidità per germinare.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
Insetti succhiatori
plant poor
Insetti succhiatori
Gli insetti succhiatori di linfa possono creare densi grappoli di piccole macchie gialle o bianche sulle foglie.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Se la tua pianta mostra minuscole macchie giallastre, simili a muffe o a funghi che al tatto non vanno via, sparse sulle foglie, probabilmente si tratta di danni causati da insetti succhiatori di linfa. Tra questi rientrano afidi, cocciniglie, psille, tingidi, metcalfa, cimici, cicaline, mosche bianche e altri ancora.
Gli insetti succhiatori perforano, grazie al loro apparato boccale pungente-succhiante, la superficie di foglie, giovani rami e germogli per succhiarne la linfa. Si possono trovare su quasi ogni tipo di pianta, dalle orticole alle ornamentali.
Anche se gli insetti succhiatori, da soli, difficilmente portano alla morte una pianta, una grande infestazione potrebbe rapidamente comprometterne la salute e renderla più suscettibile ad attacchi da parte di altri patogeni, soprattutto nei periodi più caldi e secchi. Inoltre, questi insetti sono veicolo di molti virus dannosi per le piante.
Soluzioni
Soluzioni
Diverse soluzioni possono essere adoperate in caso di un’infestazione da insetti succhiatori:
  1. Raccogli e rimuovi manualmente insetti e uova: fai attenzione anche alle pagine fogliari inferiori dove la maggior parte di insetti si annida e depone le uova. Questo processo, tuttavia, richiede grande impegno e il grado di riuscita è abbastanza basso;
  2. Utilizza un insetticida: spruzzalo sulla pianta oppure fai in modo che lo assorba. Nel primo caso agirà per contatto sugli insetti, nel secondo per ingestione tramite la linfa. Un metodo casalingo consiste nell’utilizzo di sapone di Marsiglia nella quantità di 30 g per litro d'acqua, ripetendo i lavaggi ogni settimana fino alla scomparsa dei parassiti;
  3. Introduci gli antagonisti naturali: coccinellidi, crisopidi e sirfidi (predatori degli insetti succhiatori) o braconidi e afelinidi (parassiti degli stessi insetti) possono essere introdotti oppure attirati naturalmente nel proprio giardino.
Prevenzione
Prevenzione
Per una corretta prevenzione:
  1. Tieni le piante in un buono stato di salute fornendo loro la giusta quantità di fertilizzanti (un apporto eccessivo di azoto però può provocare troppo rigoglio vegetativo che favorisce lo sviluppo di infestazioni), acqua e luce solare;
  2. Rimuovi le erbe infestanti che circondano le piante in modo da ridurre la presenza di questi insetti e di altre specie che potrebbero trasmettere virosi.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
qrcode
Scansiona il codice QR con la fotocamera del tuo telefono per scaricare l'app
distribution

Distribuzione di Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback

Mappa di distribuzione di Hedera nepalensis

distribution map
Nativa
Coltivata
Invasiva
Potenzialmente infestante
Esotica
Specie non presente
habit
care_scenes

Ulteriori informazioni su Hedera Nepalensis Crescita e cura

feedback
Feedback
Guida alle cure di base
Parassiti e malattie comuni
Potatura
Primavera, Estate, Autunno
Una pianta sempreverde rampicante nativa dell'Asia, hedera nepalensis prospera con una potatura regolare. Le tecniche principali includono la rimozione selettiva di germogli danneggiati o sovraffollati per mantenere la forma, e diradare le aree dense per favorire il flusso d'aria. La potatura è ottimale dalla primavera all'autunno, evitando i mesi freddi. I benefici includono un vigorore migliorato e un potenziale controllo dei parassiti. Si consiglia cautela per evitare una potatura eccessiva, che può ritardare la ricrescita del fogliame.
Tecniche di potatura
Appassimento delle foglie
Il disseccamento delle foglie è una malattia che colpisce Hedera nepalensis, causando la perdita di struttura e il fanicello delle foglie della pianta. Spesso dovuto a disidratazione, infezioni fungine o batteriche, il disseccamento può portare alla morte della pianta se non trattato.
Continua a leggere
other_plant

Piante correlate a Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback
Panico strisciante
Panico strisciante
Panicum repens è un'erba perenne con lunghi rizomi, a volte stoloniferi. Le culle erette o geniculate in ordine crescente possono raggiungere i 30 cm a 1 m di lunghezza. Le foglie si alternano, il distico, ha una ligula costituita da una membrana ciliata, una lama coriacea, rigida, glauca, piatta o arrotolata da 7 a 25 cm di lunghezza da 2 a 8 mm di larghezza.
Margherita diploide
Margherita diploide
La margherita diploide è una pianta molto comune nei prati e pascoli della penisola italiana, salvo nel sud. Cresce spontanea nelle campagne e nei campi dove viene considerata a volte una specie infestante. Probabilmente il suo fiore è uno dei più famosi al mondo, per via dei suoi petali bianchi a corolla e i pistilli gialli che si possono vedere in primavera e in estate.
Bauhinia purpurea
Bauhinia purpurea
Può raggiungere fino a 9 o più metri di altezza, tuttavia è generalmente più piccolo di 3 o 4 metri. I suoi fiori sono viola (da lì deriva il suo epiteto specifico purpurea) e simili a un'orchidea, sono grandi e appariscenti, pentameri con 3 o 4 stami fertili. Le foglie sono lobate e ricordano l'impronta di uno zoccolo. Si riproduce per seme.
Helichrysum petiolare
Helichrysum petiolare
L'elicriso picciolare, pianta della liquirizia (o pianta della liquirizia), è una specie di pianta da fiore della famiglia delle Asteraceae, originaria del Sudafrica - dove è conosciuta come imphepho - e naturalizzata in alcune zone del Portogallo e degli Stati Uniti. Alta circa 45 cm e larga 150 cm, è un arbusto sempreverde e strascicante con foglie pelose grigio-verdi e piccoli fiori bianchi. Altri nomi comuni includono silver-bush everlastingflower, trailing dusty miller e kooigoed. Il fogliame ha un leggero aroma di liquirizia.
Paulonia
Paulonia
La paulonia è un albero a foglie caduche proveniente dall’Asia orientale, prevalentemente dalle zone montuose. Nei giardini si fa notare per il suo maestoso portamento, soprattutto all'epoca della fioritura quando si copre di un'infinità di fiori lilla che trasfigurano la grande chioma in una nuvola colorata. Apprezzato dai falegnami di tutto il mondo per il suo legno leggero e flessibile, resistente all'umidità.
Ventaglio Cinese
Ventaglio Cinese
Il ventaglio Cinese è una piccola palma molto rustica, piuttosto diffusa come ornamentale da vaso o da giardino. Il suo nome latino (Livistona chinensis) rappresenta un omaggio al botanico Patrick Murray, barone Livistone, che nel corso del XVII secolo fondò il giardino botanico di Edimburgo.
Edera Velenosa
Edera Velenosa
L'edera Velenosa è una pianta, importata e naturalizzata in Italia, che nonostante il nome non ha niente a che vedere con l'edera comune. Si tratta di una specie molto tossica, che produce dermatiti da contatto, anche di una certa gravità, che possono portare allo shock anafilattico. Ha prestato il suo nome inglese (Poison Ivy) a una perfida antieroina del fumetto Batman.
Fitolacca americana
Fitolacca americana
Il nome comune di questa pianta, fitolacca americana, può trarre doppiamente in inganno: i frutti che potrebbero sembrare commestibili non lo sono affatto, anzi, tutte le parti della pianta sono altamente tossiche. Inoltre non proviene affatto dalla Turchia, ma dagli Stati Uniti e dall'est del Canada, e negli ultimi anni si è diffusa in modo infestante anche in Italia.
Visualizza altre piante
close
product icon
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante e guide illimitate a portata di mano...
La tua Guida Definitiva per le Piante
Identifica, coltiva e nutri nel modo migliore!
product icon
17.000 specie locali e 400.000 specie mondiali studiate
product icon
Quasi 5 anni di ricerche
product icon
Più di 80 studiosi di botanica e giardinaggio
ad
ad
Un botanico in tasca
Scan the QR code with your phone camera to download the app
Su
Guida alla cura
FAQ sulla cura
Maggiori informazioni
Parassiti e malattie
Distribuzione
Ulteriori istruzioni
Piante affini
Hedera nepalensis
Hedera nepalensis
Hedera nepalensis
Hedera nepalensis
Periodo di semina
Periodo di semina
Tutto l'anno
icon
Identifica istantaneamente le piante con un semplice clic
Scatta una foto per ottenere l'identificazione istantanea delle piante, ottenendo informazioni rapide sulla prevenzione delle malattie, il trattamento, la tossicità, la cura, gli utilizzi e il simbolismo, ecc.
Scarica l'App
question

Domande su Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback
Watering Watering Annaffiatura
Pruning Pruning Potatura
Sunlight Sunlight Luce solare
Temperature Temperature Temperatura
Fertilizing Fertilizing Concimazione
Qual è il modo migliore per annaffiare il mio Hedera nepalensis?
more
Cosa devo fare se innaffio troppo o troppo poco il mio Hedera nepalensis?
more
Con quale frequenza devo annaffiare il mio Hedera nepalensis?
more
Di quanta acqua ha bisogno il mio Hedera nepalensis?
more
Come devo annaffiare il mio Hedera nepalensis nelle diverse fasi di crescita?
more
Come devo annaffiare il mio Hedera nepalensis durante le stagioni?
more
Che differenza c'è tra l'annaffiare il mio Hedera nepalensis all'interno e all'esterno?
more
icon
Ottieni consigli e trucchi per le tue piante.
Mantieni le tue piante felici e in salute con la nostra guida all'annaffiatura, all'illuminazione, all'alimentazione e altro ancora.
Scarica l'App
close
plant_info

Fatti salienti su Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback

Attributi di Hedera nepalensis

Durata di Vita
Perenne
Tipo di pianta
Erba medicinale, Rampicante
Periodo di semina
Tutto l'anno
Periodo di fioritura
Estate, Autunno
Altezza della Pianta
30 m
Colore della foglia
Verde
Colore del fiore
Giallo
Verde
Tipo di foglia
Sempreverde
Temperatura ideale
5 - 38 ℃
icon
Acquisisci conoscenze più preziose sulle piante
Esplora una ricca enciclopedia botanica per approfondimenti
Scarica l'App

Classificazione scientifica di Hedera nepalensis

icon
Non saltare mai più un'attività di manutenzione!
La cura delle piante è più facile che mai con il nostro promemoria smart personalizzato.
Scarica l'App
pests

Parassiti e malattie comuni di Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback
Problemi comuni relativi a Hedera nepalensis, basati su 10 milioni di casi reali
icon
Autodiagnosi e prevenzione delle malattie delle piante
Il medico AI per le piante ti aiuta a diagnosticare i problemi delle piante in pochi secondi.
Scarica l'App
Appassimento delle foglie
Il disseccamento delle foglie è una malattia che colpisce Hedera nepalensis, causando la perdita di struttura e il fanicello delle foglie della pianta. Spesso dovuto a disidratazione, infezioni fungine o batteriche, il disseccamento può portare alla morte della pianta se non trattato.
Scopri di più su Appassimento delle foglie more
Macchia bruna
Macchia bruna Macchia bruna Macchia bruna
Questa infezione può causare la comparsa di macchie o macchie marroni sulla pianta.
Soluzioni: Nei casi minori di macchia bruna , non c'è bisogno di curare la malattia. Tuttavia, se gran parte del fogliame è interessata e si verifica la defogliazione, la pianta trarrà vantaggio dall'eliminazione dell'infezione. Si consiglia di iniziare applicando opzioni di trattamento organico, lavorando fino ai più potenti fungicidi sintetici e chimici, se necessario. Le opzioni organiche non uccideranno il fungo, ma ne impediranno la diffusione. Sciogliere ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio e un cucchiaino di sapone liquido in un litro d'acqua. Usando un flacone spray, spruzzare sulla parte superiore e inferiore delle foglie fino a quando il composto non gocciola. Ripeti ogni due settimane fino a quando le macchie esistenti smettono di allargarsi e le nuove macchie non compaiono più. Spruzzare un sapone fungicida a base di rame sulle foglie, rivestendo la superficie superiore e inferiore delle foglie. Riapplicare come indicato sull'etichetta del prodotto. Il rame penetra nella superficie fogliare e previene la germinazione delle spore in modo che il fungo non possa diffondersi. Applicare un fungicida multiuso sull'intera pianta, seguendo attentamente le istruzioni sull'etichetta.
Scopri di più su Macchia bruna more
Ingiallimento e appassimento fogliare
Ingiallimento e appassimento fogliare Ingiallimento e appassimento fogliare Ingiallimento e appassimento fogliare
L'invecchiamento naturale può far ingiallire e seccare le foglie.
Soluzioni: Se l'ingiallimento e l'essiccazione di foglie e fiori è una progressione naturale dovuta all'età, non si può fare nulla per rallentare o fermare il processo. Una volta che gli ormoni all'interno della pianta iniziano il processo di senescenza, è irreversibile.
Scopri di più su Ingiallimento e appassimento fogliare more
Oidio
Oidio Oidio Oidio
L'oidio genera una muffa bianca sulla superficie della pianta che può essere rimossa.
Soluzioni: Poiché le spore oidio vengono trasportate dal vento, può essere difficile fermare completamente la diffusione del fungo. Fortunatamente, ci sono diversi trattamenti facili per le piante che mostrano sintomi: Se oidio sembra avere un impatto su foglie o steli isolati, possono essere semplicemente tagliati via e smaltiti. Disinfetta gli strumenti di potatura dopo averlo fatto. Rimuovi eventuali detriti vegetali dal terreno attorno alle piante infette e gettali nella spazzatura. Quindi, coprire il terreno con uno spesso strato di pacciame per limitare la reinfezione. Gli spray al latte si sono rivelati utili per controllare oidio . Preparare uno spray composto dal 60% di acqua e dal 40% di latte e spruzzare sulle piante colpite. Questo può essere utilizzato anche come misura preventiva. Nei casi in cui oidio è più diffuso, le piante possono essere spruzzate con un fungicida delicato a base di zolfo o rame o una soluzione non tossica a base di bicarbonato di sodio e sapone. Gli spray possono aiutare le aree che sono state infettate di recente, sebbene siano meno efficaci contro infezioni consolidate. Se possibile, prova a trapiantare le piante in un luogo più soleggiato. Sebbene oidio vada bene in condizioni calde e secche, non è in grado di riprodursi senza un po' di umidità. Mettere le piante in una luce solare più diretta può aiutare a fermare la diffusione del fungo. La potatura intorno a piante ravvicinate può aiutare a migliorare il flusso d'aria, che impedisce anche la riproduzione del fungo.
Scopri di più su Oidio more
Insetti succhiatori
Insetti succhiatori Insetti succhiatori Insetti succhiatori
Gli insetti succhiatori di linfa possono creare densi grappoli di piccole macchie gialle o bianche sulle foglie.
Soluzioni: Diverse soluzioni possono essere adoperate in caso di un’infestazione da insetti succhiatori: Raccogli e rimuovi manualmente insetti e uova: fai attenzione anche alle pagine fogliari inferiori dove la maggior parte di insetti si annida e depone le uova. Questo processo, tuttavia, richiede grande impegno e il grado di riuscita è abbastanza basso; Utilizza un insetticida: spruzzalo sulla pianta oppure fai in modo che lo assorba. Nel primo caso agirà per contatto sugli insetti, nel secondo per ingestione tramite la linfa. Un metodo casalingo consiste nell’utilizzo di sapone di Marsiglia nella quantità di 30 g per litro d'acqua, ripetendo i lavaggi ogni settimana fino alla scomparsa dei parassiti; Introduci gli antagonisti naturali: coccinellidi, crisopidi e sirfidi (predatori degli insetti succhiatori) o braconidi e afelinidi (parassiti degli stessi insetti) possono essere introdotti oppure attirati naturalmente nel proprio giardino.
Scopri di più su Insetti succhiatori more
close
plant poor
Appassimento delle foglie
Panoramica
Sintomo
Cause
Trattamento
Prevenzione
Periodo attivo
Qual è la malattia di Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis?
Qual è la malattia di Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis?
Il disseccamento delle foglie è una malattia che colpisce Hedera nepalensis, causando la perdita di struttura e il fanicello delle foglie della pianta. Spesso dovuto a disidratazione, infezioni fungine o batteriche, il disseccamento può portare alla morte della pianta se non trattato.
Analisi dei sintomi
Analisi dei sintomi
In Hedera nepalensis, il disseccamento delle foglie emerge prima come una leggera curvatura delle foglie, segnalando livelli di umidità inadeguati. Questo si intensifica in foglie cadenti e scolorite. Con il progredire della malattia, le foglie diventano gialle, marroni o nere e possono cadere.
Quali sono le cause della malattia di Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis ?
Quali sono le cause della malattia di Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis ?
1
Disidratazione
La carenza d'acqua rende difficile per la pianta mantenere foglie robuste e verticali, portando al disseccamento.
2
Infezione fungina
Organismi come Fusarium e Verticillium possono ostruire i vasi conduttori d'acqua della pianta, causando il disseccamento.
3
Infezione batterica
Determinati batteri possono invadere i tessuti della pianta, inibendo il trasporto di acqua e nutrienti, portando al disseccamento.
Come trattare la malattia Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis?
Come trattare la malattia Appassimento delle foglie su Hedera nepalensis?
1
Non pesticida
Regolazione dell'acqua: Assicurati che la pianta riceva acqua sufficiente, ma attenzione a non annaffiare troppo, poiché ciò può favorire la crescita dei funghi.

Rimuovere le parti infette: Per prevenire la diffusione, rimuovi le foglie interessate e smaltiscile correttamente.
2
Pesticida
Uso di fungicidi: L'applicazione di un fungicida adatto può aiutare a gestire la malattia, in particolare per il disseccamento indotto da funghi.

Uso di battericidi: Un battericida adatto può controllare il disseccamento batterico, ma dovrebbe essere usato con parsimonia a causa della possibile tossicità per la pianta.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Macchia bruna
plant poor
Macchia bruna
Questa infezione può causare la comparsa di macchie o macchie marroni sulla pianta.
Panoramica
Panoramica
Le macchie scolorite sul fogliame delle piante sono uno dei problemi di malattia più comuni che le persone osservano. Questi punti sono causati da malattie fungine e batteriche, con la maggior parte delle infezioni legate a un patogeno fungino. Macchia bruna può verificarsi su tutte le piante d'appartamento, piante ornamentali da fiore, piante da ortaggi e foglie di alberi, cespugli e arbusti. Nessuna pianta resiste ad esso e il problema è peggiore negli ambienti caldi e umidi. Può verificarsi in qualsiasi momento della fase di vita purché siano presenti le foglie. Piccole macchie brunastre compaiono sul fogliame e si ingrandiscono con il progredire della malattia. Nei casi più gravi, la pianta o l'albero si indeboliscono quando le lesioni interrompono la fotosintesi o causano la defogliazione.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Nella maggior parte dei casi, macchia bruna interessa solo una piccola percentuale dell'intera pianta, comparendo su una piccola parte delle foglie. Una piccola infezione mette solo un leggero stress sulla pianta. Tuttavia, se non trattata e la malattia progredisce in numerose stagioni, avrà un grave impatto sulla salute e sulla produttività del campione infetto.
  • Inizia la sporulazione (riproduzione delle spore fungine) e sulle foglie compaiono minuscole macchie.
  • Il posizionamento è spesso casuale e disperso poiché le malattie si diffondono attraverso le gocce di pioggia.
  • Può comparire sulle foglie più basse e all'interno della pianta dove l'umidità è più alta.
  • Le macchie marroni si allargano e diventano abbastanza grandi da toccare i punti vicini per formare una macchia più prominente.
  • I margini delle foglie possono ingiallire.
  • Piccoli punti neri (corpi fruttiferi dei funghi) compaiono nei punti morti.
  • Le macchie crescono di dimensioni fino a quando l'intera foglia non è marrone.
  • La foglia cade dalla pianta.
Sintomi gravi
  • Defogliazione prematura parziale o completa
  • Crescita ridotta
  • Aumento della suscettibilità ai parassiti e ad altre malattie
Causa della malattia
Causa della malattia
Macchia bruna , o macchia fogliare, è un termine descrittivo comune dato a diverse malattie che colpiscono le foglie di piante e alberi. Circa l'85% delle malattie che mostrano macchie fogliari sono dovute a funghi o organismi simili a funghi. A volte macchia bruna è causato da un'infezione batterica o dall'attività degli insetti con sintomi simili. Quando le condizioni sono calde e le superfici fogliari sono bagnate, le spore fungine trasportate dal vento o dalla pioggia si depositano sulla superficie e si attaccano ad essa. Non rompono le pareti cellulari ma crescono nello spazio tra la membrana plasmatica vegetale e la parete cellulare vegetale. Quando le spore si riproducono, rilasciano tossine ed enzimi che causano macchie necrotiche (cioè tessuti morti) sulle foglie, consentendo ai funghi di consumare i prodotti rilasciati quando le cellule si degradano.
Soluzioni
Soluzioni
Nei casi minori di macchia bruna , non c'è bisogno di curare la malattia. Tuttavia, se gran parte del fogliame è interessata e si verifica la defogliazione, la pianta trarrà vantaggio dall'eliminazione dell'infezione. Si consiglia di iniziare applicando opzioni di trattamento organico, lavorando fino ai più potenti fungicidi sintetici e chimici, se necessario. Le opzioni organiche non uccideranno il fungo, ma ne impediranno la diffusione.
  1. Sciogliere ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio e un cucchiaino di sapone liquido in un litro d'acqua. Usando un flacone spray, spruzzare sulla parte superiore e inferiore delle foglie fino a quando il composto non gocciola. Ripeti ogni due settimane fino a quando le macchie esistenti smettono di allargarsi e le nuove macchie non compaiono più.
  2. Spruzzare un sapone fungicida a base di rame sulle foglie, rivestendo la superficie superiore e inferiore delle foglie. Riapplicare come indicato sull'etichetta del prodotto. Il rame penetra nella superficie fogliare e previene la germinazione delle spore in modo che il fungo non possa diffondersi.
  3. Applicare un fungicida multiuso sull'intera pianta, seguendo attentamente le istruzioni sull'etichetta.
Prevenzione
Prevenzione
Come molte altre malattie, è più facile prevenire macchia bruna che curarlo, e questo viene fatto attraverso pratiche culturali.
  • Elimina le foglie autunnali dal terreno prima dell'inverno per ridurre al minimo i luoghi in cui funghi e batteri possono svernare.
  • Mantenere un buon movimento dell'aria tra le piante attraverso un'adeguata spaziatura tra le piante.
  • Aumenta la circolazione dell'aria attraverso il centro delle piante attraverso la potatura.
  • Pulisci accuratamente tutti gli strumenti di potatura dopo aver lavorato con piante malate.
  • Non gettare mai materiale vegetale malato in un cumulo di compost.
  • Evitare l'irrigazione sopraelevata per mantenere l'umidità lontana dal fogliame.
  • Mantieni le piante sane fornendo luce solare, acqua e fertilizzanti adeguati.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Ingiallimento e appassimento fogliare
plant poor
Ingiallimento e appassimento fogliare
L'invecchiamento naturale può far ingiallire e seccare le foglie.
Panoramica
Panoramica
Indipendentemente dal tipo di pianta o da dove viene coltivata, a un certo punto comincerà a prendere ingiallimento e appassimento fogliare . Questo è un processo naturale e inevitabile che si verifica quando la pianta ha completato tutti i passaggi della sua vita. Le piante annuali subiscono questo processo alla fine di una singola stagione di crescita. Le piante perenni vivono per più anni, se non decine o centinaia di anni, ma alla fine mostreranno comunque questi sintomi.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Quando le piante hanno progredito attraverso le loro fasi di sviluppo naturali e si stanno avvicinando alla fine del loro ciclo di vita, iniziano a mostrare segni di declino. Le foglie inizieranno a ingiallire e a cadere, e nel tempo diventeranno marrone come la carta e si asciugheranno. Una volta completamente asciutte, le foglie iniziano a cadere dalla pianta fino a quando l'intera pianta non si è asciugata.
Causa della malattia
Causa della malattia
Alla fine della sua vita, la codifica genetica all'interno della pianta aumenta la produzione di etilene, un fitormone che controlla la senescenza o l'invecchiamento naturale e la morte. La divisione cellulare si interrompe e la pianta inizia a catabolizzare le risorse da utilizzare in altre parti della pianta. Quando ciò accade, i tessuti iniziano a ingiallire e ad asciugarsi fino a quando l'intera pianta non si secca e muore.
Soluzioni
Soluzioni
Se l'ingiallimento e l'essiccazione di foglie e fiori è una progressione naturale dovuta all'età, non si può fare nulla per rallentare o fermare il processo. Una volta che gli ormoni all'interno della pianta iniziano il processo di senescenza, è irreversibile.
Prevenzione
Prevenzione
Sfortunatamente, non c'è modo di impedire alle piante di morire di "vecchiaia". Per aiutare a prolungare la loro vita e rimandare i sintomi ingiallimento e appassimento fogliare il più a lungo possibile, prenditi cura di loro dando loro abbastanza acqua, concimandoli in modo appropriato e assicurandoti che ricevano abbastanza luce solare.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Oidio
plant poor
Oidio
L'oidio genera una muffa bianca sulla superficie della pianta che può essere rimossa.
Panoramica
Panoramica
Oidio è una malattia comune e il flagello di molti giardinieri domestici. Colpisce una grande varietà di piante comprese molte varietà di verdure. La malattia è facile da identificare ma non sempre facile da eliminare una volta che ha iniziato a infettare le piante. Oidio prospera in condizioni calde e umide e può diffondersi rapidamente da una pianta all'altra. Sebbene questa malattia non uccida le piante, una grave infestazione inibisce la crescita delle piante e la produzione di frutti.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Oidio appare come macchie giallo pallido sulle foglie. Queste macchie poi diventano bianche e sembrano polverose. Il fungo si diffonde rapidamente sia sulla parte superiore che inferiore delle foglie e sugli steli delle piante. Queste macchie bianche e polverose si uniranno e presto quasi l'intera superficie della foglia apparirà bianca. Alla fine, i bordi della foglia diventeranno marroni e asciutti e inizieranno a morire. Nelle infezioni gravi, anche i boccioli dei fiori diventeranno bianchi e si sfigurano. La frutta maturerà prematuramente e non sarà commestibile.
Causa della malattia
Causa della malattia
Oidio è causato da un fungo. Ci sono molti generi differenti di malattie fungine che causano oidio . Le spore fungine svernano all'interno dei germogli fogliari e sul materiale vegetale che è caduto nel terreno sottostante. Quando il clima si riscalda, queste spore vengono poi trasportate sulla pianta dall'acqua, dal vento e dagli insetti. Oidio può anche essere più grave nelle aree che sperimentano climi caldi e secchi, anche se le spore richiedono un po' di umidità per germinare.
Soluzioni
Soluzioni
Poiché le spore oidio vengono trasportate dal vento, può essere difficile fermare completamente la diffusione del fungo. Fortunatamente, ci sono diversi trattamenti facili per le piante che mostrano sintomi:
  1. Se oidio sembra avere un impatto su foglie o steli isolati, possono essere semplicemente tagliati via e smaltiti. Disinfetta gli strumenti di potatura dopo averlo fatto.
  2. Rimuovi eventuali detriti vegetali dal terreno attorno alle piante infette e gettali nella spazzatura. Quindi, coprire il terreno con uno spesso strato di pacciame per limitare la reinfezione.
  3. Gli spray al latte si sono rivelati utili per controllare oidio . Preparare uno spray composto dal 60% di acqua e dal 40% di latte e spruzzare sulle piante colpite. Questo può essere utilizzato anche come misura preventiva.
  4. Nei casi in cui oidio è più diffuso, le piante possono essere spruzzate con un fungicida delicato a base di zolfo o rame o una soluzione non tossica a base di bicarbonato di sodio e sapone. Gli spray possono aiutare le aree che sono state infettate di recente, sebbene siano meno efficaci contro infezioni consolidate.
  5. Se possibile, prova a trapiantare le piante in un luogo più soleggiato. Sebbene oidio vada bene in condizioni calde e secche, non è in grado di riprodursi senza un po' di umidità. Mettere le piante in una luce solare più diretta può aiutare a fermare la diffusione del fungo.
  6. La potatura intorno a piante ravvicinate può aiutare a migliorare il flusso d'aria, che impedisce anche la riproduzione del fungo.
Prevenzione
Prevenzione
Ci sono alcuni modi per prevenire il verificarsi di un'infezione da oidio in primo luogo:
  1. Controlli chimici preventivi, inclusi fungicidi e soluzioni non tossiche, possono aiutare a prevenire l'affermazione di oidio sulle piante.
  2. Quando si posizionano nuove piante, lasciare uno spazio sufficiente tra ciascuna per fornire un'adeguata circolazione dell'aria.
  3. Innaffia alla base delle piante piuttosto che dall'alto.
  4. Sono disponibili molti ceppi resistenti alla muffa di piante da giardino comuni. Considerali in aree che hanno un clima mediterraneo.
  5. Oidio può formare minuscole strutture rotonde nere, chiamate cleistotecia , quando la stagione vegetativa volge al termine. Queste strutture resistenti e secche aiutano il fungo a sopravvivere all'inverno. Rastrellare i detriti durante l'inverno può rimuovere i cleistoteci clandestini e aiuterà a prevenire la reinfezione delle piante.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
close
Insetti succhiatori
plant poor
Insetti succhiatori
Gli insetti succhiatori di linfa possono creare densi grappoli di piccole macchie gialle o bianche sulle foglie.
Analisi dei Sintomi
Analisi dei Sintomi
Se la tua pianta mostra minuscole macchie giallastre, simili a muffe o a funghi che al tatto non vanno via, sparse sulle foglie, probabilmente si tratta di danni causati da insetti succhiatori di linfa. Tra questi rientrano afidi, cocciniglie, psille, tingidi, metcalfa, cimici, cicaline, mosche bianche e altri ancora.
Gli insetti succhiatori perforano, grazie al loro apparato boccale pungente-succhiante, la superficie di foglie, giovani rami e germogli per succhiarne la linfa. Si possono trovare su quasi ogni tipo di pianta, dalle orticole alle ornamentali.
Anche se gli insetti succhiatori, da soli, difficilmente portano alla morte una pianta, una grande infestazione potrebbe rapidamente comprometterne la salute e renderla più suscettibile ad attacchi da parte di altri patogeni, soprattutto nei periodi più caldi e secchi. Inoltre, questi insetti sono veicolo di molti virus dannosi per le piante.
Soluzioni
Soluzioni
Diverse soluzioni possono essere adoperate in caso di un’infestazione da insetti succhiatori:
  1. Raccogli e rimuovi manualmente insetti e uova: fai attenzione anche alle pagine fogliari inferiori dove la maggior parte di insetti si annida e depone le uova. Questo processo, tuttavia, richiede grande impegno e il grado di riuscita è abbastanza basso;
  2. Utilizza un insetticida: spruzzalo sulla pianta oppure fai in modo che lo assorba. Nel primo caso agirà per contatto sugli insetti, nel secondo per ingestione tramite la linfa. Un metodo casalingo consiste nell’utilizzo di sapone di Marsiglia nella quantità di 30 g per litro d'acqua, ripetendo i lavaggi ogni settimana fino alla scomparsa dei parassiti;
  3. Introduci gli antagonisti naturali: coccinellidi, crisopidi e sirfidi (predatori degli insetti succhiatori) o braconidi e afelinidi (parassiti degli stessi insetti) possono essere introdotti oppure attirati naturalmente nel proprio giardino.
Prevenzione
Prevenzione
Per una corretta prevenzione:
  1. Tieni le piante in un buono stato di salute fornendo loro la giusta quantità di fertilizzanti (un apporto eccessivo di azoto però può provocare troppo rigoglio vegetativo che favorisce lo sviluppo di infestazioni), acqua e luce solare;
  2. Rimuovi le erbe infestanti che circondano le piante in modo da ridurre la presenza di questi insetti e di altre specie che potrebbero trasmettere virosi.
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
distribution

Distribuzione di Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback

Mappa di distribuzione di Hedera nepalensis

distribution map
Nativa
Coltivata
Invasiva
Potenzialmente infestante
Esotica
Specie non presente
plant_info

Piante correlate a Hedera nepalensis

feedback
Feedback
feedback
product icon close
La tua Guida Definitiva per le Piante
Identifica, coltiva e nutri nel modo migliore!
product icon
17.000 specie locali e 400.000 specie mondiali studiate
product icon
Quasi 5 anni di ricerche
product icon
Più di 80 studiosi di botanica e giardinaggio
ad
product icon close
Continua a leggere nella nostra app - è meglio
Un database di più di 400.000 piante
guide illimitate a portata di mano...
Strumento per la Gestione dei Cookie
Oltre a gestire i cookie tramite il tuo browser o dispositivo, puoi modificare le impostazioni dei cookie qui sotto.
Cookie necessari
I cookie necessari abilitano le funzionalità principali. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie e può essere disabilitato solo modificando le preferenze del browser.
Cookie analitici
I cookie analitici ci aiutano a migliorare la nostra applicazione e il nostro sito web raccogliendo e segnalando informazioni sul suo utilizzo.
Nome del Cookie Fonte Scopo Durata di vita
_ga Google Analytics Questi cookie sono impostati in virtù del nostro utilizzo di Google Analytics. Essi sono usati per raccogliere informazioni sull'utilizzo della nostra applicazione e del nostro sito web. I cookie raccolgono informazioni specifiche, come il tuo indirizzo IP, dati relativi al tuo dispositivo e altre informazioni sull'utilizzo dell'applicazione o del sito web. Si prega di notare che il trattamento dei dati viene svolto essenzialmente da Google LLC e Google può utilizzare i dati raccolti dai cookie per propri scopi (ad es. profilazione) e lo combinerà con altri dati come il tuo Account Google. Per ulteriori informazioni su come Google elabora i tuoi dati e sull'approccio di Google alla privacy, nonché sulla tutela dei tuoi dati, dai un'occhiata a questo link. 1 Anno
_pta PictureThis Analytics Utilizziamo questi cookie per raccogliere informazioni su come utilizzi il nostro sito, monitorare le prestazioni del sito e migliorare le prestazioni del nostro sito, i nostri servizi e la tua esperienza. 1 Anno
Nome del Cookie
_ga
Fonte
Google Analytics
Scopo
Questi cookie sono impostati in virtù del nostro utilizzo di Google Analytics. Essi sono usati per raccogliere informazioni sull'utilizzo della nostra applicazione e del nostro sito web. I cookie raccolgono informazioni specifiche, come il tuo indirizzo IP, dati relativi al tuo dispositivo e altre informazioni sull'utilizzo dell'applicazione o del sito web. Si prega di notare che il trattamento dei dati viene svolto essenzialmente da Google LLC e Google può utilizzare i dati raccolti dai cookie per propri scopi (ad es. profilazione) e lo combinerà con altri dati come il tuo Account Google. Per ulteriori informazioni su come Google elabora i tuoi dati e sull'approccio di Google alla privacy, nonché sulla tutela dei tuoi dati, dai un'occhiata a questo link.
Durata di vita
1 Anno

Nome del Cookie
_pta
Fonte
PictureThis Analytics
Scopo
Utilizziamo questi cookie per raccogliere informazioni su come utilizzi il nostro sito, monitorare le prestazioni del sito e migliorare le prestazioni del nostro sito, i nostri servizi e la tua esperienza.
Durata di vita
1 Anno
Cookie di Marketing
I cookie di marketing vengono utilizzati dalle società pubblicitarie per pubblicare annunci pertinenti ai tuoi interessi.
Nome del Cookie Fonte Scopo Durata di vita
_fbp Pixel di Facebook Un monitoraggio dei pixel di conversione che utilizziamo per le campagne di retargeting. Scopri di più qui. 1 Anno
_adj Adjust Questo cookie fornisce servizi mobili di analisi e attribuzione che ci consentono di misurare e analizzare l'efficacia delle campagne di marketing, determinati eventi e azioni all'interno dell'Applicazione. Scopri di più qui. 1 Anno
Nome del Cookie
_fbp
Fonte
Pixel di Facebook
Scopo
Un monitoraggio dei pixel di conversione che utilizziamo per le campagne di retargeting. Scopri di più qui.
Durata di vita
1 Anno

Nome del Cookie
_adj
Fonte
Adjust
Scopo
Questo cookie fornisce servizi mobili di analisi e attribuzione che ci consentono di misurare e analizzare l'efficacia delle campagne di marketing, determinati eventi e azioni all'interno dell'Applicazione. Scopri di più qui.
Durata di vita
1 Anno
Questa pagina è più bella nell'app
Aperto